Tag: Pesa

Ciampino: è allarme sicurezza, zingari scatenati

CIAMPINO furti o tentati tali registrati la scorsa notte hanno spinto i cittadini ad anticipare l’incontro sulla sicurezza a lunedì prossimo.Quello che ha interessato il quartiere Folgarella la notte appena passata sembra essere stato un vero e proprio raid. Tre tentati furti e uno portato a segno sembra essere il bilancio, quanto mai allarmante, di una situazione che pesa da troppo tempo sulle spalle dei cittadini, e che fa paura.

In tutti e quattro gli episodi, avvenuti tutti verso l’1,30, i ladri avrebbero cercato di intrufolarsi nelle abitazioni nonostante all’interno ci fossero gli ignari proprietari, che svegliati dai rumori, hanno messo in fuga i malviventi. E’ andata bene invece in un’abitazione di via Donizetti, dove i ladri hanno potuto fare razzia mentre i padroni di casa dormivano tranquillamente in camera, portando via 2 cellulari, qualche contante e un paio di pantaloni.

Un modus operandi che crea non poco timore, per l’imprevedibilità dei colpi tentati o portati a compimento, quando pare concreta la possibilità di trovarsi faccia a faccia con un ladro. La paura, in una zona già fortemente allarmata da un aumento esponenziale comprovato dei furti (LEGGI), corre veloce sui social network tanto che l’incontro cittadino sul tema della sicurezza programmato per il mese di ottobre è stato anticipato al prossimo lunedì 23 settembre.

“Al centro del dibattito – fanno sapere gli organizzatori – l’aumento della criminalità, il campo Nomadi “La Barbuta” e l’inquinamento ambientale che loro producono con i continui roghi all’interno del campo stesso.

Per decidere eventuali azioni da intraprendere per cercare di far sentire la nostra voce. Chiediamo un aumento della sicurezza, più forze dell’ordine a presidiare il territorio, soprattutto nelle ore notturne.

Chiediamo prevenzione, controllo e certezza della pena. Siamo stanchi dei continui furti, siamo stanchi di essere importunati fuori dai supermercati, fuori dalle poste, per strada dai venditori di calzini che ti seguono per parecchi metri. Siamo stanchi di dover sempre subire senza essere tutelati da nessuno”.

All’incontro, che non ha colore politico, sono stati invitati anche gli assessori Testa e Sisti. L’appuntamento è per lunedì alle 19.30 in piazza della Pace.

http://www.ilmamilio.it/m/it/attualita/primo-piano/16997-ciampino,-quattro-colpi-in-una-notte-%C3%A8-la-goccia-che-fa-traboccare-il-vaso.html

Ruba al volo lo smartphone a studentessa cinese: arrestato tunisino – Il Mattino


Il Mattino

Ruba al volo lo smartphone a studentessa cinese: arrestato tunisino
Il Mattino
A+ A- Stampa. PERUGIA Ruba al volo lo smartphone ad una studentessa cinese, arrestato. La polizia ha bloccato un tunisimo di 36 anni, con diversi precedenti. La giovane, una ragazza cinese di 19 anni, stava passeggiando lungo viale Sant'Antonio.
Ancora uno scippo: arrestato pregiudicato dopo aver derubato una PerugiaToday
Perugia, giovane ragazza scippata a Porta Pesa. Un uomo le ruba tuttoggi.info
Perugia, esce dal carcere e torna a scippare: in manette giovane Umbria 24 News

tutte le notizie (4) »

Varese: “Sono immigrato, dovete mantenermi!” . E si dà fuoco

VARESE – Un Algerino residente a Varese ha compiuto giovedì mattina alle 9.30 si è presentato negli uffici comunali dell’assessorato ai servizi sociali nel centro storico della città. Era arrivato con la moglie e due figli, due ragazzini, maschio e femmina, che hanno meno di dieci anni: l’uomo, in difficoltà economiche, sembra si fosse rivolto al Comune per avere un sostegno economico, ma improvvisamente ha estratto dalla giacca una bottiglia piena di liquido infiammabile e si è dato fuoco. E’ stato subito soccorso dai familiari e da alcuni dipendenti dell’assessorato che hanno chiamato l’ambulanza.

In mattinata è stato ricoverato all’ospedale di Varese dove verrà curato a spese nostre. Ha riportato gravi ustioni gravi su gran parte del corpo, ma secondo fonti sanitarie non dovrebbe essere in pericolo di vita. Prima del tragico gesto l’uomo, che era molto nervoso, ha urlato per alcuni minuti dentro gli uffici comunali. I servizi sociali seguono centinaia di casi ogni giorno e la mattina è spesso dedicata alle udienze dei casi più disperati, dalle famiglie che non hanno da mangiare, agli affidi familiari. Pesa soprattutto la crisi che espulso dalle fabbriche del Varesotto centinaia di immigrati. Che noi manteniamo.

http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/13_febbraio_28/varese-immigrato-algerino-fuoco-2114257695818.shtml

Perugia senza italiani: nigeriano pestato da nigeriano chiede aiuto a un cinese

Noi siamo la Resistenza

Perugia, 28/01/2013 – Erano passate da poco le 11 di lunedì mattina quando un uomo è entrato in una cartoleria della zona di Porta Pesa gestita da un commerciante cinese dicendo di aver bisogno di aiuto perché era stato da poco aggredito da un connazionale. Il commerciante a quel punto ha chiamato il 118 che ha trasportato il giovane nigeriano in ospedale. Il nigeriano di 29 anni che perdeva sangue, ha avuto bisogno di cure mediche perché ha riportato ferite lacero contuse al volto. Dopo essere stato visitato in ospedale, è stato dimesso con una prognosi di sette giorni.

http://www.umbria24.it/perugia-straniero-aggredito-a-calci-e-pugni-indagano-i-carabinieri/145294.html