Tag: Stradale

Eroe per caso e ladro per scelta

Eroe ed anche ladro di rame. È il destino di C.A .P. 24enne rumeno arrestato ieri dai carabinieri del nucleo operativo di Gaeta insieme a quattro connazionali e un moldavo per furto aggravato. Il gruppo, tutti di età compresa tra i 22 e i 25 anni, è stato fermato per controllo stradale dai militari che, perquisendo l’auto hanno trovato circa 60 chili di rame, 10 segnali luminosi, 2 motoseghe e un decespugliatore, tutto materiale rubato in due cantieri della zona. Il bottino, è stato restituito agli aventi diritto e il gruppo arrestato. La particolarità della vicenda sta nel fatto che il 24enne, nel marzo del 2009, quando di anni ne aveva appena 19, intervenne insieme al padre per salvare una ragazza italiana di 25 anni dal tentativo di stupro di un marocchino. Nell’occasione venne ricevuto dal sindaco che lo definì, insieme al padre “eroe per caso”.

http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/2014/01/da-eroe-a-ladro-a-gaeta-arrestato-per-furto-5-anni-prima-aveva-salvato-ragazza-da-stupro/

Si è così abituati ai crimini degli immigrati, che un comportamento normale diventa ‘eroismo’. Fa tutto parte della propaganda.

Calenzano, arrestati due nomadi serbi ricercati in Francia e Olanda – FirenzeToday


FirenzeToday

Calenzano, arrestati due nomadi serbi ricercati in Francia e Olanda
FirenzeToday
Arrestati due pluripregiudicati a Calenzano durante una normale controllo stradale. L'arresto è stato effettuato dai carabinieri. Si tratta di due nomadi serbi che a loro carico avevano ordini di cattura internazionale in Francia e Olanda per furto e 

Nuovo caso: clandestino prende donne a sprangate, doveva essere espulso



TRASACCO. E’ stato colto sul fatto e bloccato proprio mentre stava picchiando due donne, marocchine come lui.
L’uomo, O.Z., di 32 anni, già destinatario di decreto di espulsione dal territorio nazionale è stato arrestato. Il fatto è accaduto la notte scorsa a Trasacco.
I militari della Stazione di Luco dei Marsi, impegnati in un servizio di controllo del territorio, hanno notato strani movimenti. Quando si sono avvicinati hanno capito quello che stava accadendo: un uomo stoava picchiando due donne con un segnale stradale preso da un vicino cantiere. I carabinieri gli sono avventati contro per bloccarlo ma il marocchino ha opposto resistenza. Poi ha tentato di fuggire ma non ci è riuscito: pur se con difficoltà dopo poco è stato bloccato e arrestato.

Le due donne aggredite sono state accompagnate presso l’ospedale civile di Avezzano dove gli sono state diagnosticate lesioni giudicate guaribili, rispettivamente, in 15 e 7 giorni.
L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato portato nel carcere di Avezzano a disposizione del Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Avezzano titolare del relativo procedimento penale.

Cingalese ubriaco senza assicurazione investe Boliviano

VERONA. La Polizia municipale è intervenuta ieri, poco dopo le 23, in via Fincato per i rilievi di un incidente stradale che ha coinvolto una Rover in uscita da via Catalani, colpita sul lato sinistro da una Toyota Yaris che viaggiava verso Poiano. Leggermente feriti i due automobilisti coinvolti, un 27enne di nazionalità srilankese e un 24enne boliviano, entrambi residenti in città. Solo per quest’ultimo è stato ritenuto opportuno il trasporto all’ospedale di Borgo Trento per accertamenti e cure. Alla base dello scontro probabilmente una errata immissione in via Fincato da parte della Rover, che non ha rispettato il segnale di precedenza. Sottoposto ad alcoltest, il conducente è risultato positivo con valore superiore a 1.5 rispetto agli 0.5 consentiti dalla legge. Dagli accertamenti è poi emerso che il veicolo non era assicurato, visto che la copertura era scaduta circa quattro mesi fa. Gli agenti hanno perciò sottoposto l’auto a sequestro e ritirato la patente del conducente, che è stato denunciato all’Autorità giudiziaria per guida in stato di ebbrezza.

