Tag: zuffa

Correggio: rissa etnica tra italiani e africani

REGGIO EMILIA, 29 SET – Quattro persone, ferite con prognosi dai 5 ai 15 giorni, sono state arrestate dai carabinieri per concorso in rissa aggravata ieri pomeriggio a Correggio (Reggio Emilia). Protagonisti da una parte un senegalese e dall’altra un sardo e due suoi amici (un reggiano e un brindisino), tutti abitanti a Correggio, che hanno ingaggiato una zuffa. Stando ai primi accertamenti da ricondurre a frizioni tra il senegalese ed il sardo, che hanno generato reciproche offese, anche a sfondo razzista.

Scontro etnico fra ambulanti a Napoli


Rissa fra ambulanti a Napoli, un ferito
ANSA.it
Rissa fra ambulanti a Napoli, un ferito (ANSA) – NAPOLI, 24 MAR – Un giovane venditore ambulante di palloncini di nazionalita’ cingalese e’ stato ferito alla testa in una zuffa con un collega italiano, scoppiata stamani sul lungomare di Napoli, nella
RISSA SUL LUNGOMARE A NAPOLI, FERITO UN VENDITORE Campania 24 News (Blog)
Rissa tra venditori ambulanti a Napoli, un feritoTutto Newstutte le notizie (3) »

Si trova in mezzo a rissa di immigrati: accoltellato


VeneziaToday
Si trova “in mezzo” durante la rissa al Rivolta: accoltellato un paio di
VeneziaToday
A fronteggiarsi in una zuffa iniziale furono infatti, secondo la ricostruzione della Digos, due giovani di nazionalità moldava e l’aggressore, poi denunciato. Durante il parapiglia, però, è finito “in mezzo” anche un gruppo di giovani chioggiotti che  

Rissa tra immigrati in discoteca, spunta una pistola, giovane spara

 L'ingresso del discoclub di Fontanafredda (foto Lancia)

PORDENONE – In discoteca armato di pistola, una innocua scacciacani che non però ha esitato ad usare per sedare una violenta lite. La zuffa risale alla notte tra sabato e domenica, sullo sfondo c’è il parcheggio delladiscoteca “Dolce vita” di Fontanafredda, un tranquillo locale sulla Pontebbana molto frequentato dai giovani.
I protagonisti della rissa hanno tutti tra i diciannove e venti anni: tre sono di origine albanese, un quarto è romeno. È stato quest’ultimo, operaio residente a Sacile,a innescare involontariamente il diverbio. Era all’interno del locale, quando avrebbe urtato una ragazza albanese che abita a Brugnera. Lei ha reagito, convinta che il diciannovenne di Sacile si fosse avvicinato con l’intenzione di avere un contatto. Lui ha tentato di convincerla che stava equivocando, ma ne è seguita un’accesa discussione che, dall’interno della discoteca, si è spostata nel parcheggi