Tag: Cittadinanza

Bologna: afghano picchia la moglie sedicenne e la tiene chiusa in casa

Cittadinanza ai figli degli immigrati

Cittadinanza ai figli degli immigrati

Bologna, 2 settembre 2013 –¬†Picchiata, segregata in casa¬†e costretta a¬†bere un bicchiere di detersivo per i piatti¬†dall’uomo che circa un anno fa aveva sposato. L’incubo di una¬†ragazza di circa 16 anni¬†e di origine afghana, nato dalle¬†nozze combinate¬†con l’uomo dalla famiglia di lei, √® finito grazie all’intervento di un¬†ufficiale dei carabinieri, libero dal servizio, che in viale Pietramellara, all’altezza di via Amendola, ha notato l’uomo percuotere violentemente una ragazza. Lo ha bloccato e l’intervento successivo dei colleghi dell’Arma ha fatto scattare le manette. L’uomo¬†ha 37 anni, anche lui √® di¬†nazionalit√† afghana. E’ accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.

La ragazza √® stata medicata al Sant’Orsola, la prognosi √® di quattro giorni per¬†contusioni multiple da percosse. Ai carabinieri, ha detto di essere sposata da circa un anno e mezzo con il 37enne. Il marito le aveva procurato un¬†passaporto¬†che, nonostante contenesse la foto della 16enne, conteneva le generalit√† di una donna afghana nata nel 1981. La minorenne, una volta arrivata in Italia, sarebbe stata¬†obbligata a usare quel documento, senza svelare ad alcuno la sua vera identit√†.

La ragazza ha raccontato di essere stata pi√Ļ volte¬†aggredita¬†dall’uomo che l’avrebbe percossa con calci e pugni perch√©, a suo dire, lei non lo amava e soprattutto perch√©¬†non voleva stare segregata in casa. Un dettaglio, quest’ultimo, origine di una violenza subita dalla 16enne¬†una settimana fa, quando nel tentativo di uscire di casa, l’uomo l’avrebbe afferrata obbligandola a bere del detersivo per i piatti e causandole vomito e un forte disagio psicologico.

Temendo per la propria incolumit√† e sperando in una vita migliore, la ragazza, sola in casa, ha trovato un¬†mazzo di chiavi di riserva,¬†ha aperto il portone d’ingresso che l’uomo aveva chiuso dall’esterno ed √® fuggita verso la¬†stazione ferroviaria, da¬†dove sarebbe dovuta partire in direzione Nord Europa per raggiungere una zia. Ma non ce l’ha fatta: lui,¬†accortosi della fuga, le ha telefonato e dai rumori di sottofondo ha capito che la ragazza si trovava vicino ai binari. Furioso per l’affronto subito, si √® precipitato alla stazione, ha aggredito la ragazza¬†strappandole il biglietto di viaggio¬†e sequestrandole la borsa. In viale Pietramellara, l’ufficiale dell’Arma che stava tornando a casa l’ha salvata. In sede di rito direttissimo, il 37enne ha patteggiato¬†un anno di reclusione.

 

Brescia: baby-gangs di ‘nuovi italiani’ scatenate

Brescia 15 agosto 2013 РAltro episodio di taccheggio negli spazi del centro commerciale Freccia Rossa: quattro ragazzi, tutti stranieri e con precedenti di polizia (tranne uno) si sono resi protagonisti di un furto nel corso della mattinata di ieri. Il gruppetto è stato infatti notato da una commessa mentre si impossessava di una maglia, dopo aver rimosso il dispositivo d’allarme. Seguiti da due addetti alla vigilanza, i quattro si sono allora disfatti della refurtiva. Non contenti hanno poi aggredito i vigilantes, colpendoli con calci e pugni anche al volto. In pochi minuti sul posto sono arrivati gli agenti della Polizia: dopo una breve colluttazione, i quattro ragazzi sono stati bloccati e portati in Questura.

http://www.bresciatoday.it/cronaca/baby-gang-freccia-rossa.html

 
Cittadinanza ai figli degli immigrati

Cittadinanza ai figli degli immigrati

Rossetti alla Lega: "Bando antichi mestieri, macch√® quote per rom…" – Primocanale