http://www.larena.it/stories/dalla_home/483349_incidente_in_via_fincato_conducente_ubriaco_e_con_auto_non_assicurata/

Immigrato ubriaco e pregiudicato manda padre e bimba di 8 anni all’ospedale

Genova – Un padre di 55 anni e la figlia di 8 sono ricoverati in ospedale, il primo con una prognosi di sessanta giorni. È questo il bilancio di un incidente stradale avvenuto sabato 16 febbraio 2013 intorno alle ore 22 sulla rampa di accesso che conduce al casello di Genova Est.

Giuseppe e Martina stavano viaggiando a bordo della loro Volvo verso l’ingresso dell’autostrada. Contemporaneamente Halmut Megerga, 44 anni, ha appena passato il casello e si sta dirigendo verso via Bobbio. L’uomo è alla guida completamenteubriaco e procede a zig zag.

Il suv della Toyota su cui viaggia urta una Alfa Romeo Giulietta, che precede l’auto con a bordo Giuseppe e la figlia, poi prende la Volvo in pieno. Nell’incidente il papà di Martina riporta la frattura di entrambe le gambe e viene trasportato d’urgenza all’ospedale San Martino. I medici valutano le sue ferite guaribili in sessanta giorni.

Martina è ricoverata al Gaslini in osservazione. Secondo quanto riferiscono i medici non sarebbe in pericolo di vita. Anche il guidatore dell’auto pirata è stato portato in ospedale per precauzione, ma le sue condizioni sono buone. Risultato positivo all’alcol test, Megerga è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza e lesioni gravi, insieme al ritiro immediato della patente.

Sequestrata anche l’auto che ha causato l’incidente. A carico dell’uomo è risultata anche una condanna definitiva per alcuni reati commessi in passato in città.

http://www.genovatoday.it/cronaca/incidente-stradale/genova-est-16-febbraio.html

 

Prato: Immigrati alla guida di camion senza patente e con merce irregolare

Prato – La polizia stradale di Prato ha effettuato una vasta operazione di controllo sulla regolarità nel trasporto di merci sulle principali vie di comunicazione di Prato. L’attività di controllo amministrativo, effettuata nella zona industriale Macrolotto, ha riguardato vari aspetti del trasporto merci : dal possesso delle autorizzazioni, all’efficienza dei veicoli, alla regolarità del rapporto di lavoro del conducente.

Grazie all’utilizzazione dell’apparecchiatura denominata “Police Controller” si è proceduto all’esame delle giornate lavorative dei conducenti professionali al fine di verificare il rispetto delle regole del Codice della Strada. Il sofisticato strumento permette di acquisire ed analizzare un ingente quantità di dati che riguardano sia l’attività svolta dal conducente nei mesi precedenti ( anche qualora avesse guidato altri mezzi), sia la memoria dello stesso tachigrafo, come se si trattasse di una cosiddetta “scatola nera”.

In pratica quando viene fermato un mezzo pesante gli agenti con l’utilizzo di un cavo e di un computer possono verificare il rispetto della velocità, dei tempi di guida e di riposo del conducente, visualizzando tutto il contenuto. Se il cronotachigrafo è stato manomesso il software segnala l’anomalia facendo così scattare indagini più approfondite. Nel corso del servizio gli agenti della Polizia Stradale hanno individuato un autotrasportatore che aveva il cronotachigrafo non funzionante, infatti l’apparecchiatura al termine del viaggio indicava gli stessi chilometri della partenza.

Le sanzioni sono scattate anche nei confronti del titolare della licenza per aver messo in circolazione il veicolo con cronotachigrafo non funzionate e per aver consentito che l’autista guidasse senza l’abilitazione professionale ( carta di qualificazione del conducente). Sono stati individuati due trasportatori di merci in conto terzi totalmente abusivi: In un caso il conducente, di nazionalità cinese, sebbene risultasse operaio a Ragusa, in realtà vive e lavora a Prato, occupandosi del trasporto di capi di abbigliamento per conto di ditte appartenenti a suoi connazionali, senza però avere alcuna autorizzazione per svolgere tale attività. Gli agenti hanno proceduto al sequestro di borse, scarpe e indumenti prodotti da ditte cinesi e destinati a negozi di Prato e Rimini.

