Trascinata in bagno e stuprata: catturato clandestino egiziano, si vantava del gesto

23-08-2013

Crema 23 agosto 2013 – Un egiziano clandestino di 21 anni arrestato per violenza sessuale. E’ stato bloccato dai carabinieri della compagnia di Crema e si trova ora in carcere. E’ accusato di aver abusato di un’operaia della zona all’interno dei bagni di un bar del Cremasco.
Drammatica la ricostruzione di quanto avvenuto attorno alle 22 del 15 agosto: donna afferrata con forza per un braccio, spinta nell’area toilette e costretta a subire atti sessuali. La vittima della violenza è poi uscita e, dolorante, ha chiesto aiuto ad un’amica, è stata accompagnata nell’ospedale più vicino e indirizzata alla nota clinica milanese Mangiagalli. I militari dell’Arma, allertati, si sono immediatamente attivati in accertamenti e, grazie alle informazioni raccolte durante la notte, hanno rintracciato la mattina dopo (da un artigiano dove aveva cercato lavoro) il nordafricano, che pare abbia raccontato il suo gesto ad un amico addirittura vantandosene. Prima di essere bloccato il 21enne, al momento dell’identificazione, con un pretesto ha tentato di sottrarsi al controllo: ha spinto il maresciallo intervenuto a terra e ha colpito un altro carabiniere al basso ventre. E’ stato sottoposto successivamente a fermo per violenza sessuale, lesioni personali aggravate e resistenza a pubblico ufficiale e portato nella casa circondariale di Cremona. Il tribunale di Crema, valutati gli atti e la richiesta del pm, ha applicato il 19 agosto la custodia cautelare in carcere.

http://www.cremaoggi.it/2013/08/donna-violentata-nei-bagni-di-un-bar-arrestato-21enne-egiziano-clandestino/

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA

RSS Feed Widget

Lascia un commento