Tag: minorenni

Cani imbottiti di droga: Livorno al centro del traffico. Processo a … – La Nazione


La Nazione

Cani imbottiti di droga: Livorno al centro del traffico. Processo a
La Nazione
Quarantanove giovani sudamericani, tra i 19 e i 37 anni, sono finiti 'alla sbarra' nell'ambito del procedimento che, lo scorso marzo, ha portato agli arresti 75 persone, tra cui molti minorenni, disvelando, tra l'altro, anche un traffico di cocaina

altro »

Ancora sbarchi di clandestini: forze navali incentivano questo fenomeno criminale

Un barcone con a bordo circa cento immigrati, presumibilmente di nazionalità siriana, è giunto nella notte al porto di Siracusa.
Poco dopo, al largo di Malta, la Guardia Costiera italiana , insieme a quella maltese, ha soccorso 300 migranti in balìa delle onde.
Il barcone giunto alle 3.30 a Siracusa aveva a bordo diversi minorenni e dieci donne, di cui una in stato di avanzata gravidanza. A scortare il barcone una motovedetta della Guardia di Finanza di Messina, dopo essere stato intercettato a circa 60 miglia ad est dalla costa. L’intervento è stato disposto dal gruppo aeronavale della Guardia di Finanza di Messina dopo una segnalazione riguardante un’imbarcazione partita dall’Egitto carica di migranti diretti verso le coste della Sicilia orientale. Per controllare la situazione, è stato inviato un aereo ATR42 in dotazione al Gruppo Esplorazione Aeromarittima di Pratica di Mare e in supporto sono stati inviati un guardacoste della Guardia di Finanza di Messina ed un velivolo della Sezione aerea di manovra di Catania. I clandestini, che appaiono tutti in buona salute, sono stati accolti da militari della Guardia di finanza ed altre forze di e sono stati affidati alle cure del personale medico. Per tutta la giornata continueranno le operazioni di polizia giudiziaria per individuare gli scafisti sotto la direzione della Procura della Repubblica di Siracusa, che ha inoltre disposto il sequestro dell’imbarcazione.

Il comando della Guardia costiera italiana, ha riferito che nelle prime ore di questa mattina l’imbarcazione soccorsa al largo di Malta è giunta a La Valletta. Era stata la Centrale Operativa di Roma della Guardia Costiera, alle 14 di ieri, a ricevere una segnalazione telefonica dal sacerdote eritreo don Mosè Zerai relativa a un barcone in difficoltà con a bordo circa 300 migranti. L’unità è stata localizzata a 38 miglia a sud ovest di Malta, in acque SAR maltesi. Sul posto sono intervenuti un pattugliatore d’altura della Guardia Costiera italiana e uno della Guardia Costiera maltese. Quest’ultima, che ha coordinato le operazioni, ha disposto anche il sorvolo di un aereo che, alle 16.20 circa, ha individuato il barcone alla deriva. Tra i clandestini presenti a bordo, alcuni feriti sono stati trasbordati sul pattugliatore italiano e successivamente trasferiti a bordo di un elicottero maltese per essere trasportati d’urgenza in un centro ospedaliero di Malta. I restanti migranti, in totale 265, tra cui donne e bambini, sono stati trasbordati su due motovedette della Guardia Costiera maltese e sono giunti nel porto di La Valletta alle prime luci dell’alba.

http://www.leggo.it/index.php?p=articolo&id=300013&utm_medium=twitter&utm_source=twitterfeed

 

Rissa a coltellate in un fast-food

 

Raptus di rabbia, nel tardo pomeriggio di ieri, in un fast food di via Guido Montpellier, zona Cornelia. Un cittadino pakistano di 34 anni, regolare sul territorio nazionale e incensurato, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Montespaccato con l’accusa di tentato omicidio. L’uomo, che qualche giorno fa era stato assunto in prova nel fast food, durante il proprio turno ha avuto una banale lite con un collega connazionale di 41 anni per motivi legati al rispetto delle proprie mansioni.

 

Senza alcun preavviso, il 34enne ha afferrato un grosso coltello nella cucina dell”esercizio avventandosi sul suo contendente, tentando di colpirlo all’addome. La vittima, con prontezza di riflessi, e” riuscita a schivare il colpo ruotando su di se”, ma la lama lo ha comunque ferito al gomito sinistro. Nel frattempo, i Carabinieri della Stazione Roma Montespaccato, avvisati telefonicamente da uno dei testimoni presenti, sono arrivati sul posto riuscendo a disarmare l”aggressore e ad ammanettarlo.