Tutta la merce, d’intesa con la Prefettura, sarà venduta o destinata a scopi umanitari. I veicoli sono stati sottoposti a fermo per tre mesi, mentre nei confronti dei trasportatori e delle ditte che hanno affidato la merce agli abusivi, sono state contestate sanzioni per un importo complessivo di 17mila euro.

http://www.lanazione.it/prato/cronaca/2013/02/08/843008-controlli_della_stradale_macrolotto_merce_sequestrata_finira_beneficenza.shtml

Folle inseguimento stradale in via Ripamonti, arrestati tre marocchini – MilanoToday


MilanoToday

Folle inseguimento stradale in via Ripamonti, arrestati tre marocchini
MilanoToday
Dopo un estenuante inseguimento stradale tre cittadini marocchini, di 20, 21, 24 anni sono stati arrestati dai carabinieri, a Milano. I tre, tutti sedicenti e irregolari, a bordo di un'Alfa Romeo 166, non si sono fermati all'alt di una pattuglia dell
MILANO: INSEGUIMENTO SUI TETTI, 3 ARRESTIAgenParl – Agenzia Parlamentare

tutte le notizie (2) »

Sparatoria, la Polizia uccide uno Zingaro

Fermiamo la violenza degli Zingari

La Stradale spara: muore un nomade
Corriere della Sera
NAPOLI – Sparatoria e un morto sull’Asse mediano, la strada di collegamento tra i comuni a nord di Napoli, questa mattina. L’uomo ucciso – un nomade di 21 anni , padre di 3 figli – nemmeno i conigli – era a bordo di una Opel Kadett di colore grigio che non si è fermata
Nomade ucciso in sparatoria con polizia nel napoletanoANSA.it
Napoli, ucciso nomade a posto di bloccoTGCOM
Nomade ucciso da poliziotto durante scontro a fuocoAttualissimo (Blog)
Tiscali –Adnkronos/IGN –il Giornale
tutte le notizie (94) »

Rumeno ubriaco aggredisce agenti della stradale

Romeni

Genova – A fine turno serale, nei pressi dell’Aurelia a Genova Prà, due agenti della Polizia Stradale si sono imbattuti in un ragazzo rumeno di 22 anni completamente ubriaco che cercava di lanciarsi sotto le macchine.
Il 22enne, F.T., alla vista dei due agenti, si è alterato ulteriormente inveendo contro i due che a fatica sono riusciti ad immobilizzare il giovane aiutati da altri colleghi intervenuti sul posto.
F.T. è stato trasportato in ambulanza all’Ospedale di Sestri Ponente dove i medici hanno accertato un tasso alcolemico alto e hanno ricoverato il ragazzo nel reparto di neurologia di Villa Scassi.
Gli agenti della stradale, colpiti da calci e pugni, hanno ricevuto medicazioni e hanno denunciato il 22enne per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

http://www.primocanale.it/notizie/rumeno-ubriaco-aggredisce-due-agenti-della-stradale-denunciato-115448.html

Tunisini fermati dalla Polizia Stradale a Genova Ovest – Città di Genova


Genova24.it

Tunisini fermati dalla Polizia Stradale a Genova Ovest
Città di Genova
Altri articoli sull'argomento. Genova – La Polizia Stradale ha fermato al casello di Genova Ovest un furgone carico di biciclette rubate e arrestato i ladri, due tunisini che stavano per imbarcarsi al terminal traghetti. E' stata rinvenuta, inoltre
Tentano di portare veicoli rubati in Nord Africa, due arrestiPrimocanale
Genova, tornano i ladri di biciclette: bloccato furgone diretto in Nord Genova24.it
A Genova tornano i ladri di bicicletteConoscere Genova

tutte le notizie (9) »