Category: Messina

Vigilante aggredito da un extracomunitario agli imbarchi a Messina

 

    1. Addetto della Caronte&Tourist aggredito da extracomunitario, la …  Messina Oggi (Comunicati Stampa) (Blog)

Full coverage

Uomo ucciso a bastonate a Messina, arrestato un senzatetto romeno


Giornale di Sicilia

Clochard ucciso a bastonate a Messina, arrestato un senzatetto …
Giornale di Sicilia
MESSINA . I carabinieri hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del romeno senzatetto Sorin Curduban, 48 anni, accusato di …

altro »

Marocchino semina il panico al grido “Allahu Akbar”

Prima ha rubato l’auto al cognato a San Filippo del Mela, poi si è diretto nella centralissima Marina Garibaldi, seminando per diverse ore il panico tra i presenti correndo come un pazzo e gridando in continuazione Allahu akbar. In manette un 23enne marocchino, del quale al momento si conosce solo il nome, Mostapha.
Alla vista di una pattuglia dei carabinieri del Comando di Milazzo, che stavano eÙettuando un normale servizio di controllo del territorio, il giovane ha cercato di tamponarli, inveendo in maniera violenta contro i militari nel fuggi, fuggi generali di chi ha assistito alla scena. Una volta immobilizzato il 23enne, che non avrebbe il permesso di soggiorno, è stato condotto in caserma.

http://sicilians.it/118418-milazzo-semina-il-terrore-in-centro-gridando-allah-akbar-arrestato-marocchino-23enne

Messina, botte da orbi fra nigeriani: la Polizia ferma i protagonisti


Stretto web (Comunicati Stampa)

Messina, botte da orbi fra nigeriani: la Polizia ferma i protagonisti
Stretto web (Comunicati Stampa)
rissa-giovani- All'arrivo dei poliziotti, nella serata di ieri nei pressi del Policlinico, uno dei due perdeva copiosamente sangue da una ferita al capo. L'altro, con una frattura alla clavicola, provava ad allontanarsi venendo velocemente raggiunto e

altro »

Non si lascia stuprare: questi profughi la massacrano a calci e pugni

BARCELLONA POZZO DI GOTTO (MESSINA), 7 OTT – Due gambiani di 18 anni sono stati fermati dalla polizia per aver tentato di violentare una donna nel centro del sistema di protezione per richiedenti asilo (Sprar), la ragazza di 21 anni si è ribellata ed è stata presa a calci e pugni.

stupro-sprar

A tentare lo stupro sarebbero stati due giovani ospiti del centro di Barcellona PdG (Me), Lamin Janko e Bakary Camara. I reati contestati sono violenza sessuale e privata, lesioni personali. ANSA

http://www.ansa.it/sicilia/notizie/2015/10/07/tentano-stupro-in-centro-sprararrestati_45856913-8451-4c09-afc7-d8759ea3cc77.html

Tentano un furto in un negozio: tre romeni arrestati


Live Sicilia
Tentano un furto in un negozio Tre romeni arrestati a Messina
Live Sicilia
MESSINA – È andata male ieri sera a tre ladri sorpresi dalla polizia di Messina mentre cercavano di introdursi all’interno di un negozio di telefonia. Dopo un tentativo di fuga e una breve colluttazione, gli agenti hanno tratto in arresto tre cittadini
Home Cronaca Tentano di scassinare la finestra di un negozio di Messina Ora (Blog)tutte le notizie (7) »

Arrestato altro profugo del CARA Mineo: schiaffeggia una donna

Ieri mattina gli agenti delle Volanti hanno tratto in arresto il cittadino nigeriano Felix Owere, 20 anni, attualmente ospite del C.A.R.A. di Mineo giacché richiedente asilo politico, con l’accusa di rapina e lesioni personali. L’uomo, insieme ad altri due connazionali, si era posizionato al semaforo tra il viale Boccetta ed il Viale Regina Margherita chiedendo l’elemosina alle macchine in fila. Infastidito dalla presenza di una giovane rumena che, poco distante da lui, stava anche lei chiedendo soldi agli automobilisti in transito, si è avvicinato a lei intimandole di andarsene. Al rifiuto della donna il giovane le ha dato un ceffone in pieno volto ed ha tentato di strapparle la borsa che la giovane portava a tracollo. Impaurita la donna è scappata trovando rifugio all’interno del liceo “Archimede” da dove ha chiamato i soccorsi.

