Category: Torino

Rom si schianta su auto rubata e muore

https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2021/07/25/fugge-in-auto-da-polizia-si-schianta-e-muore_79f30874-315b-4418-bc05-40d279f65cba.html

Autista bus pestato da nigeriano senza biglietto

https://www.torinotoday.it/cronaca/aggressione-autista-bus-pinerolo-6-luglio-2021.html

L’autista di un bus di linea Gtt è stato malmenato e minacciato col collo di una bottiglia rotta da un passeggero che pretendeva di viaggiare senza biglietto nella tarda serata di ieri, martedì 6 luglio 2021, in corso Torino a Pinerolo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia cittadina, chiamati dallo stesso conducente. I militari sono stati aggrediti dall’uomo, un nigeriano di 40 anni che alla fine stato arrestato per resistenza. Nel frattempo, l’autista è andato a farsi refertare all’ospedale cittadino, dove gli sono state riscontrate contusioni alla faccia e al torace guaribili in una settimana.

NIGERIANO BRUCIA 30 AUTO A TORINO

https://www.torinotoday.it/cronaca/incendi-auto-centro-6-luglio-2021.html

Tenta di uccidere un uomo colpendolo con una pietra, 37enne romeno arrestato

Rischia di uccidere un uomo colpendolo con una pietra, 37enne romeno arrestato per lesioni aggravate ed evasione  TorinOggi.it

Africano spezza gamba a poliziotto

https://www.lastampa.it/torino/2021/06/07/news/rompe-la-gamba-al-poliziotto-che-lo-ammanetta-arrestato-31enne-1.40363625

Bloccato dalla polizia, ha cercato di trascinare nel fiume l’agente che lo ha ammanettato per impedirgli di scappare. Sarr Makhe, 31 anni, del Gabon, irregolare sul territorio nazionale è un volto noto al parco del Valentino. Alle spalle diverse denunce, l’ultima tre giorni fa, per furto, resistenza, spaccio di droga.

La sera scorsa, intorno alle 23.30, è stato bloccato dagli agenti delle volanti  in corso Galileo Galilei. Alla vista della pattuglia, nella zona per un servizio antidroga dopo numerose segnalazioni dei residenti, ha cercato di nascondersi dietro a un albero. Un uomo, che era con lui, si è dato alla fuga. Raggiunto dal poliziotto, Makhe ha tentato di scappare. Ha strattonato e spintonato l’agente, che, per bloccarlo, l’ha ammanettato: un anello stretto al polso dell’uomo, l’altro al suo. A quel punto il giovane, nel tentativo di recuperare le chiave e liberarsi dalle manette, ha trascinato il poliziotto sull’asfalto della pista ciclabile e poi giù in una scarpata verso il Po. Prendendolo a botte sulla schiena e sul volto, spingendolo contro gli alberi, afferrandogli il collo. L’agente è rotolato verso il fiume, perdendo la pistola e la radio per comunicare con i colleghi.

Soccorso dalle volanti, l’agente è stato trasportato al pronto soccorso del Cto. Ha riportato una frattura al perone, diverse contusioni alla mano e al polso destro. Dimesso con un’ingessatura alla gamba sinistra, ha una prognosi di 21 giorni. Makhe è stato arrestato. «Si è sfiorata la tragedia – commenta Eugenio Bravo del Siulp – Chi viene controllato o fermato non ha alcuna remora a reagire con violenza contro le forze dell’ordine. Serve una risposta legislativa, servono norme severe».

Trenta spacciatori picchiano militante Meloni

Gli spacciatori in certi quartieri di Torino sono sempre più impuniti e scatenati. A farne le spese una militante di Fratelli d’Italia. “Nel quartiere di Barriera organizzare presidi contro lo spaccio di droga sotto le insegne di Fratelli d’Italia può significare essere circondati e aggrediti da una banda di spacciatori immigrati: ecco la #Torino di Appendino e del Pd! Ma noi siamo al fianco di Verangela Marino insieme a tutti i militanti che non si arrendono ad abbandonare le strade negli artigli della mafia africana. Ora pretendiamo massima severità contro i due aggressori fermati dalle Forze dell’Ordine”. Lo scrive su Facebook l’assessore regionale Maurizio Marrone, denunciando l’aggressione.


Verangela Marino, da tempo è attiva nel denunciare i fenomeni di spaccio e degrado nel quartiere. Una trentina di immigrati africani, presumibilmente spacciatori, hanno aggredito l’attivista FdI di Torino con pugni e calci. Le hanno provocato lividi al volto e graffi profondi ed escoriazioni alle spalle e alle braccia. Il gruppo, ha prima tentato di estrarla dall’auto in cui era seduta e poi l’ha malmenata, colpendo anche l’uomo che era accanto a lei. Purtroppo, le forze dell’ordine hanno identificato e fermato solo due degli aggressori.

Gli spacciatori del quartiere Barriera di Torino restano impuniti


“Episodi di questo genere sono gravissimi e inaccettabili – commentano la parlamentare di Fratelli d’Italia Augusta Montaruli, l’assessore Maurizio Marrone, l’esponente di Fdi Enzo Liardo e il capogruppo in Circoscrizione 6 Valerio Lomanto – a Marino esprimiamo tutta la nostra solidarietà e ci auguriamo che altrettanto facciano tutte le forze politiche. In Barriera di Milano la situazione è ormai fuori controllo. Si registra la presenza costante e radicata di una criminalità pericolosa che vorrebbe gestire il territorio come una zona franca”.

