Tag: presentazione

Mare Nostrum: Marina Militare li faceva sbarcare, loro li accoglievano a pagamento


OggiNotizie
Assistenza agli immigrati per denaro Scovata un’organizzazione: 11
Live Sicilia
La polizia, su disposizione del Gip, ha sottoposto agli arresti domiciliari Melake Andebrhan, 27 anni, e Angosom Resom, di 32, residenti a Siracusa e Yoel Tesfamechale, di 31, a Milano. Un provvedimento che dispone l’obbligo di presentazione all
Immigrati: traffico di profughi da Sicilia a Europa, 11 arrestiAGI – Agenzia Giornalistica Italia
Operazione ‘Teresa’: 11 arresti per immigrati irregolariOggiNotizie
Flash – Immigrazione: 11 arresti per rete di clandestini.BeFan
La Stampa –La Valle Dei Templi –Crimeblog.it (Blog)
tutte le notizie (37) »

I nomadi e lo smaltimento rifiuti: Tambellini promette linea dura e … – La Gazzetta di Lucca


La Gazzetta di Lucca

I nomadi e lo smaltimento rifiuti: Tambellini promette linea dura e
La Gazzetta di Lucca
Tambellini è convinto, bisogna ripulire tutta la città, campo nomadi compreso. Altro punto emerso questa mattina nel corso della conferenza stampa di presentazione del nuovo cda di Sistema Ambiente. La Gazzetta di Lucca che al tempo dell'ex
Sistema Ambiente, Romani nuovo presidente. Tagliato il cdaLucca in Diretta

tutte le notizie (4) »

Neanche davanti ai morti: rubano rame al cimitero, quattro arresti

VERCELLESE – I Carabinieri della Stazione di Crescentino, nel tardo pomeriggio di ieri, al termine di un mirato servizio di osservazione, hanno tratto in arresto in flagranza di reato quattro persone per furto di rame all’interno del piccolo cimitero in frazione San Silvestro a Crescentino.

I cittadini della piccola frazione, nei giorni scorsi, avevano già segnalato ai militari il furto di grondaie di rame e altri oggetti ornamentali dalle cappelle votive del cimitero. Per questi fatti la sorveglianza era stata immediatamente aumentata.

Nel tardo pomeriggio di ieri, una pattuglia di Crescentino, si è insospettita della presenza di un veicolo parcheggiato in posizione defilata rispetto alla strada principale, semi nascosto dalla vegetazione. Nello stesso momento viene segnalata la presenza di una vettura, con targa rumena, parcheggiata in modo anomalo nei pressi del cimitero di San Silvestro.

La pattuglia si nasconde in modo da non esser vista e poter intervenire prontamente. Nel frattempo i rinforzi circondano la zona. Dopo circa trenta minuti, quattro persone escono dal cimitero, con diverse grondaie di rame, scavalcano la recinzione e iniziano a caricare la macchina. Il blitz scatta immediato, tutti vengono bloccati e identificati e tratti in arresto con l’accusa di furto aggravato in concorso.

Due degli arrestati sono minori e uno di questi stava rubando il rame insieme al padre. Per i maggiorenni è scattata un’ulteriore aggravante. M.M. di 32 anni e M.M. di 37 anni entrambi residenti a Crescentino, sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza dei Carabinieri e sottoposti, all’esito del direttissimo, alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, nelle more della definizione del procedimento penale. I due minori, considerato il fatto di non aver precedenti e la giovanissima età 14 e 15 anni, sono stati affidati ai genitori. Il materiale trafugato ha un peso di circa 70 kg ed è stato restituito ai legittimi proprietari.

http://www.novara.com/?Section=News&tplBgContainer=1&Tools=WAPPS&Filters=SeqId,17600

In caserma per l’obbligo di firma: arriva in macchina, ma non ha mai avuto la patente

MONTEBELLUNA – Si è presentato alla caserma dei carabinieri di Crocetta del Montello guidando la macchina, ma la patente non l’ha mai avuta.
Il marocchino di 30 anni, pregiudicato e nullafacente, era sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione in caserma in seguito all’arresto per una rissa avvenuta ad Altivole.
È arrivato dai carabinieri guidando una Fiat Punto, intestata ad un’altra persona, appunto sprovvisto del documento di guida, perché mai conseguito.
Non solo: il veicolo è pure risultato in stato di fermo amministrativo dal 12 gennaio.
In sua compagnia, inoltre, c’era un connazionale senza fissa dimora, risultato essere destinatario di rintraccio per notifica del rigetto dell’istanza di regolarizzazione sul territorio nazionale ed intimazione ad allontanarsi dallo Stato.
Nei confronti del primo dei due marocchini è scattata una denuncia per guida senza patente e violazione dei sigilli. L’auto è stata sequestrata ai fini della confisca.

Link Articolo: http://www.oggitreviso.it/caserma-l%E2%80%99obbligo-di-firma-arriva-macchina-ma-non-ha-mai-avuto-patente-57073