Tag: conduce

Salerno: sgozzata e data alle fiamme, arrestato immigrato

Salerno 26 giugno 2013 – Un giovane ucraino di 27 anni, Dmytro Zastavnetskyi, è stato arrestato dai carabinieri. L’uomo ha ucciso Olena Tonkoshkurova, 50 anni, anche lei ucraina, trovata morta dai vigili del fuoco nella sua abitazione a Polla, in provincia di Salerno. La donna era nel suo letto, nuda, dove era stata uccisa con un profondo taglio alla gola. Dopo il delitto, la sua casa è stata data alle fiamme.

All’origine del delitto ci sono motivi di gelosia. La donna viveva da anni a Polla, dove faceva la massaggiatrice. E’ stata uccisa dopo una lite nata al termine di un rapporto sessuale. Il corpo di Olena, che viveva da sola, è stato ritrovato nella sua casa in via Porta del Bagno, stradina che conduce nel centro storico di Polla.  L’incendio è divampato intorno alle 3,30 della notte scorsa per cause in corso di accertamento; le fiamme hanno interessato l’appartamento, che si trova in una palazzina a due piani.

http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/campania/articoli/1102379/giallo-a-salerno-cadavere-di-donna-in-casa.shtml

Comunali Roma, Medici: ”Chiudere campi rom e bus gratuiti” – La Repubblica

Comunali Roma, Medici: ''Chiudere campi rom e bus gratuiti''
La Repubblica
Comunali Roma, Medici: ''Chiudere campi rom e bus gratuiti''. Queste le "provocazioni" del candidato a sindaco di Roma Sandro Medici, ex direttore del Manifesto, in corsa con la Lista Repubblica Romana. In studio Mauro Favale. Conduce Silvia Garroni

altro »

Immigrato ubriaco e pregiudicato manda padre e bimba di 8 anni all’ospedale

Genova – Un padre di 55 anni e la figlia di 8 sono ricoverati in ospedale, il primo con una prognosi di sessanta giorni. È questo il bilancio di un incidente stradale avvenuto sabato 16 febbraio 2013 intorno alle ore 22 sulla rampa di accesso che conduce al casello di Genova Est.

Giuseppe e Martina stavano viaggiando a bordo della loro Volvo verso l’ingresso dell’autostrada. Contemporaneamente Halmut Megerga, 44 anni, ha appena passato il casello e si sta dirigendo verso via Bobbio. L’uomo è alla guida completamenteubriaco e procede a zig zag.

Il suv della Toyota su cui viaggia urta una Alfa Romeo Giulietta, che precede l’auto con a bordo Giuseppe e la figlia, poi prende la Volvo in pieno. Nell’incidente il papà di Martina riporta la frattura di entrambe le gambe e viene trasportato d’urgenza all’ospedale San Martino. I medici valutano le sue ferite guaribili in sessanta giorni.

Martina è ricoverata al Gaslini in osservazione. Secondo quanto riferiscono i medici non sarebbe in pericolo di vita. Anche il guidatore dell’auto pirata è stato portato in ospedale per precauzione, ma le sue condizioni sono buone. Risultato positivo all’alcol test, Megerga è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza e lesioni gravi, insieme al ritiro immediato della patente.

Sequestrata anche l’auto che ha causato l’incidente. A carico dell’uomo è risultata anche una condanna definitiva per alcuni reati commessi in passato in città.

http://www.genovatoday.it/cronaca/incidente-stradale/genova-est-16-febbraio.html

 

Firenze: aggredita e presa a pugni alla stazione, salvata da ragazzi

Si trovava su una scala mobile che conduce alla stazione ferroviaria di Santa Maria Novella, a Firenze, quando un uomo l’ha aggredita alle spalle colpendola con pugni alla testa.

E’ accaduto ieri alle 14,30 a una donna di 34 anni residente a Vicchio. E’ stata soccorsa da alcuni passanti, che dopo aver messo in fuga l’aggressore, un romeno di 34 anni,lo hanno inseguito indicandolo alla polizia, che lo ha bloccato e denunciato.

La donna ha riportato due giorni di prognosi per un lieve trauma cranico. Secondo quanto emerso, l’uomo, sconosciuto alla trentaquattrenne, non ha fornito una spiegazione del gesto. La donna si trovava sulla scala mobile che da un sottopasso conduce alla stazione ferroviaria, quando lui l’ha immobilizzata afferrandola per la giacca e ha iniziato a picchiarla.

Quando alcuni diciottenni che hanno assistito alla scena sono intervenuti, è scappato nel sottopasso, ma alcuni di loro lo hanno inseguito e hanno avvisato il 113 indicando la sua posizione. Gli agenti lo hanno bloccato in piazza Santa Maria Novella. Il romeno, già noto alle forze dell’ordine, dovrà rispondere dell’accusa di lesioni personali.

http://www.gonews.it/articolo_172820_Aggredita-una-donna-Santa-Maria-Novella-Denunciato-un-romeno.html

Già noto alle forze dell’ordine, quante volte lo abbiamo letto? E non ostante abbia aggredito una donna con violenza – cosa sarebbe accaduto se non fosse stata soccorsa? – viene solo denunciato.
Vogliono che prima spinga qualcuno sotto un treno?

Nuove discariche zingare alle spalle del campo nomadi abusivo dello Scalo – Torino


TorinoToday

Nuova discariche alle spalle del campo nomadi abusivo dello Scalo
TorinoToday
La stradina che conduce allo Scalo Vanchiglia e al campo nomadi abusivo è da giorni terra di nessuno. Nel gigantesco immondezzaio si può trovare di tutto e di più. Dai mobili ai sacchi neri passando per avanzi di cibo, lattine, pneumatici e persino