MASSACRATO SENZA PIETA’ DA 4 NERI, FORSE PROFUGHI: MANDIBOLA SPAPPOLATA

01-01-2017

FacebookTwitterGoogle+WhatsAppOknotizieCondividi

«Stavano ballando, poi si sono urtati e lo hanno circondato e pestato in quattro». Questo il racconto shock di E.C., mamma di una giovane triestina, che ieri sera era in compagnia del ragazzo, M.B., di 24 anni: «Erano quattro giovani di colore. Lo hanno pestato senza pietà e poi sono andati via».

Del fatto inizialmente le forze dell’ordine non erano a conoscenza ed è cominciata a girare la voce sui social. Infatti, stando a quanto riportato da E.C. «i buttafuori della festa hanno chiesto a mia figlia e al ragazzo di chiamare il 118 dal parcheggio. Una volta giunti i soccorsi e trasportato all’ospedale sono state appurate le lesioni; abbiamo poi chiamato la Polizia che è giunta a Cattinara per sporgere la denuncia».

«Mia figlia è ancora sotto shock – ribadisce la madre della ragazza -. Lui è ricoverato in ospedale e domani verrà operato alla mandibola che si è rotta in tre punti a causa dei colpi subiti. Non è possibile finire in ospedale quando si esce per divertirsi. Era stato da poco assunto in Porto e ora rischia anche il lavoro».

Questo episodio si aggiunge a quelli di piazza Unità, Rive, Molo Audace e viale XX Settembre. Insomma il capodanno come spesso accade è stato scambiato per la notte a cui dare sfogo le proprie repressioni piuttosto che un momento di gioia e di divertimento.

Non tarda ad arrivare la versione degli organizzatori che spiegano di «essere intervenuti appena successo il fatto e abbiamo individuato il colpevole del pugno che è stato accompagrato fuori perchè persona non gradita; nel frattempo questo ci ha lasciato le generalità che abbiamo immediatamente passate al contuso assistito dalla nostra security. Il ragazzo poi ha chiamato l’ambulanza che lo ha soccorso e portato all’ospedale».

Potrebbe interessarti: http://www.triesteprima.it/cronaca/pestaggio-molo4-operazione-mandibola-1-gennaio-2017.html

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Trieste

Lascia un commento