Tag: uomo e una donna

Calci e pungi alla coinquilina, doveva pagare tutte le bollette

La ragazza più giovane, in lacrime, ha raccontato ai Carabinieri che la sua coinquilina 35enne e l’amico coetaneo, per estorcerle i soldi necessari al pagamento di bollette arretrate, l’avevano aggredita a calci e pugni in casa.

Roma, 18 settembre 2013 – Calci, pugni e minacce di morte alla coinquilina connazionale per farsi consegnare i soldi necessari al pagamento delle bollette, per questi motivi un uomo e una donna nigeriani sono stati arrestati dai Carabinieri della Stazione Roma Tor Tre Teste: dovranno rispondere di tentata estorsione in concorso e lesioni. I fatti si sono svolti questa notte in via del Picchio: una pattuglia di Carabinieri, transitando in strada durante uno dei quotidiani servizi di controllo del territorio, ha visto spuntare i tre nigeriani che si rincorrevano furiosamente sul marciapiede.

La ragazza più giovane, in lacrime, ha raccontato ai Carabinieri che la sua coinquilina 35enne e l’amico coetaneo, per estorcerle i soldi necessari al pagamento di bollette arretrate, l’avevano aggredita a calci e pugni in casa. Poi c’è stata la fuga disperata in strada e il provvidenziale incontro con i militari. Gli aguzzini, interpellati sulle dichiarazioni rese dalla connazionale, hanno fornito delle versioni improbabili e discordanti dei fatti, motivo per cui nei loro confronti è scattato l’arresto. La vittima, trasportata al policlinico Casilino, è stata medicata e dimessa con 10 giorni di prognosi a causa di alcune ferite e contusioni al volto e su altre parti del corpo riportate nell’aggressione. Gli arrestati, invece, sono stati trattenuti in caserma in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo che si terrà in mattinata.

http://www.meridiananotizie.it/2013/09/cronaca/calci-e-pungi-alla-coinquilina-doveva-pagare-le-bollette/

Biasca-Ticino: sorprende immigrati in casa, picchiata

BIASCA – Una donna è rimasta ferita dopo aver sorpreso due persone, probabilmente ladri, all’interno della sua abitazione.
Erano circa le 14 quando una 60enne, che stava rientrando al proprio domicilio in via Bellinzona, ha notato la porta d’entrata del proprio appartamento danneggiata. Dopo essere entrata la donna è stata spinta fuori dall’appartamento da due persone, che l’hanno colpita al volto con un oggetto contundente.

La donna è rimasta ferita anche per aver battuto la testa contro la parete. La 60enne ha notato che la coppia, un uomo e una donna, si è espressa in lingua straniera. La rapinatrice aveva la pelle di colore olivastra, e indossava una minigonna color ciclamino.

Sul posto è giunta la Polizia scientifica per i rilievi. Posti di blocco sono stati istituiti in tutta la regione. Le ricerche degli autori, subito intraprese, sino ad ora, non hanno portato al loro arresto. Eventuali testimoni che hanno notato movimenti sospetti sono pregati di contattare la Polizia cantonale allo 0848 25 55 55.

http://www.tio.ch/News/Ticino/753175/Sorprende-due-ladri-nella-sua-abitazione-e-viene-aggredita/

Prese le bestie che massacrarono un pensionato: due rumeni

Casal di Principe –  I carabinieri hanno arrestato due cittadini romeni, un uomo e una donna, ritenuti responsabili dell’omicidio del pensionato di 75 anni Giuseppe Corvino, commesso il 13 dicembre del 2012 a Villa Literno.

L’efferato delitto, è emerso durante l’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, venne commesso nel corso di una rapina in abitazione; Corvino venne ritrovato in una pozza di sangue, con ben 19 ferite al capo provocate da un corpo contundente.

http://www.ilmattino.it/caserta/casal_di_principe/notizie/313170.shtml

Sarebbe comico, se non fosse dannatamente tragico, che un mantra storico degli xenofili per convincere della bontà dell’immigrazione, sia :” pagheranno le pensioni dei nostri anziani”… un campo criminale in cui marocchini, rumeni et similia hanno un monopolio incontrastato, è proprio quello della violenza gratuita contro gli anziani, spesso per rubare pochi spiccioli.

