Tag: Siracusa

Mare Nostrum: Marina Militare li faceva sbarcare, loro li accoglievano a pagamento


OggiNotizie
Assistenza agli immigrati per denaro Scovata un’organizzazione: 11
Live Sicilia
La polizia, su disposizione del Gip, ha sottoposto agli arresti domiciliari Melake Andebrhan, 27 anni, e Angosom Resom, di 32, residenti a Siracusa e Yoel Tesfamechale, di 31, a Milano. Un provvedimento che dispone l’obbligo di presentazione all
Immigrati: traffico di profughi da Sicilia a Europa, 11 arrestiAGI – Agenzia Giornalistica Italia
Operazione ‘Teresa’: 11 arresti per immigrati irregolariOggiNotizie
Flash – Immigrazione: 11 arresti per rete di clandestini.BeFan
La Stampa –La Valle Dei Templi –Crimeblog.it (Blog)
tutte le notizie (37) »

Immigrazione, presunto scafista egiziano arrestato a Siracusa – BlogSicilia.it (Blog)


BlogSicilia.it (Blog)

Immigrazione, presunto scafista egiziano arrestato a Siracusa
BlogSicilia.it (Blog)
Un presunto scafista è stato arrestato dagli agenti della squadra mobile di Siracusa. E' accusato di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, in concorso con altri soggetti al momento non ancora identificati. Si tratta di un egiziano di 25 anni
Immigrazione, arrestato presunto scafista a SiracusaGiornale di Sicilia
Siracusa maxi sbarco: arrestato un presunto scafistaInformare Sicilia
Siracusa: egiziano tratto in arresto per favoreggiamento all Giornale Siracusa
Giornale di Siracusa
tutte le notizie (6) »

I servi di Alfano portano altri 500 invasori a Siracusa: città martire dell’immigrazione

Un barcone con 425 invasori è stato
intercettato a circa 140 miglia dalla co-
sta sud della Sicilia.

Il barcone già da ieri era stato segna-
lato in gravi difficoltà. Raggiunto da
due motovedette della Guardia Costiera,
sono ancora in corso ma stanno termi-
nando, le operazioni di trasferimento a
terra, a Siracusa, città martire
dell’immigrazione con 40mila positivi alla
Tubercolosi ‘grazie’ agli sbarchi.

Ovviamente i clandestini sono ‘siriani’.

Intanto Alfano, il calabraghe,fa la voce
grosse con gli abitanti della Val di Susa.

E i tunisini sequestrano un peschereccio italiano.

E’ il ‘governo del fare’.

Alfano chiama ‘profughi’ arrivano: raccolti in mare 300 clandestini siriani

Siracusa:soccorsi 300 clandestini siriani
Un barcone con a bordo 300 sedicenti profughi
siriani, in stato di disidratazione per
la lunga permanenza in mare, è stato
soccorso a circa 30 miglia a Sud-Est
dalla costa di Siracusa.

A segnalarlo è stato un siriano che si
è recato dalla Guardia costiera di Ca-
tania e ha fornito il numero di un te-
lefono satellitare di uno dei passegge-
ri,decisivo per la localizzazione del
natante da parte della centrale opera-
tiva del Comando della Guardia costiera
Due motovedette stanno portando i 300
profughi nel porto di Siracusa.

http://www.televideo.rai.it/televideo/pub/notiziasolotesto.jsp?id=926097&pagina=801&sottopagina=01

Ci risiamo con i ‘profughi col satellitare’. Tempisti questi ‘profughi’, nemmeno è iniziato il bombardamento americano e già sono qui. Qualcuno non li ha avvertiti che sono in anticipo.

La fuga dopo lo sbarco dei 150 invasori a Siracusa

La fuga dopo lo sbarco dei 150 profughi a Siracusa
La Repubblica
Il primo dei due scafisti era già stato arrestato nel 2011 per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Entrambi sono accusati di associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e di non aver soccorso due 

Invasione: altri 300 clandestini a Siracusa, sono i ‘giovani’ che Letta non lascerà soli

Siracusa, sbarcati altri 253 invasori
nella città che, ‘grazie’ agli sbarchi,
si trova con 40mila siracusani portatori
di Epatite.

Sale a quasi 800 il numero dei clandestini
sbarcati in Sicilia negli ultimi due
giorni.

Ieri sera un barcone di 15 metri, con a
bordo 253 invasori, tra i quali alcuni
scudi umani, 8 minori e 46 donne,
è approdato al molo di Portopalo di
Capo Passero, nel Siracusano.
Era scortato da una motovedetta
dei cani da riporto degli scafisti
che aveva avvistato il natante al largo.
I ‘migranti’ sono in prevalenza somali ed eritrei.
Sempre ieri sono stati soccorsi altri
tre barconi.

http://www.televideo.rai.it/televideo/pub/notiziasolotesto.jsp?id=923006&pagina=801&sottopagina=01

Sono questi i giovani che Letta non lascia soli.