 

La vittima, trasportata al pronto soccorso dell”ospedale ”Cristo Re”, è stato dimesso con 5 giorni di prognosi e tanto spavento.

 

Il 34enne, invece, è stato portato in caserma in attesa di essere sottoposto al rito direttissimo.

altro »

Mc Donald’s crea lavori utili alla società.

Droga : 5 marocchini arrestati a Verona – Zazoom Blog


Zazoom Blog

Droga : 5 marocchini arrestati a Verona
Zazoom Blog
(Ultime Notizie – Ultim'ora) I carabinieri di Verona hanno arrestato 5 marocchini,4 residenti in Veneto,ritenuti responsabili di avere importato hashish dalla Spagna(Paese di residenza dell'altro trafficante) per venderlo ai ragazzi,alcuni minorenni
Droga ai giovani arrestati 5 marocchiniTgVerona
Vendono droga a minori, la segnalazione delle madri: arrestatiPadovaOggi
Mamme denunciano le amicizie sospette dei figli: scoperto giro di Il Gazzettino

tutte le notizie (5) »

Droga, 5 marocchini arrestati a Verona – Affari Sul Web


Corriere della Sera

Droga, 5 marocchini arrestati a Verona
Affari Sul Web
I carabinieri di Verona hanno arrestato 5 marocchini,4 residenti in Veneto,ritenuti responsabili di avere importato hashish dalla Spagna(Paese di residenza dell'altro trafficante) per venderlo ai ragazzi,alcuni minorenni,delle province di Verona
Droga, traffico di hashish dalla Spagna I carabinieri arrestano 5 Corriere della Sera
Vendono droga a minori, la segnalazione delle madri: arrestatiPadovaOggi
Mamme denunciano le frequentazioni sospette dei figli: scoperto Il Gazzettino

tutte le notizie (5) »

Zingari assaltano “isola ecologica”

ROMA – Una banda di nomadi, tutti provenienti dal campo nomadi di via di Salone, la scorsa notte si è introdotta all’interno dell’isola ecologica dell’Ama, di via Palmiro Togliatti, alla ricerca del prezioso “oro rosso”. La loro incursione notturna è stata però disturbata dall’arrivo di alcune gazzelle del Nucleo Radiomobile di Roma inviate sul posto a seguito di una segnalazione, giunta al pronto intervento 112.

I militari hanno circondato tutta l’area riuscendo a bloccare 7 cittadini rom, di cui 3 minorenni, di 17, 16 e 14 anni, gli altri maggiorenni di età compresa tra i 20 e i 27 anni, tutti nullafacenti e già noti alle forze dell’ordine tranne il 16enne e il 14enne. Il gruppo di ladri dopo aver scavalcato la rete di recinzione dell’area si sono introdotti all’interno, hanno forzato alcuni container ivi presenti, ed hanno asportato dal loro interno vari computer e materiale elettronico, al fine di recuperare il prezioso oro rosso ed altri metalli per poi rivenderli.

Il materiale è stato recuperato e riconsegnato al responsabile dell’area mentre, gli arrestati sono stati portati in caserma a disposizione delle Autorità Giudiziarie competenti e successivamente i minorenni sono stati affidati ai propri genitori mentre, i maggiorenni sono stati trattenuti in attesa del processo per direttissima. Rinvenuti e sequestrati anche gli attrezzi usati per compiere il furto.

http://www.ilmessaggero.it/ROMA/CRONACA/ladri_rame_centocelle/notizie/279768.shtml

Roma: pesta moglie e tenta di far esplodere appartamento

Roma 14 mag 2013 – Picchia la moglie e poi si barrica in casa con i tre bambini minori, apre il gas e minaccia di far esplodere l’abitazione. Un quadro potenzialmente destinato alla tragedia quello che si è parato davanti ai militari dell’Arma a Magliana, nella giornata di ieri. Intorno alle 21, l’uomo in evidente stato di ebbrezza ha picchiato la moglie all’interno del suo appartamento di via Sillano, in presenza anche dei loro tre figli tutti minorenni, accusandola di averlo tradito. La vittima, una cittadina filippina di 37 anni, dopo un po’ è riuscita a sfuggire alle violenze del marito e ha allertato il 112. A questo punto, l’uomo, andato su tutte le furie, si è barricato in casa con i tre figli e ha aperto i rubinetti del gas, minacciando di far esplodere l’abitazione.

