Venezia: donna aggredita da due ‘nomadi’ ospiti del Comune

15-12-2014

MARGHERA. Ennesima rapina da parte di due donne in auto – descritte dalle vittime come nomadi – che si avvicinano alle persone e, con la scusa di chiedere l’ora o un’informazione su una tale strada, si impossessano dei preziosi indossati dalla loro vittima. L’ultimo episodio è successo sabato mattina verso le 11.30 in via Pasini, nei pressi del civico 64, quindi nel tratto compreso tra via Gesù del lavoratore e via Don Orione, a Marghera.

La donna stava passeggiando lungo la strada quando è stata avvicinata da una coppia di donne – non è chiaro se ci fosse anche un uomo – a bordo di un’auto grigia. Le due donne le si sono avvicinate e, con la solita scusa di chiederle un’informazione per raggiungere una certa località, le hanno afferrato la collanina d’oro che portava al collo, strappandola e rubandogliela. A dare l’allarme è stata un’altra signora, che ha assistito alla scena e ha raccolte le grida d’aiuta della donna rapinata, e sotto choc. Sul posto sono intervenute le volanti della polizia, ma delle due rapinatrici ovviamente non c’era più traccia. La vittima del furto è solo riuscita a descriverle come due zingare, a bordo di un’auto grigia – ma non sarebbe riuscita a identificare il modello – poi scappate in direzione dell’area dei centri commerciale, dove l’auto si è mescolata in mezzo a centinaia di altre in occasione del primi acquisti di Natale. Del caso, e di altri simili, si sta occupando la Squadra mobile.

Molti gli episodi successi in città e nei comuni della provincia negli ultimi mesi. Pochi giorni fa, con la stessa scusa, è stato fermato un settantenne in via Matteotti, a Spinea, non lontano dal cimitero: per ringraziarlo per l’informazione le due donne gli volevano regalare un braccialetto, e avevano cominciato a toccarlo e circondarlo, con l’obiettivo di vedere se portava preziosi ai polsi o al collo. Capito l’inganno, l’uomo – che con cortesia si era formato a fornire le indicazioni stradali richieste – è riuscito a divincolarsi e ad allontanarsi, mettendo in fuga il gruppetto. L’ultima rapina in città risale a giovedì sera, in via Monte San Michele. Erano le 20 quando una 51enne aveva parcheggiato l’auto per andare a trovare la madre. Ma nel momento in cui aveva aperto la portiera e stava per scendere è stata aggredita da una coppia di nord africani che le ha afferrano la borsa che la donna aveva appoggiato sul sedile del passeggero. Lei si era messa di mezzo, finendo per essere trascinata sulla strada, fuori dell’abitacolo. A dare l’allarme era stata una residente che si era affacciata alla finestra dopo aver sentito le urla di richiesta di aiuto della donna. Nella borsa rubata 400 euro in contanti e le carte di credito.

http://nuovavenezia.gelocal.it/venezia/cronaca/2014/12/15/news/bloccata-da-due-donne-rapinata-della-collana-d-oro-1.10502072

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Venezia

RSS Feed Widget

Lascia un commento