Tag: madonna

Perugia: arrestati boss dello spaccio nordafricani, si spartivano la città

Perugia 27 settembre 2013 – Quattro piccoli boss dello spaccio sono stati arrestati dalla Squadra Mobile di Perugia dopo una lunga indagine e pedinamenti mirati. Si tratta di tre tunisini e di un marocchino (ma si sospetta che faccia parte anche lui ai clan tunisini) che avevano il controllo di tre zone specifiche di Perugia: Pallotta, Fontivegge e Madonna Alta.

In manette sono finiti: Azou El Mustpha del 1971 (zona di Spaccio Piazza del Bacio), Hada Achref del 1985 conosciuto con il nome di Karim (zona di Spaccio di Madonna Alta), Batri Mohamed del 1984 (zona di spaccio Pallotta), Khezami Achraf del 1980 (Pallotta). Tutti capizona che vendevano eroina e cocaina ad una media di 20-30 dosi al giorno. I tre erano anche dei rifornitori di altri spacciatori per tutta la provincia di Perugia, Arezzo e Viterbo. La Squadra Mobile dalle analisi eseguite sullo stupefacente ha avuto la certezza che si tratta di grossisti dato che le dosi in loro possesso hanno una purezza molta alta. Più si scende nella scala gerarchica dei clan e più le dosi sono tagliate e quindi meno pure.

Il capozona di Madonna Alta, Hada Achref, era una vera e proprio primula rossa dello spaccio. Conosceva anche le targhe delle auto della Mobile. Si muoveva solo tramite minimetrò e dava appuntamenti ai clienti proprio a pochi metri dalle stazioni. Al telefono usava i numeri delle fermate con gli acquirenti per fissare il posto dove consegnare la droga.

http://www.perugiatoday.it/cronaca/retata-droga-boss-pallotta-madonna-alta-fontivegge.html

Gli immigrati fanno i lavori che gli italiani rifiutano.

 

Perugia: pensionato aggredito e scippato da una banda multietnica

Perugia agosto 2013 – La Squadra Mobile e la Squadra Volante stanno indagando su un altro scippo avvenuto nel tardo pomeriggio del 12 agosto. Stavolta la vittima è un anziano pensionato che stava percorrendo via Magno Magnini a Madonna Alta. E’ stato assaltato da due giovani: uno lo avrebbe distratto mentre l’altro da dietro ha strappato la catenina dal collo dell’anziano. Poi si sono dati alla fuga verso la farmacia di via Cortonese. Un testimone, uno straniero, ha dato una descrizione dei due scippatori alle forze dell’ordine sia su abbigliamento e su altre caratteristiche. Al momento sarebbe state rintracciate tre persone già con precedenti specifici: si tratta di un moldavo, un romeno e un albanese. 

http://www.perugiatoday.it/cronaca/via-magnini-scippato-anziano-12-agosto-2013.html

 

Arresto per droga nella multisala di Madonna Alta: albanese in … – Corriere dell’Umbria


La Goccia

Arresto per droga nella multisala di Madonna Alta: albanese in
Corriere dell’Umbria
Arresto per droga nella multisala di Madonna Alta a Perugia. Gli agenti del commissariato di Foligno hanno bloccato un albanese di 25 anni con alle spalle numerosi precedenti per droga. L'uomo era destinatario, dalla fine dell'anno scorso, di un ordine
Hashish e cocaina, doppio arresto a Città di Castello e Madonna AltaLa Goccia

tutte le notizie (6) »

Rubarono la corona della Madonna: nuovamente agli arresti due Zingari


abruzzo24ore.tv

Rubarono la corona della Madonna: nuovamente agli arresti due
PrimaDaNoi.it
Gildo e la moglie Scheila sono persone ben conosciute dai carabinieri, in particolare a seguito dell'indagine che aveva portato al loro arresto, unitamente ad altri due soggetti anch'essi di etnia rom, avvenuto il 19 aprile 2010 per il furto della
Ripresi durante furto in casa, arrestata coppia di ladriLeggimi – Cronaca d’Abruzzo

tutte le notizie (3) »

Perugia, conferenza choc in Questura: “Molti immigrati spacciano ma ora preferiscono le rapine”

La parole del Capo della Squadra Mobile di Perugia: “Molti maghrebini  sono arrivati a Perugia per spacciare droga ma la crisi economica ha ridotto pure i consumi degli stupefacenti. Perciò alcuni di loro si dedicano ad altri reati come, appunto, gli scippi”. 

