Category: Ferrara

Ferrara: preso uno degli stupratori di gruppo

Si tratta di un 30enne di origine tunisina, Hamba Chawki il suo nome, fermato una settimana fa dalla Squadra mobile e accusato di violenza sessuale, violenza sessuale di gruppo e sequestro di persona.
L’uomo, con precedenti legati allo spaccio di droga, secondo la ricostruzione della Polizia consumava alcol e poi andava a prostitute. Vittime due ragazze romene che lo scorso settembre sono state avvicinate dal 30enne.

Una è stata violentata tutta la notte da lui e da altri tre uomini che il tunisino si era portato con sé. L’altra prostituta invece era riuscita a scappare prima della violenza, lanciandosi da una finestra.

http://www.telestense.it/stuprava-le-prostitute-da-ubriaco-arrestato-dalla-polizia-0219.html

Gli inquirenti ipotizzano che le vittime dell’uomo potrebbero essere più di due ma sanno anche che le ragazze di vita generalmente non denunciano questi episodi per il timore di ritorsioni, specialmente se l’aguzzino in questione si è dimostrato più volte capace di tale violenza.

http://www.ferrara24ore.it/news/ferrara/0013701-sequestrata-e-stuprata-dal-branco-una-notte

Dal campo nomadi alle case degli anziani: per rubare

Dopo aver lasciato i bambini all’asilo – a spese nostre – si trasformavano, diventando ladre di anziani, fino alle 13.30, quando riprendevano i figli e rivestivano i panni protettivi dell’esser madri. Per oltre un anno – quanto è durata l’inchiesta a loro carico -, hanno rubato in lungo e in largo tra Ferrara, Rovigo e Padova: la mattina uscivano di casa, dai campi sosta privati di via Modena e via Pelosa (non il campo nomadi «pubblico», in città in altra zona), e poi battevano le campagne, cercando case isolate dove abitano persone anziane, spesso sole, indifese, non protette.
Per loro, 4 donne della stessa famiglia e il capo famiglia, rubare in casa e raggirare anziani era un vero lavoro.
Organizzato, visto che la famiglia aveva anche complici tra basisti, che indicavano chi e dove rubare, o ricettatori ai quali sapevano di poter piazzare la merce rubata, dall’oro alle damigiane di vino, fino a polli e conigli. Sono finiti in carcere in 5, con gli ordini di cattura firmati dal gip di Ferrara e chiesti dal procuratore capo Bruno Cherchi, per furto aggravato. Cinque componenti di una stessa famiglia, marito e moglie, due figlie e una nipote: Roberto Suffer ,53 anni; la moglie Maria Lucchesi, 49; le figlie Cristina Lucchesi di 28 anni, Candy Suffer, 33 (unica già in carcere per altri fatti) e Susy Bonora, 41 anni (la nipote). Tutto era partito nell’ottobre 2012, dopo un furto sventato nel Copparese, dalla vicina di casa di una anziana novantenne: da quel fatto sono partite le indagini dei carabinieri che hanno raccolto prove e riscontri per furti e truffe messi a segno a Copparo, Berra, Tresigallo, Ro Ferrarese e Voghiera; poi a Monselice nel Padovano e quindi nel Rodigino a San Martino di Vanezze, Rovigo, Crispino, Adria, Occhiobello, Gaiba e Stienta.

http://lanuovaferrara.gelocal.it/cronaca/2013/12/10/news/il-loro-lavoro-rubavano-solo-agli-anziani-1.8278727

Sgominata banda di nomadi dediti ai furti nelle abitazioni

Sgominata banda di nomadi dediti ai furti nelle abitazioni
OggiNotizie
Sgominata banda di nomadi dediti ai furti nelle abitazioni. Sgominata banda di nomadi dediti ai furti nelle abitazioni. Ferrara – Sgominata una banda di nomadi specializzata in furti in abitazione. La maxi operazione è scattata all’alba di oggi. 5 gli
Maxi operazione contro i furti in casa: presa la banda delle donneIl Resto del Carlino
Operazione Cc contro autori furti caseANSA.it
Operazione “Porta a Porta” a Ferrara: 5 arrestiFerrara 24oretutte le notizie (7) »