Trevi assediata da clandestini: coltellate tra abusivi in mezzo turisti

07-04-2014

Lite tra ambulanti a Trevi: forbiciata nel fianco di un magrebino

Una violenta lite tra due ambulanti che poteva tramutarsi in tragedia. Tentato omicidio in pieno Centro Storico dove un venditore ambulante magrebino è stato raggiunto da una forbiciata ad un fianco infertagli da un cittadino cinese, ‘collega’ di vendita in strada. Le violenze si sono verificate, per futili motivi, nella serata di ieri 5 aprile in via delle Muratte, a due passi da via del Corso, zona Trevi.

LESIONI AGGRAVATE – Sul posto sono arrivati gli agenti del Commissariato Trevi che hanno arrestato il cittadino cinese per il reato di lesioni aggravate. Secondo quanto ricostruito dai poliziotti l’asiatico, durante la contesa, ha estratto una forbice e l’ha conficcata nel fianco dell’altro mandandolo in ospedale. Fortunatamente il fendente non ha leso organi vitali e la vittima, trattenuta in osservazione, è stata dichiarata fuori pericolo dai medici del pronto soccorso.

CONTROLLI DELLA QUESTURA – Il fermo è il risultato dei servizi predisposti dalla Questura per il fine settimana con gli uomini e le donne della Polizia di Stato impegnate nei diversi punti nevralgici della città. Gli agenti dei Commissariati competenti per zona e del reparto Volanti, hanno effettuato decine di posti controllo passando al setaccio le zone maggiormente frequentate da residenti e turisti italiani e stranieri che specialmente nel fine settimana affollano le strade e le piazze più in voga della Capitale per partecipare alla così detta “movida”. Centro storico, Testaccio, Termini e San Lorenzo le aree maggiormente battute dai poliziotti che al termine dei servizi hanno identificato circa 300 persone.

Potrebbe interessarti: http://www.romatoday.it/cronaca/tentato-omicidio-venditori-ambulanti-via-muratte.html

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Roma

RSS Feed Widget

Lascia un commento