Gli scippi, i furti, le spaccate e persino le piccole rapine potrebbero essere una sorta di evoluzione del crimine legato ai clan stranieri a causa della crisi economica. In particolare sarebbero i piccoli spacciatori – meno soldi in circolo meno acquisto di stupefacente – quelli più propensi a cambiare pelle (criminale) per continuare ad assicurarsi un reddito “esentasse”. Una ipotesi che è stata ribadita dallo stesso Capo della Squadra Mobile Marco Chiacchiera nel corso di una conferenza stampa sulla cattura di un rapinatore tunisino. “Molti maghrebini – ha spiegato Chiacchiera – sono arrivati a Perugia per spacciare droga ma la crisi economica ha ridotto pure i consumi degli stupefacenti. Perciò alcuni di loro si dedicano ad altri reati come, appunto, gli scippi”. Gli immigrati andrebbero alla ricerca di oro e argento da rivendere direttamente presso alcuni negozi compro-oro – ha spiegato Chiacchiera – i quali consentono di monetizzare in breve la refurtiva.

A conferma delle parole del Capo della Squadra Mobile si è verificato questo nuovo episodio di violenza che ha visto come vittima un’anziana signora italiana aggredita da un immigrato. I poliziotti sono infatti sulle tracce di uno straniero dopo aver raccolto la denuncia di un’anziana residente in via Martiri dei Lagher (nel quartiere di Madonna Alta) che è stata scippata della catenina d’oro mentre stava per entrare nella propria abitazione. La donna ha descritto lo straniero (poco più che ventenne) agli agenti che sono stati allertati dopo che il ladro ha strappato dal collo la catenina. Si tratterebbe di un nord-africano di circa 20 anni.

http://www.perugiatoday.it/cronaca/crisi-pusher-si-danno-a-scippi-rapine.html

http://www.perugiatoday.it/cronaca/via-martiri-lager-scippa-anziana-ricercato-straniero.html
 

Due arresti per droga a Madonna di Campiglio. I carabinieri hanno … – Giudicarie.com


Giudicarie.com

Due arresti per droga a Madonna di Campiglio. I carabinieri hanno
Giudicarie.com
Si tratta di due ragazzi, di 22 e 28 anni, provenienti da Perugia, uno umbro e l'altro di origine peruviana, ora in carcere a Trento. I militari sono arrivati a loro dopo una serie di servizi di controllo nei dintorni di un noto bar della località
Due giovani arrestati a Madonna di Campiglio per drogaladigetto.it

tutte le notizie (6) »

Vengono anche dall’Iran per spacciare droga

Noi siamo la Resistenza

Perugia – Un cittadino di nazionalità iraniana A.A. di 55 anni, residente a Perugia è stato arrestato dai carabinieri di Gubbio insieme a quelli di Perugia. È stato scoperto un canale di rifornimento di droga che aveva origine da Perugia e lo sbocco nell’eugubino gualdese. Localizzata l’abitazione dell’uomo, nel quartiere di Madonna Alta, a Perugia i carabinieri hanno fatto irruzione e perquisito l’appartamento. All’interno sono state trovate 18 banconote da 100 euro palesemente contraffatte, 12 lattine da bibita modificate, con la parte superiore avvitabile, contenenti residui di cocaina verosimilmente utilizzate per il trasporto della sostanza, un bilancino elettronico di precisione, 2 agende con su trascritti numeri di telefono ritenuti contatti per l’acquisto o la cessione di sostanze stupefacenti. Essendo state recuperate delle banconote palesemente contraffatte l’uomo è stato arrestato per detenzione di banconote false. L’iraniano è gravato da numerosi precedenti di polizia per stupefacenti, lo attende il processo per direttissima dalla magistratura di Perugia che aveva disposto la custodia dell’arrestato nelle camere di sicurezza.

http://www.quiperugia.corrierenazionale.it/cronaca/2013/01/18/news/41831-blitz-a-madonna-alta-in-manette-un-iraniano