Tag: pista ciclabile

Senegalese ‘regolare’ e disoccupato molesta donne: ai domiciliari!!

Svuotacarceri all'opera

Svuotacarceri all’opera

VITTORIO VENETO – E’ stato arrestato il “molestatore della pista ciclabile”. 20 anni, senegalese, il giovane residente a Vittorio Veneto aveva aggredito due donne.
I fatti risalgono a luglio scorso. Il ventenne bazzicava in pista ciclabile quando ha fermato una 50enne di passaggio strappandole la borsa. La donna, dopo aver rincorso l’uomo, si è ripresa ciò che le era stato rubato, ma quando è arrivata a casa si è accorta di non avere le chiavi. Per questo è tornata sulla pista ciclabile, alla ricerca del rapinatore: le chiavi, doveva averle lui.
 
Il giovane era ancora lì, solo. E appena la donna si è avvicinata al ragazzo, questo le ha messo le mani addosso, palpeggiandole il seno e tentando di baciarla con la forza. La donna a quel punto ha chiamato le forze dell’ordine, ma vane sono state le ricerche da parte dei militari.
 
Il giovane, comunque, nei giorni successivi è tornato all’attacco: stesso luogo, stesso copione. A finire nelle mire del ragazzo, una badante rumena 45enne, che ha opposto resistenza e si è precipitata al comando dei carabinieri per sporgere denuncia.
Settimane di indagini, ricerche, appostamenti hanno portato a identificare il ragazzo. Celibe, disoccupato, con regolare permesso di soggiorno e senza precedenti penali, il 20enne è stato posto agli arresti domiciliari.

http://www.oggitreviso.it/molestava-le-donne-pista-ciclabile-arrestato-70472

Sono le nuove norme sul ‘femmicidio’.

Sono arrivati i nomadi, ma se ne andranno presto – Varese News


Varese News

Sono arrivati i nomadi, ma se ne andranno presto
Varese News
I nomadi sono arrivati a Bodio Lomnago. Nel piccolo centro affacciato sul lago di Varese non si parla d'altro: in via Acquadro, nel parcheggio a pochi passi dal pontile con vista mondiali di canottaggio, dalla pista ciclabile, da ville prestigiose e da

altro »

A nove anni urta con la biciclettina immigrato: massacrata a pugni

Pordenone, 13 aprile 2013 – Massacrata a pugni in faccia perché con la sua biciclettina ha urtato un immigrato.
E’ la terribile esperienza vissuta da una bimba di nove anni, nel centro di Maniago (Pordenone). La bimba si trovava in sella alla bicicletta, a passeggio assieme alla sorellina e al padre, lungo una pista ciclabile, quando, intorno alle ore 9:30.

Lo straniero senza proferire parola si è scagliato sulla bambina colpendola con due pugni al volto e procurandole profonde ferite lacero-contuse. Ne è nata una colluttazione con il padre della piccola, che nel tentativo di difenderla ha lanciato sull’uomo la propria bicicletta. Sono intervenuti anche alcuni passanti che hanno cercato di bloccare l’aggressore.
Poi sono arrivati i carabinieri che dopo una seconda colluttazione sono riusciti a bloccare l’uomo a terra, e ad arrestarlo. L’aggressore non aveva documenti e ha detto soltanto qualche incomprensibile parola.

La bambina, trasferita d’urgenza all’ospedale di Pordenone, ha perso molto sangue ma non versa in pericolo di vita.

http://voxnews.info/2013/04/13/urta-pedone-con-biciclettina-bimba-massacrata-di-botte/
http://qn.quotidiano.net/cronaca/2013/04/13/873092-bimba-nove-anni-aggredita-pordenone-pugni-in-faccia.shtml

L’aggressore è stato identificato come Marian Stefan Buican, cittadino romeno di 33 anni. In città con la madre, una badante.
Buican è accusato di lesioni personali gravi – la piccola guarirà in trenta giorni – violenza e resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento, capo d’imputazione che nasce dall’aver rotto nella foga il primo paio di manette che gli era stato stretto ai polsi. Nel trasporto a Pordenone ha dato nuovamente in escandescenze, costringendo l’autorità a disporre un trattamento sanitario obbligatorio. Ora è piantonato all’ospedale di Pordenone: sarà trasferito in carcere quando le condizioni di salute lo consentiranno.

San Giuliano Terme: quasi tutti immigrati, gli spacciatori

Prosegue anche nel 2013 l’attività investigativa per la repressione del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti svolta dalla Compagnia Carabinieri di Pisa nel territorio di San Giuliano Terme. Nei giorni scorsi, infatti, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, insospettiti dall’atteggiamento di due soggetti a bordo di un’autovettura in località Ripafratta, nei pressi della pista ciclabile, hanno deciso di fermare e controllare il veicolo. Alla vista dei Carabinieri, tuttavia, il conducente accelerava senza rispettare l’alt. E’ iniziato così un inseguimento al termine del quale i due occupanti della vettura sono scesi tentando di fuggire a piedi nei campi limitrofi: alla fine però sono stati bloccati e identificati dai militari dell’Arma. Si trattava di B.S., lucchese 27enne, e di un extracomunitario minorenne. Sull’auto è stato rinvenuto quasi un etto di eroina. I due sono stati arrestati.

Sempre dai militari del Nucleo Radiomobile è stato arrestato ieri un tunisino di 30 anni che, a Madonna dell’Acqua, è stato trovato in possesso di circa 15 grammi di hashish frazionate in altrettante dosi.

BILANCIO 2012. In tutto il 2012 sono state 34 le persone tratte in arresto dai militari della Compagnia Carabinieri di Pisa nel territorio dei comuni di San Giuliano Terme e Vecchiano, la maggior parte extracomunitari di origine nordafricana e clandestini in Italia. Molte decine sono stati i consumatori di sostanze stupefacenti segnalati in Prefettura. Circa 100 le persone deferite all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza, sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, guida senza patente e per porto di oggetti atti allo scasso.
“I risultati conseguiti nei citati territori – fanno sapere i Carabinieri – sono stati il frutto dell’intensificazione dei servizi in quell’area, disposto dalla Compagnia di Pisa per contrastare il fenomeno dello spaccio soprattutto nell’area di Migliarino”.
Analogo sforzo è stato compiuto per frenare il fenomeno della prostituzione su strada: l’anno scorso sono state avanzate proposte di Foglio di Via Obbligatorio nei confronti di 20 prostitute. Nel 2013 i Carabinieri proseguiranno con questa strategia di contrasto che, oltre agli arresti ed alle denunce, ha fatto registrare una flessione dei furti di circa il 15% rispetto al 2011.

http://www.pisatoday.it/cronaca/arresti-spaccio-droga-san-giuliano-terme-gennaio-2013.html