Tag: Prese

Rubano 8mila euro in gioielli: prese 2 nomadi, una è minorenne

Bergamo – Si sono introdotte nella villa di un medico di base di Caravaggio e hanno portato via gioielli per circa 8 mila euro. Ma due nomadi, una delle quali minorenne, sono state bloccate poco dopo il furto dai carabinieri della locale stazione e tratte in altro »

I ladri non vanno in vacanza, arrestati tre topi d’appartamento – Vivere Pesaro


Vivere Pesaro

I ladri non vanno in vacanza, arrestati tre topi d'appartamento
Vivere Pesaro
Continua il lavoro incessante della Polizia di Pesaro che in questi giorni ha arrestato tre topi di appartamento: un 46enne che stava derubando un'abitazione a Santa Veneranda e due nomadi ventenni alle prese con alcuni appartamenti in via Branca.

altro »

Albanese “rampicante”: tradito da impronta vaso

(ANSA) – BOLOGNA, 13 AGO – A tradirlo è stata un’impronta lasciata su un vaso di fiori, su uno dei balconi dai quali è passato per svaligiare appartamenti, scalando grondaie e arrivando fino al quarto piano. E’ considerato un vero ‘ladro acrobata’ Suli Tahir, 22 anni, albanese con alle spalle un lungo curriculum di precedenti di polizia per reati contro il patrimonio. La squadra Mobile di Bologna lo ha arrestato con l’accusa di fare parte di una banda che, il 25 ottobre 2012, prese di mira una palazzina in periferia.

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2013/08/13/Ladro-acrobata-tradito-impronta-vaso_9153118.html

 

Nomadi e borseggiatori ‘alleggerivano’ i turisti: 24 arresti – RomaToday


RomaToday

Nomadi e borseggiatori 'alleggerivano' i turisti: 24 arresti
RomaToday
Nomadi e borseggiatori 'alleggerivano' i turisti: 24 arresti. Questo il frutto dell''attività dei carabinieri nelle zone a rischio della città. Prese di mira le stazioni, San Pietro, piazza Venezia e la fermata Spagna dove una vigilessa venne pestata
Roma: controlli dei carabinieri, 24 borseggiatori arrestatiLiberoQuotidiano.it

tutte le notizie (1) »

Reati ambientali: discarica abusiva a Cervaro e 4 arresti a Sant’Elia – Ciociaria-OggiNotizie


Ciociaria-OggiNotizie

Reati ambientali: discarica abusiva a Cervaro e 4 arresti a Sant'Elia
Ciociaria-OggiNotizie
A Sant'Elia Fiumerapido quattro romeni sono stati sorpresi con 400 chili di pigne prese da terreno demaniale. Reati ambientali: discarica abusiva a Cervaro e 4 arresti Sempre in tema di ambiente a Sant'Elia Fiumerapido, i militari della locale

Incommentabile – Marocchino: violenta un cane



Aveva pure avuto ripetuti rapporti sessuali con un cane da caccia in una delle aziende prese di mira. Ad incastrarlo le immagini delle telecamere a circuito chiuso. Protagonista un marocchino di 32 anni che aveva creato il panico nelle campagne acatesi dal novembre del 2011, quando aveva dato fuoco ad un impianto serricolo coltivato a pomodori di 3000 mq, in contrada Dirillo, di proprietà di un imprenditore agricolo di Vittoria, provocandone la distruzione parziale per un danno complessivo di 20.000 euro circa. A seguito di lunghe indagini condotte dai Carabinieri della Stazione di Acate, è stato rintracciato nella giornata di lunedì, in contrada Dirillo-Recinto, condotto presso la caserma di Via Neghelli e sottoposto a fermo di indiziato di delitto. Il marocchino è disoccupato, con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e contro la persona, irregolare sul territorio nazionale. Il giovane è ritenuto responsabile anche di un altro atto incendiario compiuto nel mese di dicembre scorso, quando il giorno di Santo Stefano aveva appiccato il fuoco ad un’azienda agricola in contrada “Pezza di Fico” di proprietà di due fratelli vittoriesi, distruggendo un deposito in legno, con all’interno gli impianti di irrigazione, attrezzatura agricola varia, nonché due serre coltivate a pomodoro causando un danno complessivo di 10.000 euro circa. Tutti e due gli incendi erano stati appiccati con il semplice uso di un accendino. Ma a carico del marocchino ci sono altri reati. Si era reso, infatti, responsabile anche di una serie di furti di elettrodomestici, attrezzature agricole, indumenti e alimenti (anche galline e tacchini) compiuti presso le aziende agricole degli stessi coltivatori agricoli che avevano subito l’incendio, nonché nei confronti di un’altra azienda agricola ad Acate. E’ emerso che il fermato aveva lavorato alle dipendenze di una di queste aziende agricole, per pochi giorni, ed era stato mandato via a causa del suo scarso rendimento e dell’abuso di alcool, motivo per il quale è facile ipotizzare che il gesto sia da leggere come una ripicca per il suo licenziamento. Nel casolare dove il giovane è abitava, è stata trovata parte della refurtiva.

Latina: anziane prese di mira dai nipotini di Napolitano

Stava camminando lungo via Don Morosini la donna che questa mattina è stata vittima di uno scippo.
La malcapitata, una 72enne di Latina, mentre si trovava sul marciapiede, è stata circondata da tre ragazzini stranieri, uno dei quali le ha strappato la catenina.
Ai carabinieri ha fornito una sommaria descrizione dei tre, di carnagione scura, molto probabilmente di etnia rom.

http://www.latina24ore.it/latina/47409/latina-72enne-scippata-da-tre-ragazzini