Il Vostro Giornale

Rossetti alla Lega: "Bando antichi mestieri, macch√® quote per rom…"
Primocanale
''Secondo l'Europa che finanzia questo bando Рspiega Rossetti Рattraverso gli antichi mestieri puo' essere dato diritto di cittadinanza ai rom e agli zingari e la giunta regionale è convinta che la linea dell'integrazione perseguita dalla Ue sia
Bando sugli antichi mestieri, Bruzozne (Lega): “No ai privilegi per Città di Genova
Privilegi a rom e sinti, Bruzzone replica a Rossetti: ‚Äú√ą la Regione a Il Vostro Giornale
LIGURIA: ROSSETTI A BRUZZONE, BANDO FORTEMENTE AgenParl – Agenzia Parlamentare

tutte le notizie (3) »

“Siamo immigrati, non ci serve biglietto, comandiamo noi”: e aggrediscono capotreno e carabiniere

Sul treno senza biglietto: aggrediscono capotreno e un Carabiniere: 21enne in manette

Fidenza. E‚Äô finita con un arresto ed un minorenne denunciato la bravata di tre ragazzi che ieri pomeriggio hanno provato a mettere in difficolt√† il capotreno del convoglio diretto a Napoli che li aveva trovati senza biglietto e si era sentito opporre un netto rifiuto alla richiesta di scendere dal treno. Per fortuna dello scrupoloso ferroviere, un altrettanto scrupoloso Carabiniere in abiti civili ‚Äď in forza al Nucleo Radiomobile dei Carabinieri di Fiorenzuola D‚ÄôArda – si trovava sul treno per accompagnare i suoi genitori.

Cittadinanza ai figli degli immigrati

Cittadinanza ai figli degli immigrati

Sentite le urla provenire dalla carrozza vicina alla sua il Carabiniere
militare della Brigata Granatieri di Sardegna si è avvicinato per capire cosa stesse succedendo ed ha visto il controllore attorniato da tre ragazzi, due dei quali prepotentemente tentavano di imporsi verbalmente sul capotreno. Il militare si è qualificato ed ha intimato ai tre di obbedire all’invito del ferroviere.

Per tutta risposta il Carabiniere è stato aggredito da due dei tre ragazzi ed è stato costretto ad una colluttazione: i due giovani sono riusciti a fuggire ma sono stati bloccati, anche grazie a un agente della locale Polizia ferroviaria, dentro al sottopassaggio. I carabinieri Nucleo Radiomobile hanno identificato i due ragazzi: B. S., originario del Burkina Faso, 21 anni a Valgreghentino, con precedenti penali per reati in materia di stupefacenti; e un diciassettene marocchino residente a Scandiano, studente, incensurato.

I due ragazzi sono stati tratti denunciati: in stato di arresto il primo, a piede libero il secondo. I reati contestati sono per entrambi resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali dolose, dato che il militare nella colluttazione ha riportato lievi contusioni con una prognosi di 7 giorni. Il 21enne B.S. ha trascorso la notte in cella in caserma e nella tarda mattinata di oggi √® stato portato davanti al Giudice di Parma per il processo per direttissima. E’ stato condannato a 2 anni e 6 mesi con pena sospesa. ‚Äú

http://www.parmatoday.it/cronaca/treno-aggressione-carabiniere-arresto.html

Precedenti penali e gi√† scarcerato. Intanto, si indaga su ‘Dino dammi un crodino’.