LEGGI ANCHE

”Evidentemente – proseguono – a questi personaggi hanno dato fastidio le iniziative per la sicurezza e contro lo spaccio che Fdi da sempre porta avanti nel quartiere, e che negli ultimi mesi hanno visto organizzare decine di gazebo No Spaccio nelle zone più critiche. Siamo e saremo al fianco di Verangela Marino e di tutti i cittadini onesti che non vogliono arrendersi nel vedere i loro quartieri diventare dei cassonetti. In Barriera di Milano, come in tutta Torino, non faremo un passo indietro davanti alle violenze di criminali e spacciatori. L’episodio – concludono da Fdi – è avvenuto alla luce del sole e invitiamo chiunque a supportare le indagini”.

Pesta agenti e gli altri lo fanno fuggire

Si è intromesso durante un controllo su strada e ha colto l’occasione per aggredire alcuni agenti. È accaduto in via Bisalta angolo Via Bizzozero durante un servizio degli agenti del Comando Territoriale IX – Nizza Millefonti, Lingotto, Filadelfia – della Polizia Municipale finalizzato ai controlli sulla mobilità sostenibile.

Gli agenti avevano fermato e sanzionato un minorenne alla guida di un monopattino per avere trasportato un passeggero, un altro minorenne. Gli agenti, durante l’identificazione dei due ragazzi che, senza manifestare obiezioni o proteste, hanno immediatamente fornito i propri documenti, si sono trovati a dover fronteggiare gli insulti e l’aggressione di un altro giovane, arrivato sul posto in quel momento. La situazione venutasi a creare ha richiesto l’intervento di altri agenti che sono stati presi a calci e pugni dal giovane esagitato.

Aiutato da altri coetanei radunatisi intorno agli agenti e approfittando del momento di confusione, il giovane è riuscito a fuggire, ma è stato subito identificato e denunciato grazie al pronto intervento e ai controlli effettuati dagli uomini del ROS (Reparto Operativo Specialistico della Polizia Municipale).
 
Si tratta di un ragazzo di 17 anni di nazionalità rumena già noto alle Forze dell’Ordine per precedenti di rapina effettuata con violenza ai danni di un altro minorenne. Il giovane è stato deferito all’Autorità Giudiziaria competente (Tribunale per i Minori) per i reati di percosse, resistenza a Pubblico Ufficiale e rifiuto di dare le proprie generalità.
 
Sono in corso ulteriori indagini per identificare gli altri giovani del gruppo che hanno favorito la fuga del minorenne.
 

https://www.torinotoday.it/cronaca/17enne-aggredisce-agenti-polizia-locale.html

CINESE UCCIDE UN UOMO A COLTELLATE

Torino, rapina passeggero e ferma il treno

Sabato 15 maggio i carabinieri hanno arrestato un cittadino nigeriano di 24 anni per rapina e resistenza e violenza a pubblico ufficiale. L’uomo, che viaggiava a bordo di un treno partito da Fossano, nei pressi della Stazione Torino Stura ha minacciato con una pistola un passeggero facendosi consegnare 50 euro. Dopo avere prelevato il denaro ha costretto il capotreno e il macchinista a fermare il convoglio e ad aprire le porte per fuggire a piedi.

Il pronto intervento dei militari del Nucleo Radiomobile ha consentito di rintracciarlo nelle immediate vicinanze dello scalo ferroviario e di bloccarlo nonostante abbia tentato di opporsi al controllo.

L’arma, che si è rivelata essere una scacciacani, è stata recuperata così come il denaro che è stato restituito al legittimo proprietario. www.torinotoday.it

Rider prende a morsi carabiniere e terrorizza bimba

https://torino.repubblica.it/cronaca/2021/05/07/news/rider_ubriaco_aggredisce_i_colleghi_in_coda_al_fast_food_arrestato-299812326/

Rider molesto in servizio, entra nel McDonald’s di piazza Castello a Torino per ritirare la consegna ma dà in escandescenza, spintona i colleghi e fa piangere per lo spavento una bimba. Il giovane, pakistano di 22 anni, ha poi morso un poliziotto: è stato arrestato e dovrà rispondere di violenza privata e resistenza.

A chiamare rinforzi è stato un dipendente del fast food. Ha notato che il rider era “ubriaco, agitato e aggressivo”. Quando ha capito che il giovane non era in grado di procedere con la consegna ha chiamato la società di food delivery per chiedere di sostituirlo, e ha avvertito anche la polizia. Sono arrivati gli agenti del commissariato Centro, e hanno trovato il rider che minacciava i clienti.

Poco prima, secondo i racconti dei testimoni, il giovane in preda all’agitazione aveva spintonato i colleghi che erano in attesa. Non contento, ha spaventato una bimba che era lì con i genitori ed è scoppiata a piangere. Poi ha preso a calci e pugni la porta del McDonald’s che i dipendenti avevano chiuso barricandosi dentro per paura di essere aggrediti.


 
Il rider ha provato a spintonare i poliziotti per opporsi al controllo e ha morso la mano a un agente dopo essere stato portato in commissariato. Per lui sono scattate le manette.