Tag: piena

Arrestati dalla polizia due nomadi in piena notte – NapoliToday


NapoliToday

Arrestati dalla polizia due nomadi in piena notte
NapoliToday
Polizia. Questa notte i poliziotti dell'Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Napoli e del Commissariato Scampia, hanno arrestato due pregiudicati domiciliati al campo nomadi di Via Cupa Perillo. I due sono stati altresì denunciati in stato di

Fiumicino, sgomberate baracche a rischio Rom accampati sull … – Il Messaggero


Il Messaggero

Fiumicino, sgomberate baracche a rischio Rom accampati sull
Il Messaggero
A Fiumicino vivevano in nove in un accampamento costruito sull'argine del Tevere: alla prima piena, rischiavano di essere travollti. La polizia li ha sgomberati e l'amministrazione locale ha proceduto alla bonifica dell'area. Controlli serrati a

altro »

Presi in piena notte due topi d’auto. Sono già a piede libero – Il Resto del Carlino

Presi in piena notte due topi d'auto. Sono già a piede libero
Il Resto del Carlino
A finire in manette, nella notte tra sabato e domenica, sono stati un marocchino e un algerino, entrambi di 41 anni, arrestati per furto aggravato e ricettazione. I DUE, entrambi già noti alle forze dell'ordine, uno per furto e l'altro per violazione

Integrazione: immigrato ‘stufo’ della moglie la lancia dal nono piano

Uccide la moglie lanciandola dalla finestra al nono piano. E’ successo domenica 30 giugno, in serata, a Cologno Monzese: protagonista un albanese di 30 anni che, nel corso di una lite, ha lancianto la moglie di 31 dal davanzale facendola cadere per nove piani e uccidendola sul colpo. L’uomo, pregiudicato, è stato fermato dai carabinieri.

L’omicidio è avvenuto nel pomeriggio, in via Einaudi 9. L’uomo, L.Z., ha precedenti per reati contro il patrimonio e ricettazione. La vittima è H.S., una sua connazionale. Inizialmente la chiamata è stata per suicidio ma quando i carabinieri sono arrivati sul posto, si sono molto insospettiti. La casa, infatti, era in disordine e l’uomo ferito in maniera leggera alle mani. Sentita una amica e la mamma della vittima, i carabinieri hanno quindi appreso che lui era molto geloso della moglie e che spesso i due litigavano. L’uomo aveva anche reazioni molto violente nei confronti della consorte che “spesso era piena di lividi”. I militari hanno quindi fermato l’uomo per omicidio.

http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/1271604/Uccide-la-moglie-gettandola-dal-nono-piano–arrestato.html

Viva la svuotacarceri.

Mirandola: stanziamento di 75mila euro a favore dei nomadi – ModenaToday


ModenaToday

Mirandola: stanziamento di 75mila euro a favore dei nomadi
ModenaToday
I nomadi continuano a ricevere soldi pubblici, in piena emergenza post-sisma. Dopo lo stanziamento da 135 mila euro che ha suscitato non poche polemiche nel capoluogo, ora tocca al Comune di Mirandola. Nei giorni scorsi, infatti, il consiglio comunale

Piazza Garibaldi, rapina aggravata: arrestati in piena notte due … – il Gazzettino vesuviano


il Gazzettino vesuviano

Piazza Garibaldi, rapina aggravata: arrestati in piena notte due
il Gazzettino vesuviano
Questa, notte gli agenti dell'Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Napoli, hanno arrestato i cittadini algerini residenti ad Aversa Sami Boutil 21enne e Abdelmalek Djouda 37enne, ritenuti responsabili, in concorso con una terza persona non

Perugia, trascina ragazza in strada per i capelli e la pesta


Adnkronos/IGN
Perugia, trascina per i capelli e picchia la ex: arrestato
Adnkronos/IGN
Perugia, 17 mag. – (Adnkronos) – L’ha afferrata per i capelli e l’ha trascinata per strada in piena notte, colpendola con calci e pugni. Lo ha fatto perche’ lo aveva gia’ fatto altre volte in passato. A nulla era valsa la denuncia che l’ex moglie gli
Picchia e trascina per i capelli l’ex moglie: arrestato un macedoneLa Nazione
Foligno, afferata per i capelli, trascinata tra due auto e massacrata PerugiaTodaytutte le notizie (4) »

8 Marzo – Racket delle mimose: vigilessa aggredita e picchiata da Bengalese

VENEZIA, 8 MARZO 2013 – È successo in via San Donà a Mestre (VE). La vigilessa, operatrice trentenne della polizia municipale era di pattuglia con un suo collega e si è accorta proprio del venditore abusivo. L’uomo che vendeva mimose è originario del Bangladesh.
L’uomo alla vista della macchina della polizia è subito scappato ed ha lasciato sul posto una borsa piena di mazzi di fiori. La vigilessa si è avvicinata e subito l’uomo è ritornato indietro e l’ha aggredita. Immediatamente il secondo vigile è intervenuto ed in pochi istanti sul posto sono arrivate 4 volanti.
L’aggressore è stato denunciato per resistenza e aggressione ad un pubblico ufficiale.

http://www.infooggi.it/articolo/venditore-abusivo-di-mimose-aggredisce-vigilessa/38407/

Padre e figlio razziavano rame

Padre e figlio ladri di rame. I carabinieri li hanno arrestati a Santa Maria a Monte al termine di un inseguimento dopo che erano stati sorpresi a rubare a una ditta di Ponticelli che si occupa della raccolta di materiale ferroso.
Si tratta di due romeni di 52 e 32 anni hanno agito in piena notte ed erano pronti a portare via numerosi quintali di rame.
Sono stati invece beccati dai militari intervenuti a seguito dell’attivazione del sistema d’allarme installato a difesa della sede della società.
I due si sono dati alla fuga, ma poco dopo sono stati intercettati e bloccati a bordo di un furgone.
All’interno è stato trovato materiale per circa una tonnellata e mezzo, dal valore complessivo di 7.000 euro circa.
Il materiale è stato recuperato e restituito al legittimo proprietario.
Ai due è stato convalidato l’arresto, sono adesso ai domiciliari nella loro casa a Pisa, con l’udienza del processo fissata per il mese di aprile.

http://www.gonews.it/articolo_184737_Padre-figlio-ladri-di-rame-inseguiti-arrestati-nella-notte-dai-carabinieri.html

Savona, rissa tra giovani albanesi in un bar: scattano le denunce – Il Vostro Giornale


Il Vostro Giornale

Savona, rissa tra giovani albanesi in un bar: scattano le denunce
Il Vostro Giornale
Savona. Quattro giovani di nazionalità albanese sono stati denunciati all'autorità giudiziaria dagli agenti della polizia di Stato di Savona. I fatti risalgono allo scorso martedì 12 febbraio quando, in piena notte, intorno alle 2,30, un ragazzo