Zingaro uccide ragazzo a coltellate, poi se ne vanta su Facebook

13-08-2016

C’è un debito di poche migliaia di euro dietro l’omicidio di Werner De Bianchi, 36 anni ucciso con una pugnalata, durante una rissa, a Santa Domenica di Ricadi, davanti il parcheggio di un supermercato. L’assassino è il noto circense (zingaro Sinti) Alex Orfei, 36 anni, arrestato dalla squadra mobile di Vibo Valentia, qualche ora dopo l’agguato. È stata la stessa vittima a fare il nome del suo assassino, prima di perdere conoscenza.

fb

De Bianchi è stato colpito al basso ventre, ha perso molto sangue, ma è stato cosciente per qualche ora e in questo frangente ha raccontato cosa gli è accaduto. Trasportato all’ospedale di Vibo, dopo un primo ricovero a Tropea gli è stata asportata la milza. Nella notte di venerdì le sue condizioni si sono però aggravate e alle 4 di sabato è deceduto.
Un vecchio debito
La vittima e l’assassino si conoscevano da tempo. De Bianchi lavorava presso il circo Royal, attualmente accampato a Castrovillari. Venerdì sera De Bianchi ha raggiunto Santa Domenica di Ricadi, su invito di Alex Orfei, il cui circo è attualmente impegnato in località Gesuini di Ricadi. Il noto domatore gli avrebbe chiesto di saldare il vecchio debito e per costringerlo a farlo si era fatto accompagnare da altre quattro persone, tutte munite di bastoni e coltelli. De Bianchi avrebbe ribadito che non aveva ancora raccolto tutto il denaro per onorare il debito e che lo avrebbe fatto tra qualche giorno. La giustificazione, però, non ha convinto gli aggressori che hanno iniziato a bastonare De Bianchi: alla scena hanno assistito molte persone che, comunque, hanno preferito allontanarsi dal luogo. Una volta a terra De Bianchi è stato raggiunto da un fendente allo stomaco sferratogli da Orfei. Mentre i suoi assalitori si allontanavano, la vittima è riuscito a chiedere aiuto.

La ruggine tra la vittima e Alex Orfei si era spostata anche sui social. In un post pubblicato sul suo profilo Facebook Orfei aveva apostrofato in malo modo De Bianchi chiamando in causa sua moglie e quella del fratello.

http://www.corriere.it/cronache/16_agosto_13/tropea-uomo-muore-accoltellato-arrestato-alex-orfei-0f6c916a-6135-11e6-aab8-52ba369ac6cd.shtml

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, VIBO VALENTIA

RSS Feed Widget

Lascia un commento