Category: Parma

Droga lanciata dal 4° piano e mazzette da 500euro tra i calzini stesi … – Il Mattino di Parma


Il Mattino di Parma

Droga lanciata dal 4° piano e mazzette da 500euro tra i calzini stesi
Il Mattino di Parma
Droga lanciata dal 4° piano e mazzette da 500euro tra i calzini stesi: 3 arresti E' scattato allora il maldestro tentativo di tre pusher nigeriani, finiti in manette venerdì pomeriggio, di sbarazzarsi delle 'merce': oltre un chilo di marijuana

Picchia la moglie, e poi cerca di buttarsi dal balcone

Picchia la moglie. Poi cerca di buttarsi dal balcone: in manette
ParmaToday
Nella notte appena i Carabinieri di Parma sono intervenuti presso un’abitazione in seguito alla chiamata di alcuni vicini di casa di una famiglia marocchina. Secondo la ricostruzione fatta dai militari l’uomo, un operaio 35enne, con alle spalle alcuni

Consegnavano la droga in bicicletta: in manette un nigeriano


ParmaToday
Consegnavano la droga in bicicletta: in manette un nigeriano e un
ParmaToday
E.O. è stato arrestato il 18 febbraio scorso, risulta indagato in stato di libertà anche un altro cittadino nigeriano, E.D., 32 anni, incensurato e disoccupato. Annuncio promozionale. Il 24 febbraio scorso gli agenti della sezione Antirapine hanno
IN ZONA VIALE PIACENZA E OLTRETORRENTEIl Mattino di Parmatutte le notizie (2) »

Pestato a fermata bus da banda multietnica: aveva ‘parlato’ a ragazza nordafricano

PARMA – Picchiato dal branco a 15 anni, e il padre fa un appello affinché qualcuno intervenga, prima che la situazione degeneri. E’ successo a Parma. «Quanto accaduto a mio figlio non è una novità per Parma, ogni settimana succede qualcosa del genere e non se ne può più, ormai si tratta di un problema sociale su cui il sindaco deve intervenire perchè non si può solo pensare al cemento, e bisogna farlo subito altrimenti qui ci scappa il morto», le parole del padre del ragazzo che sabato scorso a Parma è stato violentemente picchiato, con calci e pugni, da un branco di 5 bulli, alla fermata dell’autobus tra via Gramsci e via Osacca, intorno alle 16 del pomeriggio. Il minore, ora in ospedale con una prognosi di 30 giorni per la varie lesioni e fratture riportate, tra cui una alla fronte, è stato letteralmente attirato in una trappola. Tutto è nato con un sms che il 15enne ha ricevuto intorno alle 14.30 dello stesso giorno sul suo cellulare. A inviarlo un coetaneo tunisino che gli chiedeva di presentarsi alla fermata del bus «da solo, per chiarire» una vicenda. La vicenda in questione sarebbe il saluto e le poche parole scambiate sul bus tra la vittima dell’agguato e la fidanzatina del nord-africano. Da qui sarebbe, dunque, partito il movente del pestaggio punitivo.

Immediata quindi la chiamata al 118 e ai Carabinieri che avrebbero già individuato i responsabili, anche grazie a Facebook. Secondo alcuni testimoni, oltre ai 5, altri giovanissimi avrebbero assistito alla scena senza intervenire, ma facendo ‘muro’ per coprire l’accaduto. Tutti dettagli che saranno chiariti dagli investigatori dell’Arma. «Questa volta si è riusciti a contenere i danni perchè per mio figlio poteva anche finire peggio – aggiunge il padre – ma bisogna assolutamente intervenire su questi ragazzi perchè non pensino che il mondo sia fatto di scazzottate e perchè tutto ciò non si deve più ripetere».

http://www.leggo.it/NEWS/ITALIA/parma_picchiato_bulli_branco/notizie/524598.shtml

Violenze contro la moglie-cugina: arrestato marocchino

Violenze e stalking contro la moglie-cugina 30enne: arrestato un
ParmaToday
Violenze e stalking contro la moglie-cugina 30enne: arrestato un 42enne marocchino. Un 42enne marocchino F.A. è stato arrestato dalla Squadra Mobile per stalking: molestava e picchiava la moglie 30enne che era anche sua cugina. L’ha cercata sul posto 

