MIGRANTE MASSACRA DONNA

09-06-2021

In una stazione di servizio su viale Paolo Borsellino, a Cosenza, una 34enne in avanzato stato di gravidanza è stata aggredita dal proprio compagno. L’uomo si era recato all’appuntamento per discutere della nascita del figlio dichiarandosi non disponibile al suo mantenimento. Secondo quanto ricostruito dagli agenti di Polizia di Stato, il futuro papà avrebbe iniziato a picchiare la donna, colpendola ripetutamente sul ventre. I poliziotti hanno poi provveduto al suo arresto. A Cosenza Vecchia invece gli agenti sono intervenuti dopo essere stati allertati da una donna che si era rivolta al 113. I poliziotti hanno trovato la porta di un’abitazione spalancata e sul divano un romeno di 32 anni in evidente stato di ebbrezza. Dalla camera da letto è poi spuntata la compagna, di 36 anni insieme ai due figli, uno di un anno e l’altro di appena 4 mesi. La donna presentava evidenti segni di violenza e, secondo quanto ha raccontato agli agenti, il compagno l’aveva picchiata e minacciata con un coltello per avere dei soldi. L’uomo è stato portato in Questura e denunciato per maltrattamenti in famiglia.

Cosenza, EVIDENZA

RSS Feed Widget

Lascia un commento