Nigeriana sul bus: picchia controllore e morde un agente – Polizia attacca magistrati

Ferrara, 18 luglio 2013 – PRIMA è toccato al controllore. Poi ad alcuni passeggeri. Infine ai poliziotti accorsi per fermarla. A scatenare la furia incontenibile di una nigeriana di 31 anni è stata una semplice richiesta: quella di vedere il biglietto. Sono stati attimi di violenza allo stato puro quelli vissuti ieri mattina dai passeggeri dell’autobus 11A. Erano da poco passate le 9.30 quando, circa all’altezza dipiazza Travaglio, un controllore si è avvicinato alla giovane nigeriana e gli ha chiesto di poter vedere il biglietto. Al suo rifiuto, l’uomo le ha chiesto le generalità per poterle fare la multa. E’ stata quella la scintilla che ha fatto scattare la follia. La donna — già nota alle forze dell’ordine per i suoi problemi psichici — ha improvvisamente dato in escandescenza aggredendo il controllore con calci e pugni. Alcuni passeggeri che avevano assistito alla scena hanno cercato di separarli, ma con scarsi risultati. La donna infatti ne ha avute anche per loro.

ARTICOLI CORRELATI

E’ STATO a quel punto che si è capito che la situazione era fuori controllo; così è stato dato l’allarme alla polizia. Sul posto sono accorse due volanti insieme a un’ambulanza. Ma non è bastata nemmeno la vista delle divise a calmare la 31enne che continuava a menare calci e pugni. Anzi. Vedendo avvicinarsi gli agenti la straniera è stramazzata a terra, fingendo uno svenimento. A quel punto, due agenti — un uomo e una donna — si sono avvicinati per capire cosa le stesse succedendo. I due si sono chinati su di lei che, all’imporvviso, si è alzata di scatto e come una furia ha prima colpito il poliziotto e poi morso a un braccio la collega. Solo allora, e grazie anche all’ausilio di altri agenti, è stato possibile bloccarla e arrestarla. Per i due poliziotti è stato necessario un passaggio all’ospedale per le medicazioni del caso. Dopo una tappa in Questura anche la nigeriana è stata accompagnata all’ospedale.

UN EPISODIO inquietante, sul quale ha voluto dire la sua Fabio Zaccarini, segretario provinciale dell’Ugl. «Innanzi esprimiamo vicinanza e solidarietà ai colleghi feriti — dice il sindacato in una nota —. In merito all’episodio esprimiamo forte preoccupazione per la violenza e per la gratuità del gesto che potrebbe avere gravi conseguenze sanitarie sulla collega. Gli attacchi agli uomini in divisa sono sempre più frequenti. In un paese civile è inammissibile che una persona morda e strappi un pezzo di carne ad una poliziotta e non vada in galera. Che messaggio da uno Stato che non protegge i suoi servitori — conclude —? Che messaggio da una magistratura che tutela i delinquenti e non i poliziotti?».

Ostia, arrestata coppia di rom – Il Messaggero


Il Messaggero

Ostia, arrestata coppia di rom
Il Messaggero
Un uomo e una donna, nomadi di nazionalità romena, rispettivamente di 30 e 29 anni sono stati arrestati per aver venduto un farmaco abortivo ad una minorenne che, al quarto mese di attesa, intendeva rinunciare alla gravidanza gemellare. Sono stati 

altro »

Ostia, arrestata coppia di romeni Avevano fatto abortire minorenne – Il Messaggero


Il Messaggero

Ostia, arrestata coppia di romeni Avevano fatto abortire minorenne
Il Messaggero
Un uomo e una donna di nazionalità romena, rispettivamente di 30 e 29 anni sono stati arrestati per aver venduto un farmaco abortivo ad una minorenne che, al quarto mese di attesa, intendeva rinunciare alla gravidanza gemellare. Sono stati individuati
Diciassettenne abortisce due gemelli arrestata coppia che le fornì Corriere della Sera
Ostia, vendono farmaco per abortire a 17enne. Colta da malore RomaToday

tutte le notizie (5) »

Rubano materiale metallico, arrestati due nomadi – Alto Adige

Rubano materiale metallico, arrestati due nomadi
Alto Adige
I carabinieri del nucleo operativo e Radiomobile di Egna, svolgendo dei controlli straordinari finalizzati alla repressione dei furti di rame e rottami metallici, hanno tratto in arresto due giovani nomadi, un uomo e una donna, originari del vicentino

Tavernelle, svaligiano prima una lavanderia automatica e poi un … – PerugiaToday


PerugiaToday

Tavernelle, svaligiano prima una lavanderia automatica e poi un
PerugiaToday
Un uomo e una donna romeni hanno prima scassinato le gettoniere di una lavanderia automatica e poi hanno rubato in un negozio di casalinghi a Tavernelle. Traditi dalle telecamere a circuito chiuso della lavanderia Annuncio promozionale. Il ragazzo

altro »

