Torino fuori controllo: scontri con spari e coltelli tra spacciatori senegalesi

25-07-2013

Hanno progettato un blitz ai danni dei grossisti della coca torinesi, partendo da Brescia. Ma qualcosa è andato storto e si è scatenata una violenta rissa fra le due «bande», che ha provocato il ferimento di due persone. Sette senegalesi sono stati arrestati dai Carabinieri. Per quattro di loro, fra cui i due feriti gravi, l’accusa è di tentato omicidio.

I fatti risalgono a lunedì sera. Il faccia a faccia fra i cinque pusher – quattro sono residenti in provincia di Brescia – e i tre trafficanti si è svolto in un appartamento del quartiere Barriera di Milano, a Torino.  I cinque hanno cercato di aggredire i tre connazionali senegalesi che si trovavano nell’alloggio; ma questi ultimi hanno reagito sparando con una pistola a salve.
A quel punto si è scatento il putiferio. Uno dei senegalesi bresciani è stato colpito da 14 fendenti, sferrati con un cacciavite. Uno dei grossisti ha invece rimediati tre coltellate alla schiena.
 Il primo è stato portato in ospedale in gravi condizioni; il secondo ha raggiunto a piedi la stazione dei carabinieri più vicina, dove i militari gli hanno tamponato e medicato la ferita, salvandogli la vita. I cinque autori dell’assalto sono stati intercettati e arrestati davanti all’ospedale.

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA

RSS Feed Widget

Lascia un commento