Tag: al bar

Sparatoria al bar, sequestrati 130 colpi – Il Giornale di Vicenza

Sparatoria al bar, sequestrati 130 colpi
Il Giornale di Vicenza
Poi l'immigrato di 25 anni ha sparato 2 colpi a terra. Un proiettile ha scheggiato il pavimento facendone schizzare un pezzo contro una mano di Cattelan. Il giorno dopo l'arresto, si delineano i dettagli di quanto avvenuto mercoledì al bar pizzeria “OK

altro »

Torino, assalto al bar con l’acido: arrestati sette marocchini – Quotidiano.net


BeFan (Blog)

Torino, assalto al bar con l'acido: arrestati sette marocchini
Quotidiano.net
Torino, 20 maggio 2013 – Sette persone di nazionalitĂ  marocchina sono state arrestate con l'accusa di far parte della banda che lo scorso 23 febbraio aggredì alcuni connazionali a colpi di coltello e con acido muriatico in un bar di Torino, in corso
Torino: arrestati 7 marocchini che aggredirono connazionali con l BeFan (Blog)
Assaltarono bar in corso Vercelli: arrestati sette marocchiniPerò Torino
Torino: ferirono connazionali con acido, arrestati 7 marocchiniLa Repubblica Torino.it
La Stampa –ANSA.it –Torino Oggi Notizie
tutte le notizie (7) »

«Mamma, esco un attimo»: non tornerà più, è l’integrazione

MILANO – Aveva detto alla madre: «Scendo al bar che ha appena aperto perchĂ© non riesco a dormire». Non tornerĂ  piĂą a casa.
Lui ha 40 anni, è uno dei tanti disoccupati dell’Italia di oggi, così matrigna con i suoi figli e così accogliente con i figli degli altri. Abita con la madre anziana e vedova. Uscito di casa trova Mada Kabobo, ghanese di 31 anni, clandestino e con precedenti penali lunghi un kilometro, magari soccorso a Lampedusa di dipendenti statali della guardia costiera. La sua vita finisce lì. Il protetto di Boldrini lo colpisce alla testa, più di una volta, per infierire quando lo vede svenuto al suolo.

Prima di lui, il “migrante” aveva già preso a picconate tre persone in altrettanti punti del quartiere Niguarda, zona nord di Milano.

«Un ragazzo tranquillo, silenzioso. Non aveva mai fatto del male al nessuno, era l’esatto contrario di un attaccabrighe». Poi ha incontrato il “migrante”.

Ma il ghanese cerca altri italiani da ammazzare. Così in via Monterotondo trova un ragazzo di 21 anni, appena rientrato in casa dopo una notte di lavoro in giro per rifornire edicole, che alla vista del piccone insanguinato tenta di fuggire ma viene a sua volta colpito alla testa, più di una volta. Con sempre più accanimento, fino a perdere materia cerebrale. Ora è in ospedale, le sue condizioni sono gravissime.

E’ l’integrazione.

http://voxnews.info/2013/05/11/mamma-esco-un-attimo-non-tornera-piu-e-lintegrazione/

Pugnali davanti al bar, arrestati romeni – ANSA.it


ANSA.it

Pugnali davanti al bar, arrestati romeni
ANSA.it
Pugnali davanti al bar, arrestati romeni (ANSA) – LANCIANO (CHIETI), 10 MAG – Aggrediscono con grandi pugnali due connazionali davanti a un bar di Lanciano, uno dei due, accoltellato al petto, finisce in prognosi all'ospedale di Chieti, l'altro rimane
Lanciano, accoltellano connazionale davanti al bar: è graveChietitoday

tutte le notizie (2) »

Tenta un furto, viene riconosciuto Preso al bar che frequenta di solito – L’Eco di Bergamo


L’Eco di Bergamo

Tenta un furto, viene riconosciuto Preso al bar che frequenta di solito
L’Eco di Bergamo
Ieri l'uomo, incensurato, è stato processato: l'arresto è stato convalidato senza misure cautelari, quindi l'algerino difeso dall'avvocato Marco Bresciani ha patteggiato otto mesi di reclusione, con il beneficio della sospensione condizionale della pena.

Marghera, aggressione in piazza Mercato immigrati "incastrati" da Facebook

 
Avevano preso a calci e pugni un 35enne di nazionalitĂ  tunisina. Prima all’interno del bar “San Marco” di Marghera, in zona piazza Mercato, poi, non contenti, avevano continuato la colluttazione anche all’esterno del locale. Il tutto a poche settimane dall’omicidio di un 33enne macedone, avvenuto a poche decine di metri di distanza.

A incatrare la coppia di violenti (un 17enne e un 22enne di origini albanesi) sono stati gli agenti del pronto intervento della polizia municipale, che per arrivare all’obiettivo hanno indagato a 360 gradi, sfruttando anche le potenzialitĂ  dei social network. E’ stato infatti grazie a Facebook che gli inquirenti sono riusciti a dare un volto agli aggressori, dopo aver visionato i filmati di videosorveglianza del bar, del Comune e di un vicino istituto bancario.