Fiumicino: donna incinta pestata a sangue da immigrati

<strong>Roma </strong>- Una donna incinta è stata aggredita da due stranieri, un uomo e una donna, al Parco Leonardo, a scopo di rapina. Gli aggressori le hanno spaccato la faccia e rotto il naso colpendola al volto con il casco. La donna è stata ricoverata all’ospedale Grassi, dove i medici le hanno diagnosticato 20 giorni di prognosi ed hanno accertato che il bambino sta bene.

http://voxnews.info/2013/04/26/donna-incinta-aggredita-a-fiumicino/

Vergogna: sbarcati altri 500 coloni da mantenere

Sbarcati in poche ore altri 500 immigrati clandestini che gli italiani, milioni di disoccupati, dovranno mantenere con le poche risorse rimaste. Le operazioni di colonizzazione hanno potuto contare sulla collaborazione delle forze armate italiane, pagate evidentemente per sostituire gli italiani con altre popolazioni. A proposito, ma il favoreggiamento dell’immigrazione clandestina è un reato oppure no? Se lo è, perchè le forze armate lo commettono impunemente?

Lampedusa – In totale sono 469 i clandestini da mantenere salvati nelle ultime ore nel canale di Sicilia, nel corso di 5 operazioni coordinate dalla Guardia Costiera di Palermo, 4 delle quali si sono concluse nell’isola di Lampedusa. L’ultimo intervento a Capo Passero, dove all’alba una motovedetta della Guardia Costiera di Pozzallo ha soccorso 84 invasori di origini somale, tra di loro 16 donne di cui 4 in stato di gravidanza. Per due degli invasori, un uomo e una donna, sono state necessarie le cure ospedaliere a spese degli italiani. Alle attività hanno preso parte 5 motovedette e un aereo della Guardia Costiera, la nave Cassiopea e un elicottero della Marina Militare, un mezzo navale della Guardia di Finanza e mercantili in navigazione nelle vicinanze. Come dire, tutte le forze armate italiane sono impegnate nell’opera di distruzione definitiva dell’Italia e del popolo italiano. Smantellarle. La Guardia Costiera spiega in una nota di continuare a mantenere alto il livello di attenzione sul canale di Sicilia, anche in considerazione delle attuali condizioni meteo marine che potrebbero favorire i viaggi di migranti extracomunitari verso le coste italiane. La Guardia Costiera andrebbe smantellata, è un ente inutile, un danno per i cittadini.

SANTA MARIA DI LEUCA – È bastato che il mare si presentasse in condizioni favorevoli, per far ripartire il fenomeno degli sbarchi, dopo la tregua di qualche settimana. L’ennesimo sbarco nel Salento si è compiuto alle prime luci del giorno in prossimità della località Ciolo, in prossimità di Santa Maria di Leuca. Protagonisti 36 clandestini, probabilmente di origine pakistana partiti dalle coste greche o turche a bordo di un’imbarcazione di fortuna. Non si tratta tecnicamente di uno sbarco, ma di un rintraccio, visto che gli immigrati sono stati recuperati a terra dai carabinieri dipendenti della Compagnia di Tricase (non si tratta neanche di “rintraccio” ma di invasori che occupano il nostro territorio con la forza trovando collaborazione nelle istituzioni che ci dovrebbero tutelare e difendere, ndr).I trentasei, tutti uomini e adulti, non hanno avuto bisogno di particolari cure e del ricovero presso qualche struttura ospedaliera. Al momento, non ci sono informazioni sul mezzo che li ha condotti nel Salento né sugli scafisti. Dopo i primi soccorsi sanitari, i clandestini sono stati trasferiti al centro Don Tonino Bello di Otranto, dove partiranno le procedure di identificazione. Sul posto anche i volontari della Misericordia locale, che garantiscono loro l’assistenza. Si potrebbe avere un pò di “Misericordia” anche per gli italiani costretti a subire questa colonizzazione e la conseguente sostituzione etnica?

http://www.ilgiornaledivicenza.it/stories/121_ultima_ora/495754_immigrati_soccorse_in_24_ore_469_persone_in_canale_sicilia/

http://leuca.lecceprima.it/ennesimo-sbarco-nel-capo-di-leuca-rintracciati-trentasei-immigrati-pakistani.html