“Profughi” bloccano stazione di Pavia

16-01-2013

"Profughi"

Da ieri 15 gennaio una trentina di “profughi”, ospiti come tanti altri di un albergo a spese dei cittadini italiani, occupano i binari della stazione di Pavia, bloccando tutta la circolazione dei treni che transitano sulla tratta Milano-Genova. Ecco come si trasforma una carità non dovuta in un diritto esigibile, come le “vittime” diventano padroni, come la supplica lascia il posto all’arrogante pretesa, quando una società è vittima di un complesso di colpa verso i suoi carnefici, debole schiava di un delirio buonista che la porta al martirio col sorriso. E gli italiani se ne stanno buoni buoni fermi nei trenini mentre i loro mantenuti non permettono che vadano a lavorare.

Link: http://www.imolaoggi.it/?p9006

Uncategorized

RSS Feed Widget

Lascia un commento