VIOLENTATA IN BAGNO TRENO DA 7 NORDAFRICANI

08-09-2016

Si trovava sul treno Fabriano-Ancona e stava andando in bagno quando, ad un certo punto, è stata accerchiata da un gruppo di 7 ragazzi, che l’hanno palpeggiata senza darle possibilità di scampo. Chiuse le indagini intorno al branco che lo scorso 18 agosto ha violentato una ragazza che viaggiava sul mezzo pubblico in compagnia del fidanzato. Le indagini, avviate dal compartimento Polizia Giudiziaria della Polfer in collaborazione con gli agenti Polfer di Falconara Marittima, hanno ricostruito la dinamica dei fatti, risalendo all’identikit dei 7 molestatori: 6 nordafricani e 1 ‘italiano‘, 3 dei quali minorenni, gli altri di circa 20 anni. Una gang di giovanissimi, già nota alle forze dell’Ordine per dei precedenti penali relativi a fatti di spaccio di sostanze stupefacenti e furti. Sarebbero dunque stati loro ad aver abusato della ragazza che, dopo i fatti, ha denunciato tutto alle autorità.

I FATTI. E’ successo tutto intorno alle 18:30 quando la banda ha iniziato a prendere di mira la giovane, seduta al proprio posto del treno regionale 2326, in compagnia del suo ragazzo. Dopo alcune, pesanti frasi a sfondo sessuale, è scoppiato il diverbio tra il gruppo di vandali e il fidanzato della vittima, con il quale si sono schierati anche altri passeggeri presenti in quello stesso vagone. E forse proprio la presenza di questi ha impedito alla banda di passare subito ad un’aggressione fisica visto che gli animi si erano già scaldati parecchio. Poi il fattaccio. Quando ormai il convoglio era arrivago al’altezza di Falconara, in un momento in cui la situazione sembrava essersi placata, la ragazza si è diretta in bagno. Senza accorgersi di essere seguita. Tutti e 7 l’hanno accerchiata, rivolgendole frasi volgari. Poi hanno allungato le mani su di lei, inerme, sola contro la forza del branco. Una volta riuscita a divincolarsi dai suoi aguzzini, la vittima, in compagnia del fidanzato, si è rivolta al personale ferroviario in servizio a bordo del treno che, tramite utenza cellulare dedicata, ha richiesto l’intervento della Polfer di Falconara, dove dopo pochi minuti sarebbe giunto il convoglio. Appena i 7 molestatori sono scesi, si sono ritrovati di fronte i poliziotti. E’ così scattata la fuga, costringendo gli agenti ad un pericolosissimo inseguimento attraverso i binari della stazione ferroviaria. Dei 7, 2 sono stati fermati.

Ed è proprio da lì, dal fermo dei due sospetti, alla denuncia della vittima e la testimonianze delle persone presenti, che gli investigatori sono potuti risalire al nome e cognome di chi, quel giorno, aveva notato una ragazza e aveva deciso di abusarne a proprio piacimento. Tanto che l’accusa con cui gli inquirenti hanno denunciato la banda di stranieri è violenza sessuale di gruppo. Ora il fascicolo di inchiesta è in mano alla Procura di Ancona, che dovrà decidere se chiedere il rinvio a giudizio dgli indagati.

http://www.anconatoday.it/cronaca/violenza-sessuale-gruppo-treno-branco-minori-ancona.html

ARTICOLI CORRELATI

Ancona, EVIDENZA

RSS Feed Widget

Lascia un commento