Violenza sessuale a fermata bus: palpeggia donna e le ruba il cellulare

26-07-2016

Le ha palpeggiato le parti intime e poi, per evitare che la ragazza chiamasse le forze dell’ordine, le ha strappato di mano il cellulare ed ha cercato di fuggire. Le urla della vittima, una giovane dominicana di venticinque anni, hanno attirato l’attenzione dei passanti che hanno chiamato i carabinieri. I militari, dopo aver preso la descrizione dell’uomo, lo hanno bloccato poco distante.

E’ avvenuto intorno alle due di martedì, tra via viale Campania e viale Corsica. La donna – ha riferito alla pattuglia intervenuta – di essere stata aggredita mentre aspettava l’autobus nella pensilina Atm. Il ladro ‘maniaco’ – si tratta di un cittadino algerino di trent’anni – dopo averla ‘toccata’ con insistenza, ha avuto una reazione ancor più violenta quando la donna ha cercato di chiamare il 112. A quel punto, lo straniero ha strattonato la donna spingendola a terra ed è fuggito.

I carabinieri hanno rintracciato e arrestato il malvivente: ha trent’anni e diversi precedenti penali. Le accuse a suo carico sono violenza sessuale e rapina. La donna è stata soccorsa da un’ambulanza dell’Azienda regionale emergenza urgenza per un trauma alla spalla. E’ finita al Policlinico mentre l’aguzzino veniva porta a San Vittore.

Potrebbe interessarti: http://www.milanotoday.it/cronaca/palpeggia-donna-fermata-atm.html

ARTICOLI CORRELATI

Crimini Immigrati, Milano

RSS Feed Widget

Lascia un commento