In alcuni fotogrammi è stato possibile isolare i volti dei due, che dopo la rissa sono scappati via facendo perdere le proprie tracce lasciando la propria vittima a terra priva di sensi. Un controllo sulla bacheca del piĂą giovane dei due ed ecco spuntare fuori foto che ritraevano entrambi. Insieme. Questi dati sono stati confrontati con l’identificazione dei presenti al bar dopo la rissa, operata da una pattuglia della polizia municipale e una della polizia provinciale: la coppia, infatti, convinta di non essere riconosciuta, è tornata quella sera stessa come nulla fosse a sedersi ai tavolini del bar, gestito da cinesi.

Il minore, residente nel Comune di Venezia, è stato identificato per primo. Il 22enne, invece, è stato rintracciato dopo un’indagine accurata sulle utenze cellulari: proveniente dalla Svizzera, si trovava in un appartamento di amici, a Marghera

 

Marghera, rissa fra stranieri al bar: tunisino ubriaco picchiato a sangue – Il Gazzettino

Marghera, rissa fra stranieri al bar: tunisino ubriaco picchiato a sangue
Il Gazzettino
VENEZIA – Calci, pugni, spintoni. Soprattutto per colpire alla testa l'uomo che appare il bersaglio del feroce pestaggio, gettato a terra e picchiato a sangue. Una rissa interetnica violenta e bestiale sullo sfondo di piazza Mercato, l'altra sera poco

Livorno: 19enne aggredita, si salva dallo stupro

Sono i "nuovi italiani" della Boldrini

Aggreditata alle spalle da uno sconosciuto dalla “carnagione scura, olivastra”.
Il drammatico episodio è avvenuto martedì sera a Quercianella. Vittima del tentato stupro, una studentessa di 19 anni.

“Non vogliamo che questi episodi rimangano nel silenzio. Se i cani della vicina di casa non avessero abbaiato e se la nostra vicina non fosse intervenuta chissĂ  cosa sarebbe successo”. Dice la zia della ragazza.
“Sono uscita di casa verso le 6 per andare al bar in paese e nell’attraversare la strada ho incrociato un giovane. Ricordo solo il suo abbigliamento: jeans e giubbotto nero. Alle 6 e mezza stavo rientrando a casa. Indossavo un semplice training. Avevo le cuffiette nelle orecchie quando ho visto una persona che mi seguiva. E’successo tutto in un attimo: ero vicina al cancello di casa quando quest’uomo mi ha aggredita da dietro mettendomi una mano tra le gambe. Terribile. Sono riuscita ad urlare. I cani della mia vicina hanno iniziato ad abbaiare, la mia vicina ha riconosciuto la mia voce. Il giovane è scappato”.
“Non ha detto una parola. PotrĂ  avere dai 25 ai 30 anni. Carnagione scura, olivastra. Non lo avevo mai visto. Di lui ricordo solo lo sguardo di sfida e beffardo. E’ stato davvero terribile”.

Sono i nuovi arrivati.

http://voxnews.info/2013/03/28/quercianella-tentato-stupro-su-19enne/

Incastrato dal caffè, latitante arrestato al bar del tribunale – La Nazione


La Nazione

Incastrato dal caffè, latitante arrestato al bar del tribunale
La Nazione
Ieri mattina a un latitante algerino di 47 anni, esperto in rapine e furti in auto, entrare al bar del Tribunale di Massa per un caffè è costato davvero caro. L'uomo era evaso dagli arresti domiciliari, che stava scontando nella sua casa della Spezia
Prende caffè al bar del tribunale Massa, arrestato latitanteLa Repubblica Firenze.it
Latitante entra al bar del tribunale, arrestatoIl Reporter
Caffè al bar del tribunale: latitante arrestatoLettera43
OggiNotizie –Julie News –Citta della Spezia
tutte le notizie (9) »

Arrestati due rumeni per furti al Bar Mantova a Bordighera e del Bar … – Riviera24.it


Riviera24.it

Arrestati due rumeni per furti al Bar Mantova a Bordighera e del Bar
Riviera24.it
Ieri sera i Carabinieri di Ventimiglia unitamente a quelli di Dolceacqua hanno arrestato Marius Cosmin Andrei, 27anni, pregiudicato, Traian Busecan, 28 anni e Viorel Florin Bisztriczki, 31enne pregiudicato, rumeni, nullafacenti, in Italia senza fissa
Dolceacqua: Carabinieri fermano tre romeni che rubavano nei Sanremonews
DOLCEACQUA PRESI I LADRI DEI VIDEOPOKERLiguria Notizie

tutte le notizie (3) »