L’intervento dei Carabinieri ha evitato peggiori conseguenze. Infatti i militari dell’Arma dopo un’estenuante trattativa con il sequestratore che si rifiutava di aprire la porta, sono riusciti a introdursi all’interno dell’abitazione, da una finestra lasciata aperta. Subito hanno messo in salvo i tre bambini e bloccato anche il 40enne che aveva in mano un accendino e stava tentando di far innescare l’esplosione. L’uomo, un cittadino romeno già noto alle forze dell’ordine, è finito in manette con l’accusa di tentato omicidio, maltrattamenti in famiglia e resistenza a Pubblico Ufficiale.

http://www.romatoday.it/cronaca/picchia-moglie-via-sillano-magliana.html

 

Roma, turisti derubati da zingari e immigrati

Roma 25 apr 2013 – Attacco di manolesta per i turisti della Capitale. Sei arresti nelle ultime ore, di cui due minorenni. È questo il bilancio dei servizi antiborseggio messi in atto dai carabinieri di Roma sui mezzi pubblici e nei luoghi più gettonati dai turisti, i monumenti.

Laura Boldrini agli zingari: "Siate orgogliosi della vostra cultura"

Prima è toccato a due donne rom di 28 e 42 anni, già note alle forze dell’ordine, arrestate dai Carabinieri della Stazione Roma Quirinale. Le due ladre sono state “pizzicate” in via Terme di Diocleziano subito dopo essere riuscite a sfilare una telecamera ad un turista irlandese. Il secondo colpo, poco tempo dopo, all’interno di un vagone della linea “A” della metropolitana, all’altezza della fermata “Repubblica”.

In azione i Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina che hanno arrestato due giovani, sempre rom, di 14 e 16, già note alle forze dell’ordine, che erano riuscite a rubare un I-Phone a un turista. Infine è toccato a due romeni di 24 e 34 anni, anch’essi già conosciuti dalle forze dell’ordine. I due, a bordo del bus 64, stavano per rubare il portafogli di un turista spagnolo. Sono stati arrestati dai carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma San Pietro. I “manolesta” maggiorenni arrestati dai Carabinieri sono ora a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del rito direttissimo mentre le due minori sono state accompagnate al Centro di prima Accoglienza di via Virginia Agnelli.

http://www.romatoday.it/cronaca/sei-arresti-furto-turisti-centro.html

 

Furti in casa, arrestati 16 rom – ANSA.it


ANSA.it

Furti in casa, arrestati 16 rom
ANSA.it
Furti in casa, arrestati 16 rom (ANSA) – CUNEO, 19 APR – Sedici ordinanze di misura cautelare nei confronti di altrettanti rom, 10 dei quali minorenni, sono state eseguite dalla polizia nell'ambito dell'operazione Lele, che ha portato a sgominare
Cuneo. Furti in casa, arrestati 16 romArticolotre
Cuneo In manette 16 rom per furto nelle abitazioniMediterranews
Cuneo: con operazione 'Lele' Polizia sgomina banda romLa Repubblica Torino.it
Torino Oggi Notizie
tutte le notizie (8) »

Milano, mega rissa fra 30 immigrati: ferito carabiniere

Milano, 18/04/2013 – Un immigrato  dice “bella figa” alla fidanzata di un altro immigrato e ne nasce una rissa paurosa che coinvolge circa trenta immigrati provenienti dalla Romania. Ferito un carabiniere intervenuto con i colleghi per placare la furia “migrante”.

Pisapia: "nessun problema sicurezza"

Una sorta di inferno. E’ questa la descrizione più ricorrente tra le numerose segnalazioni di residenti spaventati che, nella notte, hanno chiamato il 112 per una maxi rissa fuori da un locale in via Prato Magno, tra via Padova e viale Monza. Le testimonianze parlano di una trentina di persone coinvolte in sprangate, bastonate, pugni, calci. 

Sul posto sono così giunte diverse gazzelle dei carabinieri che hanno placato un maxi pestaggio collettivo tra cittadini romeni fuori da una discoteca frequentata solitamente da persone dell’Est Europa. Alla fine, dopo aver riportato la calma, sono state arrestate per rissa aggravata sette persone (tra i 20 e i 40 anni) e altre due – tutti cittadini romeni – sono state denunciate con la medesima accusa. I due denunciati sono minorenni, e hanno riportato una prognosi di 7 giorni. Anche un carabiniere è stato ferito a un ginocchio nel tentativo di separare i contendenti. Pare che tutti sia nato per un apprezzamento “forte” a una ragazza di uno degli avventori. Da lì, alcol e ragazzini “su di giri” hanno fatto il resto.

http://www.milanotoday.it/cronaca/rissa-romeni-via-prato-magno.html

In realtà è l’immigrazione a “fare il resto”.