Messina, picchia un’altra mendicante che elemosinava nella sua zona: arrestato nigeriano del CARA di Mineo

Profugo tenta di stuprare donna in centro accoglienza

stupro_1

Tenta di stuprare una giovane ma viene bloccato e arrestato dalla polizia. E’ accaduto nel centro di accoglienza Palanebiolo, a Messina. In manette e’ finito Malik Kamara, 20 anni, del Gambia, ospite della struttura. Il giovane, spacciandosi per un addetto alla sicurezza del campo, si e’ introdotto nella stanza in cui era stata alloggiata la vittima, una 19enne eritrea giunta a Messina con lo sbarco di giovedi’ pomeriggio, unica donna al momento ospite del centro di accoglienza. Quindi le ha chiesto esplicitamente di avere un rapporto sessuale. Avendo ricevuto un secco rifiuto, ha chiuso porta e finestre della stanza e l’ha immobilizzata sbattendola sul letto e tentando di stuprarla. Le urla disperate della giovane vittima hanno richiamato l’attenzione degli operatori del centro, che hanno notato l’aggressore uscire di gran corsa dalla tenda e sono accorsi trovando la giovane donna dolorante ed in chiaro stato confusionale, chiedendo immediatamente l’intervento della polizia di Stato. Gli agenti, intervenuti sul posto, hanno ricostruire quanto accaduto ed il giovane e’ stato arrestato per il reato di tentata violenza sessuale. La vittima e’ stata accompagnata presso un ospedale cittadino e refertata con una prognosi di 5 giorni.

http://www.corrierequotidiano.it/21882-cronaca/sicilia-messina-news/messina-tenta-di-stuprare-giovane-eritrea-arrestato

Picchia la moglie, romeno arrestato a Terme Vigliatore


Giornale di Sicilia
Picchia la moglie, romeno arrestato a Terme Vigliatore
Giornale di Sicilia
TERME VIGLIATORE. I carabinieri hanno arrestato a Terme Vigliatore (Me) il romeno Victorel Besleaga, 40 anni, per lesioni. L’uomo è stato bloccato dopo aver picchiato la moglie mentre era ubriaco. Il gip ha anche applicato nei suoi confronti il divieto
Ubriaco picchia la moglie, la salvano i carabinieriMessina Oratutte le notizie (6) »

Africano al volante semina il panico

Primo maggio movimentato ieri sera in pieno centro dove un automobilista marocchino ubriaco ha seminato il panico, investendo un’auto. Ne è scaturito un inseguimento e poi l’arresto del nordafricano sorpreso a viaggiare con un involucro contenente 25 grammi di eroina

Semina il panico
in città
arrestato 29enne

Aziz El Asrim 28 anni rinchiuso nella cella di sicurezza della caserma Calidari dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’uomo, mentre si trovava alla guida della propria autovettura, dopo aver tamponato un altro veicolo, ha tentato di fuggire per le vie del centro, rincorso dal proprietario dell’auto che aveva tamponato e che nel frattempo aveva telefonato al 113. Non avendo più scampo El Asrim ha bloccato l’auto dopo aver imboccato contromano la via Giordano Bruno. Quindi ha tentato di allontanarsi a piedi ma è stato bloccato dagli agenti delle Volanti dopo un breve inseguimento.

Il marocchino era chiaramente ubriaco com’è stato poi confermato dall’alcotest eseguito in caserma. Non solo ma sull’’auto, risultata priva di assicurazione, gli agenti hanno trovato un involucro in cellophane, nascosto nel cruscotto, contenente 25 grammi di eroina ed uno smartphone smarrito il giorno precedente da un cittadino messinese.

http://www.gazzettadelsud.it/news/140059/Semina-il-panico–in-citta.html