Verona, un altro profugo arrotondava stipendio spacciando

08-06-2017

Trovato a spacciare in zona Stadio, richiedente asilo finisce in manette

Attualmente ospite del centro di accoglienza Costa Grande di Verona, un 28enne cittadino di Gambia è stato arrestato nel pomeriggio di martedì dai poliziotti delle volanti della questura scaligera, dopo essere stato sorpreso in possesso di sostanza stupefacente destinata allo spaccio.

A segnalare al 113 la presenza in via Palladio dell’extracomunitario e la sua attività illecita, sono stati alcuni passanti che hanno poi fornito agli intervenuti una precisa descrizione dello spacciatore.
Arrivati subito sul posto, gli uomini delle pattuglie hanno individuato e bloccato l’africano, che alla vista delle forze dell’ordine si era liberato di un sacchetto gettandolo a terra, per poi salire in sella alla propria bici e cercare una vana fuga.
Una volta fermato il sospettato, i poliziotti hanno anche recuperato ciò che aveva buttato: nella busta erano contenuti 12.03 grammi di marijuana ed un ritaglio di una tavoletta di hashish del peso di 14.33 grammi. Vistosi scoperto, il 28enne ha anche consegnato spontaneamente agli agenti i proventi della sua attività di spaccio, ovvero 320 euro suddivisi in banconote di piccolo taglio.

Portato negli uffici della questura, il personale dell’ufficio immigrazione ha verificato la posizione sul soggiorno in Italia del cittadino del Gambia, appurando che la Commissione Territoriale per il riconoscimento dello status di rifugiato politico presso la Prefettura cittadina, aveva respinto la relativa istanza. Tuttavia l’interessato ha fatto opposizione al provvedimento proponendo ricorso che è tuttora pendente.

Arrestato con l’accusa di detenzione ai fini dispaccio di sostanze stupefacenti, L.D. è stato condotto mercoledì mattina davanti all’autorità giudiziaria, che ha convalidato la misura precautelare e rinviato l’udienza per direttissima al prossimo 27 ottobre, vista la richiesta dei termini a difesa. Nel frattempo nei confronti dell’africano è stato disposto l’obbligo di firma quotidiano presso i carabinieri di Verona.

Potrebbe interessarti: http://www.veronasera.it/cronaca/spacciare-zona-stadio-richiedente-asilo-arrestato-7-giugno-2017.html

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Verona

RSS Feed Widget

Lascia un commento