Tag: corrispondenza

Perversioni “migranti”: egiziano si masturba su ragazza, pachistano palpeggia una mamma

Milano apr 2013 – Ennesimo “maniaco” pizzicato sulla metropolitana. E’ stato arrestato per violenza sessuale, infatti, un 34enne egiziano che mercoledì pomeriggio ha molestato una ragazza di 19 anni in metrò. A notare l’atteggiamento dell’uomo ed intervenire, a Cadorna, attorno alle 16.45, sono stati gli agenti della Polmetro. L’arrestato si era avvicinato alle giovane vittima all’interno di un convoglio della linea rossa, palpeggiandola e iniziando a masturbarsi vicino alla sua schiena.

Legnano apr 2013 – I carabinieri della stazione di Cerro Maggiore, nel Milanese, hanno arrestato un pachistano nullafacente 40enne per il reato di violenza sessuale. Durante il mercato settimanale infatti, l’uomo si è avvicinato a una signora del posto, una 44enne che si trovava a far la spesa in compagnia del figlio di 3 anni, e ha iniziato a palpeggiarla in corrispondenza dei glutei. La donna ha reagito urlando attirando così l’attenzione dei passanti che hanno subito chiamato il 112. Una pattuglia di carabinieri si trovava proprio al mercato per effettuare un servizio di controllo e ha subito individuato e bloccato l’uomo.

http://www.milanotoday.it/cronaca/maniaco-masturbarsi-metro-rossa.html

http://legnano.milanotoday.it/cerro-maggiore/maniaco-palpeggia-mercato-cerro-maggiore.html

Cassarate: accoltellamento tra immigrati

CASSARATE – Uno straniero di circa 35 anni, sembrerebbe di origini albanesi, è stato arrestato per un’aggressione compiuta nella notte tra venerdì e sabato ai danni di un giovane di origini balcaniche, I fatti sono avvenuti nei pressi della stazione di servizio “Shell-Piccadilly” a Lugano-Cassarate.
La vittima è stata colpita con un coltello al fianco e al volto. Come riporta il giornaledelticino “la polizia cantonale ha transennato un’ampia area in corrispondenza del luogo dell’accoltellamento e, nel corso della notte, hanno raccolto varie testimonianze.”

http://www.mattinonline.ch/arrestato-straniero-35enne-per-laccoltellamento-di-cassarate/

Sconto di pena allo stupratore di Chiavari

Chiavari Sabastian Taky è in grado di intendere e di volere. E lo era anche la sera del 18 agosto 2011, quando sul lungo Entella, sponda lavagnese, tentò di violentare una donna di Carasco che pedalava sulla sua bici.

Gli stupratori sono bestie

È un anticipo di sentenza, la perizia letta in aula dallo specialista Maurizio Balestrino: Taky, ghanese di 24 anni da poco sbarcato in Italia quando si rese protagonista del tentato stupro, è stato condannato dal gup Fabrizio Garofalo a quattro anni di carcere. Col rito abbreviato, e dunque con uno sconto di pena.

Il via libera lo ha dato proprio la consulenza: lo smodato desiderio sessuale riscontrato nell’imputato non ha corrispondenza con l’incapacità cavalcata dalla difesa del giovane, intenzionata a chiedere grazie alla semi infermità mentale un ulteriore sconto.

L’esito dell’analisi ha però fornito un indirizzo preciso alla vicenda processuale, e il giudice ha agito con pugno di ferro: mandando in carcere il giovane africano pur con un anno in meno rispetto alla richiesta del pubblico ministero Giuseppe Longo.

http://www.ilsecoloxix.it/p/levante/2013/01/16/API9FwUE-entella_stupro_lungo.shtml

A noi pare un “guanto di velluto”.  Eterna vergogna sull’avvocato difensore: da quando in qua “lo smodato desiderio sessuale riscontrato nell’imputato” è una scusante allo stupro? Seguendo questo ragionamento lo “smodato desiderio di uccidere” condurrebbe all’assoluzione.

Se veramente l’immigrato aveva uno “smodato desiderio”, questo ne definisce ancor di più la pericolosità sociale: carcere e poi a casa. Sua.

Se volessimo affrontare l’argomento scientificamente, dovremmo ammettere che i sub-sahariani (una volta definiti “negri”) sono biologicamente differenti da noi. E’ il comprovato eccesso di “testosterone” a renderli “bombe a orologeria” nelle nostre città. Ma questi ragionamenti sono “anatema” nel paese dei balocchi moderno, le vittime si arrangino.