Category: Cosenza

Giovane aggredisce carabinieri e titolare di una casa

 I carabinieri nell’area urbana di Corigliano Calabro hanno ricevuto la segnalazione di un 22enne di nazionalità ghanese, regolare sul territorio italiano intento ad aggradire il titolare di una casa vacanza.

I militari, giunti sul posto,  sono stati accolti con lanci di sassi, calci e pugni e, solo dopo una colluttazione e con l’aiuto di persone presenti, sono riusciti ad immobilizzare il giovane ed accompagnarlo per gli accertamenti di rito in caserma. A seguito della violenta reazione del 22enne, sia i militari che il proprietario della struttura ricettiva hanno dovuto far ricorso alle cure mediche. Il giovane ghanese è stato dichiarato in stato di arresto e trasferito nella Casa Circondariale. Oggi si è celebrato il rito direttissimo ed il 22enne è stato condannato alla pena patteggiata di sei mesi di reclusione per violenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e violenza privata.

Genitori adottivi massacrati di botte

https://cosenza.gazzettadelsud.it/articoli/cronaca/2021/12/01/viola-il-divieto-di-avvicinamento-ai-genitori-adottivi-18enne-ai-domiciliari-e2e4ceff-2120-4adb-ba05-7967c74c43a8/

Assale la moglie col coltello e prova a gettare i figli dalla finestra

LA STUPRA DAVANTI A FIGLIA DI 3 ANNI DOPO AVERLA TRAMORTITA

MIGRANTE MASSACRA DONNA

In una stazione di servizio su viale Paolo Borsellino, a Cosenza, una 34enne in avanzato stato di gravidanza è stata aggredita dal proprio compagno. L’uomo si era recato all’appuntamento per discutere della nascita del figlio dichiarandosi non disponibile al suo mantenimento. Secondo quanto ricostruito dagli agenti di Polizia di Stato, il futuro papà avrebbe iniziato a picchiare la donna, colpendola ripetutamente sul ventre. I poliziotti hanno poi provveduto al suo arresto. A Cosenza Vecchia invece gli agenti sono intervenuti dopo essere stati allertati da una donna che si era rivolta al 113. I poliziotti hanno trovato la porta di un’abitazione spalancata e sul divano un romeno di 32 anni in evidente stato di ebbrezza. Dalla camera da letto è poi spuntata la compagna, di 36 anni insieme ai due figli, uno di un anno e l’altro di appena 4 mesi. La donna presentava evidenti segni di violenza e, secondo quanto ha raccontato agli agenti, il compagno l’aveva picchiata e minacciata con un coltello per avere dei soldi. L’uomo è stato portato in Questura e denunciato per maltrattamenti in famiglia.

Profugo la violenta per strada a 13 anni

L'ha fermata per strada e ha iniziato a palpeggiarla

Posted by Il Giornale on Saturday, June 15, 2019

Cosenza, immigrato litiga con la fidanzata e appicca due incendi

Si fida di un Marocchino, lui la stupra

Inganna una 25enne bulgara con la scusa di volerla accompagnare in giro a cercar casa e tenta di violentarla, finisce in manette un 26enne marocchino in provincia di Cosenza.

L’episodio s’è verificato a Terranova di Sibari. L’uomo, che è risultato sprovvisto di regolare permesso di soggiorno, aveva avvicinato la giovane donna dell’Est. La scusa era quella di volerla aiutare a cercare un appartamento in affitto. Il nordafricano, così, ha conquistato la fiducia della bulgara. Ma la fiducia in quel ragazzo era, evidentemente, malriposta.

Il 26enne, infatti, ha portato la ragazza in un casolare dove ha tentato un approccio sessuale. La 25enne, però, ha reagito. È nata una colluttazione e la donna dell’Est è riuscita a sfuggire alle mire del maghrebino. Quindi è fuggita e si è recata immediatamente a chiedere aiuto ai carabinieri del posto.

http://www.gazzettadelsud.it/news/cosenza/254341/cerca-casa-in-affitto-viene-violentata.html

Tenta di rubare nel bar della Ferrovia, arrestato romeno


Quotidiano online

Tenta di rubare nel bar della Ferrovia, arrestato romeno a Cosenza
Quotidiano online
Un uomo di nazionalità romena è stato arrestato dalla Polizia di Stato della stazione ferroviaria di Cosenza. COSENZA – Gli agenti da settimane controllano la stazione di Vaglio Lise visti i numerosi episodi di furto compiuti all'interno. E nella

altro »

“IO RISPONDO SOLO AL CORANO”: E ATTACCA POLIZIOTTI

http://cosenza.weboggi.it/Cronaca/135046-Stringe-il-Corano-e-urla-%22Sono-un-profeta-di-Allah%22%2C-poi-ferisce-un-poliziotto%3A-arresto-a-Cosenza

Cosenza – Nella mattinata di ieri il personale della Polizia di Stato ha tratto in arresto il Cittadino marocchino Youssef Boukerim di anni 24 resosi responsabile di violenza e resistenza a P.U.
“In particolare – si legge in una nota della Questura di Cosenza – il personale della Squadra Volanti del Commissariato di P.S. di Castrovillari è intervenuto a seguito di segnalazione nei pressi del piazzale autolinee dove il giovane marocchino ostentava una copia del Corano declamandone i versi ad alta voce, stringendo a se uno zainetto. Boukerim si è rifiutato di fornire le proprie generalita’ agli agenti, aggredendoli prima verbalmente e poi fisicamente quando gli stessi tentavano di ispezionare il contenuto dello zainetto.
Nel corso del controllo il giovane marocchino continuava ad urlare frasi quali ‘Io rispondo solo al Corano’, ‘Sono un profeta di Allah’, ‘Siete tutti peccatori ed infedeli’. Nonostante le resistenze del marocchino, il personale della Polizia di Stato, che riportava ferite dichiarate guaribili in sette giorni, traeva in arresto il giovane che veniva associato presso la Casa Circondariale di Castrovillari”.