 

Festeggiano Capodanno sparando in mezzo alla folla, denunciati filippini

Parma 2 gennaio 2014 – I militari della Compagnia di Parma il 1 gennaio 2014, durante i festeggiamenti del fine/inizio anno, hanno denunciato in stato di libertà per porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere tre cittadini delle Filippine che in mezzo alla folla presente nel centro storico di Parma sparavano con due pistole “scacciacani” passandosele tra di loroLe armi, completamente simili a quelle comuni da sparo per foggia e struttura (a meno, per una di esse, del tappo rosso), sono state trovate in mano ai tre dai militari della Stazione di Parma in servizio durante il passaggio al nuovo anno proprio per prevenire i pericoli derivanti dal maneggio improprio di fuochi d’artificio ed i reati commessi contestualmente ai festeggiamenti. Le persone denunciate, di età compresa tra i 38 ed i 18 anni, sono stati quindi condotti in Caserma per eseguire le attività di rito e poi rilasciati più tardi. Le armi sono state sequestrate.

http://www.parmatoday.it/cronaca/capodanno-pistole-scacciacani-denunce-filippine.html

 

Picchia la moglie e la figlia arrestato 39enne – La Repubblica


La Repubblica
Picchia la moglie e la figlia arrestato 39enne

Picchia la moglie e la figlia arrestato 39enne E’ stato arrestato dopo una violenta lite in famiglia un 39enne colombiano che, rientrato a casa all’alba ubriaco, ha picchiato la moglie e la figlia 19enne. E’ la mattina del 28 dicembre quando al 113

Fuga contromano in tangenziale mirando alle auto

Fuga contromano in tangenziale
La Repubblica Parma.it
Fuga contromano in tangenziale Tentano di causare scontri, un arresto Una folle corsa per sfuggire alla polizia, come in Uno dei due, un moldavo di circa trent’anni, è stato intercettato dagli uomini della polizia. Per lui sono scattate le manette

 

Spacciava cocaina al Barilla Center, arrestato albanese


ParmaToday
Spacciava cocaina al Barilla Center, arrestato un 36enne albanese
PARMA – E’ finito in carcere con l’accusa di detenzione e spaccio di droga il trentaseienne Mikel Hotova, residente in un appartamento di borgo Regale. L’uomo è stato individuato dalla squadra mobile di Parma come lo spacciatore principale del Barilla Center. Nella piazza dello spazio commerciale, Hotova riforniva di cocaina molti acquirenti, spesso giovani o giovanissimi, tutti però molto facoltosi. Hotova infatti è stato trovato con 100 grammi di cocaina di alto livello, dal valore ingente ma spacciata senza essere tagliata, segnale che il mercato a cui lo spacciatore si rivolgeva era di alto livello. Nel suo appartamento Hotova teneva la droga e gli strumenti per suddividere le dosi. L’uomo, originario dell’Albania, era considerato dalle forze dell’ordine il principale spacciatore dello spazio fra via Emilia est e parco ex-Eridania. Si tratta di una “terra” di spaccio molto importante per la delinquenza parmigiana, dove convivono molte tipologie di delinquenti differenti. E’ di un anno fa infatti la faida fra spacciatori che portò alla morte di un uomo dietro al complesso dell’auditorium Paganini

arrestato pusher del Barilla CenterLa Repubblica Parma.it
Cocaina al Barilla Center, arrestato pusherParmaonlinetutte le notizie (5) »

Albanese insegue donna con un grosso coltello

Traversetolo, insegue la moglie con un grosso coltello: arrestato
ParmaToday
Nel tardo pomeriggio del 2 dicembre alcuni vicini assistono ad una scena drammatica: un uomo, un 36enne albanese sta rincorrendo la moglie, una giovane di 31 anni, con un coltello da cucina alla presenza anche dei figli minorenni della coppia.
insegue la moglie con un coltello: arrestatoGazzetta di Parma
Inseguiva la moglie con un coltello bloccato e arrestato dai carabinieriLa Repubblica
Picchia la moglie e la insegue con un coltello: arrestatoParmaonline

tutte le notizie (4) »