Udine: anziano massacrato da Nigeriano, è l’integrazione

08-05-2013

UDINE. Un pensionato udinese di 67 anni è stato aggredito e picchiato da un nigeriano di 30 anni che lo ha gettato a terra e preso a calci prima di rubargli il portafoglio. Poco prima l’anziano si era rifiutato di dargli qualche euro. Lo straniero gli aveva chiesto dei soldi, ma il pensionato aveva detto “no”. Ed è stato forse quel rifiuto a scatenare la rabbia di Moses Morgan. Il nigeriano ha infatti seguito l’anziano, che stava rientrando a casa a piedi dopo essere stato al bar in compagnia di alcuni amici, e lo ha aggredito.

L’anziano è caduto e a causa dei colpi ricevuti si è anche rotto una costola. Ricoverato in ospedale è stato giudicato guaribile in una ventina di giorni. L’aggressione è avvenuta intorno all’1.45 di questa mattina in piazzale Chiavris sotto lo sguardo di tre testimoni che hanno subito chiamato la polizia.

La Volante è arrivata in pochi minuti e grazie alla descrizione fornita dai testimoni a rintracciato lo straniero poco distante. Morgan ha tentato di scappare lungo via Forni di Sotto, ma è stato raggiunto e arrestato con l’accusa di rapina e lesioni. Il portafoglio è stato ritrovato poco distante e riconsegnato al pensionato. Dell’accaduto è stato informato il magistrato di turno, il pm Annunziata Puglia.

Sono qui per pagare le pensioni agli anziani. Per ora, le rubano.

EVIDENZA

RSS Feed Widget

Lascia un commento