Tag: fast food

Rissa a coltellate in un fast-food

 

Raptus di rabbia, nel tardo pomeriggio di ieri, in un fast food di via Guido Montpellier, zona Cornelia. Un cittadino pakistano di 34 anni, regolare sul territorio nazionale e incensurato, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Montespaccato con l’accusa di tentato omicidio. L’uomo, che qualche giorno fa era stato assunto in prova nel fast food, durante il proprio turno ha avuto una banale lite con un collega connazionale di 41 anni per motivi legati al rispetto delle proprie mansioni.

 

Senza alcun preavviso, il 34enne ha afferrato un grosso coltello nella cucina dell”esercizio avventandosi sul suo contendente, tentando di colpirlo all’addome. La vittima, con prontezza di riflessi, e” riuscita a schivare il colpo ruotando su di se”, ma la lama lo ha comunque ferito al gomito sinistro. Nel frattempo, i Carabinieri della Stazione Roma Montespaccato, avvisati telefonicamente da uno dei testimoni presenti, sono arrivati sul posto riuscendo a disarmare l”aggressore e ad ammanettarlo.

 

La vittima, trasportata al pronto soccorso dell”ospedale ”Cristo Re”, è stato dimesso con 5 giorni di prognosi e tanto spavento.

 

Il 34enne, invece, è stato portato in caserma in attesa di essere sottoposto al rito direttissimo.

altro »

Mc Donald’s crea lavori utili alla societĂ .

Accoltellata da Tunisino: “era insofferente all’abbandono”

Pugni, minacce, e anche un giovane 18enne che ha tirato fuori un grosso coltello in mezzo ai clianti.
Ieri pomeriggio la Volante della polizia è intervenuta all’interno del Mc Donald’s di Varese dopo che una ragazza, insieme al suo ragazzo, erano stati aggrediti dall’ex fidanzato di lei, un cittadino tunisino di 18 anni, “insofferente all’abbandono”.

Il 18enne sarebbe entrato nel fast-food con fare deciso, si è avvicinato alla coppia ed ha sferrato con violenza due colpi al volto della ex ragazza. Il fidanzato a quel punto è intervenuto a difesa ma l’aggressore ha estratto un grosso coltello a serramanico fronteggiandolo con fare minaccioso. Ne è nata una colluttazione che si è fortunatamente conclusa senza feriti grazie all’intervento di alcuni amici dell’aggressore.
Il diciottenne poi si è allora dato alla fuga e si è sbarazzato dell’arma gettandola nel Lago di Varese. Immediatamente, però, le Volanti si sono messe alla ricerca e sono riuscite a rintracciarlo ottenendo una piena ammissione di responsabilità.
Al termine degli accertamenti, il giovane è stato deferito in stato di libertà per i reati di ingiuria, minaccia e porto abusivo di oggetti atti ad offendere. Tutti e tre i giovani protagonisti della vicenda sono di origini straniere, residenti a Varese e incensurati.

http://www3.varesenews.it/varese/aggressione-al-mcdonald-s-e-un-18enne-sfodera-anche-il-coltello-255195.html

Roma: Ghanese si masturba davanti ai bambini

Riccardi si complimenta con il 'migrante'

E’ stato arrestato dagli agenti del Reparto Volanti il cittadino ghanese di 43 anni che ieri sera, poco prima della mezzanotte, e’ stato sorpreso in un fast food di via Trionfale mentre, seduto ad un tavolo, era intento a compiere atti osceni.
Sono state infatti le segnalazioni di alcuni clienti del locale, tra cui erano presenti molte mamme con i loro bambini, ad avvisare il 113.
Dopo pochi minuti sono intervenuti gli agenti delle Volanti, che hanno individuato A.T.B. che, seduto ad un tavolo e con un cappuccio calato sul capo, incurante della presenza di numerosi bambini, stava compiendo atti osceni.
L’uomo e’ stato piu’ volte invitato dai poliziotti a ricomporsi ed a lasciare il locale. Ma si e’ rifiutato, non volendo fornire le proprie generalita’.
A questo punto i poliziotti lo hanno condotto a braccia all’esterno del fast food e nonostante la sua ”resistenza passiva” lo hanno caricato sull’auto di servizio.
Negli uffici del commissariato Ponte Milvio, al termine delle procedure di identificazione, A.T.B. e’ stato arrestato per il reato di corruzione di minorenne e resistenza a pubblico ufficiale.