Roma: arrestata banda specializzata in furti con scasso – euronews


euronews

Roma: arrestata banda specializzata in furti con scasso
euronews
Gli arrestati, in gran parte di cittadinanza georgiana, riuscivano a forzare le serrature senza lasciar tracce. Gli arresti fanno seguito ai Dall'inizio dell'operazione, fatta anche con una serie di appostamenti, sono 54 gli arresti in flagranza

altro »

Asti. Pregiudicato albanese arrestato per estorsione. Vittima un … – AT news


AT news

Asti. Pregiudicato albanese arrestato per estorsione. Vittima un
AT news
Nella circostanza invita la cittadinanza alla collaborazione con l'Arma dei Carabinieri e ad avere fiducia nelle Istituzioni, infatti l'arresto in argomento ne è la riprova che quando si chiede aiuto i carabinieri sono presenti con professionalità ed

altro »

IMMIGRATI: CALDEROLI, IN VATICANO IN VIGORE ARRESTO E … – AgenParl – Agenzia Parlamentare


Giornalettismo

IMMIGRATI: CALDEROLI, IN VATICANO IN VIGORE ARRESTO E
AgenParl – Agenzia Parlamentare
(AGENPARL) РRoma, 09 lug Р"E' curiosa la dissonanza tra la legislazione dello Stato vaticano sull'immigrazione rispetto alle dichiarazioni rese ieri. La legge III del 1999 sulla cittadinanza recita all'articolo 21: "coloro che si trovano nella città
‚ÄúIl Papa ama gli immigrati ma dal Vaticano li caccia‚ÄĚGiornalettismo
Papa a Lampedusa: Lega scatenata, "ma in Vaticano li respingono"AGI – Agenzia Giornalistica Italia
Papa: Calderoli, in Vaticano c'e' l'arresto per chi non ha permessoArezzoWeb.it

tutte le notizie (3) »

Feccia migrante: osa rimproverarli, pestato da ragazzini

Cittadinanza ai figli degli immigrati

Cittadinanza ai figli degli immigrati

PREGANZIOL ‚Äď Richiamati perch√© i ragazzi facevano chiasso. E al termine della giornata in piscina viene preso a calci e pugni.
√ą finito in ospedale un 49enne di Preganziol preso a botte da dei ragazzi kossovari nel tardo pomeriggio di domenica in via Pertini a Preganziol.¬†
Il pestaggio dunque a causa di un rimbrotto di M.B. nei confronti dei giovani, che tenevano la musica dei loro apparecchi a volume alto nella piscina di Preganziol, impendendo all’uomo il sospirato relax.
 
Per il 49enne varie ecchimosi: sull’episodio indagano i carabinieri. E non sarebbe la prima volta, visto che vi sono state di recente diverse segnalazioni di danneggiamenti.

http://www.oggitreviso.it/pestato-alle-piscine-64301#.Udp2ZVpG0YA.facebook

LANCIANO: DROGA IN AUTO CITTADINO ALBANESE IN ARRESTO – Abruzzoweb.it


abruzzo24ore.tv

LANCIANO: DROGA IN AUTO CITTADINO ALBANESE IN ARRESTO
Abruzzoweb.it
LANCIANO РUn 23enne di cittadinanza albanese è stato arrestato la scorsa notte a Lanciano (Chieti) per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane, che stava transitando a bordo di una Volkswagen Polo nel centro cittadino, è
TRADITO DAL FORTE ODORE DI MARIJUANA . ALBANESE PrimaDaNoi.it
Lanciano, macchina con odore di marijuana tradisce 23enne abruzzo24ore.tv
Chieti: nasconde marijuana in auto, arrestatoLiberoQuotidiano.it
Chietitoday
tutte le notizie (6) »

Romeno ubriaco aggredisce passante

AOSTA, 29 GIUGNO 2013¬†–¬†√ą stato denunciato un uomo in stato di libert√† con l‚Äôaccusa di aggressione avvenuta lo scorso gioved√¨ pomeriggio ai giardini di via Ollietti ad Aosta. Gli agenti erano intervenuti per una lite tra due uomini ed hanno fermato il denunciato, D.N. 37enne, cittadinanza rumena e residente fuori Valle ma momentaneamente domiciliati nel capoluogo, mentre colpiva al volto un altro uomo dopo averlo immobilizzato completamente a terra. L‚Äôuomo, secondo una prima indagine, era sotto effetto di alcool.

L’uomo oltre alla denuncia per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale è stato accusato anche di porto abusivo di arma poiché trovato in possesso di un coltello durante i controlli.

http://www.infooggi.it/articolo/aosta-aggredisce-uomo-in-centro-denunciato/45168/