L’invasione continua: centinaia di clandestini sbarcano a Siracusa

Siracusa 08 agosto 2013 – A Portopalo di Capo Passero, Siracusa, è approdato un barcone con a bordo 176 immigrati siriani ed egiziani. Dopo l’allarme di un diportista, il natante in legno in avaria è stato agganciato da 4 motovedette della capitaneria e i clandestini sono stati trasbordati. Sei donne sono state ricoverate in ospedale assieme ad un neonato. Il viaggio sarebbe durato 12-14 giorni e sarebbe costato 2-4 mila dollari a testa.

http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/sicilia/articoli/1110789/immigrati-nuovo-sbarco-a-siracusa.shtml

Siracusa, Allarme Tubercolosi, 40mila positivi: l’hanno portata i ‘profughi’

SIRACUSA – La città di Siracusa starebbe incubando da mesi un’epidemia di tubercolosi pronta ad esplodere: circa 40 mila soggetti sono risultati positivi ai test Tbc, e dunque sarebbero potenzialmente malati, basta un piccolo stress e il bacillo diventa attivo. Almeno secondo quanto racconta il Fatto Quotidiano del 16 luglio che riporta le cifre ufficiali fornite dal gruppo nazionale di studio dell’Aipo (Associazione italiana di penumologia) e convalidate dall’Oms. Scrive il Fatto:

SI PRESUME che la malattia sia arrivata in special modo con gli immigrati del Corno d’Africa, gli immigrati del Corno d’Africa sono spesso gli stagionali di Cassibile. Dunque tra gli anelli deboli della catena compare la voce: controlli sanitari. Nell’atto aziendale dell’Asp, in data 2010, pensate, manca proprio la voce dispensario tubercolare. Nel frattempo Rossitto denuncia la mancanza di strumenti, di materiali, di competenze, chiede alla dirigenza mezzi adeguati, richieste sovente con esito scarso. Rossitto poi verrà trasferito in pneumologia.

All’Asp di Siracusa continuano a dormire sonni tranquilli, ma nel frattempo la situazione è del tutto fuori controllo. Scrive il Fatto che il dispensario tubercolare di via Bufardeci è in corso di smantellamento ma ancora attivo

Il responsabile transita un’ora al giorno, confidano alcuni pazienti in attesa. I pazienti in attesa possono essere malati, sono nello stesso piano degli uffici della Medicina del Lavoro e dello Sport, dove non di rado accedono anche i bambini. Il meetup del M5s ne fa ampiamente riferimento all’interno dell’interpellanza presentata a Zito. Chi si ammala non ha molte chance: di saperlo, innanzitutto. L’Asp di Siracusa non prevede l’antibiogramma e l’esame colturale, fondamentali nel riconoscimento dell’infezione e soprattutto fondamentali nella prevenzione e contrasto della malattia nella forma farmaco resistente, quella che produce infezioni farmaco resistenti (e che contagia infezioni farmaco resistenti): ovvero quando la malattia diventa inesorabile, incurabile, si è spacciati insomma.

Fonti mediche accreditate, contattate da Blitz Quotidiano, ci assicurano che si tratta comunque di malattia tubercolare latente. Quali rischi corrono quanti sono stati esposti al contagio? “Per chi dovesse risultare positivo ai test c’è la possibilità, stimata intorno al 5 per cento, che si sviluppi la malattia nei successivi due anni. In ogni caso per queste persone è possibile eseguire un trattamento preventivo efficace che riduce quella probabilità del 60 per cento”. Un altro 5% è a rischio per tutta la vita: ergo, di quei 40 mila, al massimo 4 mila potrebbero ammalarsi.

Consultando i dati del Ministero della Salute si rileva che in tutta Italia ogni anno vengono notificati circa 4500 casi di tubercolosi attiva, e dunque le cifre riportate dal Fatto Quotidiano, se riferite alla sola realtà di Siracusa, ipotizzano un numero troppo elevato di casi. La situazione andrebbe valutata attentamente.

http://www.blitzquotidiano.it/salute/siracusa-torna-tubercolosi-rischio-epidemia-fatto-quotidiano-40-mila-positivi-test-1620598/

Angoscia senza fine: altri 163 immigrati da mantenere

Portati in salvo dalla Marina militare 163 immigrati, intercettati su un barcone di legno al largo delle coste siciliane. A localizzare l’imbarcazione, a sud di Pozzallo, è stata la Centrale operativa di Roma della guardia di finanza, avvisata telefonicamente – dal solito prete – della richiesta di aiuto. Gli immigrati sono stati tratti in salvo e portati, a bordo di una motovedetta della guardia costiera, al porto di Siracusa.

http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/sicilia/articoli/1101854/sicilia-soccorsi-163-immigrati.shtml

Sbarcati altri 70 immigrati da mantenere

SIRACUSA, 1 GIU 2013 – Un barcone con circa 70 immigrati clandestini e’ stato intercettato al largo di Avola da motovedette della guardia costiera di Siracusa. I valorosi difensori della Patria lo hanno condotto nel porto della citta’ aretusea, dove e’ in corso l’identificazione degli extracomunitari, tutti maschi, la maggior parte dei quali sarebbero minorenni (i famosi minori non accompagnati che vengono “spediti” appositamente in Italia per essere mantenuti dai fessi, cioè da noi italiani). Hanno dichiarato di essere egiziani.

http://www.ansa.it/web/notizie/regioni/sicilia/2013/06/01/Barcone-migranti-siracusano_8801488.html

http://www.imolaoggi.it/?p=52018&fb_source=message