Tag: giornale di vicenza

Catturata la banda che derubò uno stand alla Fiera dell’Oro

Catturata la banda che derubò uno stand alla Fiera dell’Oro
Il Giornale di Vicenza
Con 20 arresti, alcuni ancora in fase di esecuzione, la Procura e la Squadra Mobile di Novara hanno sgominato una banda di sudamericani che soltanto nell’ultimo anno anno e mezzo ha messo a segno colpi di in Norvegia, Austria, Belgio e in tutta Italia altro »

Integrazione: immigrato gli stacca un pezzo di carne a morsi

TORRI DI QUARTESOLO. Come dice la Kyenge il “cinema aiuta l’integrazione”. «Mi ha aggredito mordendomi alla base del collo. Mi ha addirittura strappato un pezzo di carne». È il drammatico racconto di uno dei protagonisti della violenta lite che sabato scorso ha visto come teatro la sala 5 del multisala “The Space Cinema” di Torri di Quartesolo. Si tratta di un uomo di 55 anni di Vicenza il quale, anche sulla scia del dibattito innescatosi sul sito internet del Giornale di Vicenza, ha voluto rendere nota la propria versione dei fatti. Nel frattempo, ieri, ha sporto denuncia in Questura a Vicenza per minacce e violenza. «Gli agenti mi hanno mostrato alcune foto, in una delle quali ho riconosciuto il mio aggressore», spiega. Secondo il suo racconto, sabato sera, alla fine del primo tempo del film “Elysium”, stava parlando con la moglie quando ha visto la coppia che sedeva vicino a loro scambiarsi di posto. «Vicino a me si siede il ragazzo che, in maniera del tutto inaspettata, mi sferra una gomitata. A questa reazione io chiedo spiegazioni e per tutta risposta lui mi dice che per tutto il tempo avevo “monopolizzato” il bracciolo della poltrona senza lasciare spazio alla sua ragazza – spiega l’uomo -. A queste parole lo invito, senza mai offendere, ad un comportamento più educato chiedendogli comunque scusa semmai avessi fatto qualche cosa di sbagliato. Per tutta risposta lui, alzandosi in piedi, ha cominciato a picchiare ed io, mio malgrado, ho dovuto in qualche modo cercare di difendermi». Una scena allucinante, a cui hanno assistito gli altri spettatori, mentre la moglie dell’uomo urlava chiedendo aiuto. Secondo il racconto del vicentino, mentre il film riprendeva ma le luci restavano accese, ad un certo punto il suo aggressore, all’apparenza di origine ispanica, gli è saltato addosso mordendolo alla base del collo, «non mollandomi più». Altri spettatori sono riusciti a dividerli e a portare il ragazzo all’esterno. «Io e mia moglie siamo usciti dalla sala per andare assieme al personale del cinema a medicarci in attesa dell’arrivo delle forze dell’ordine – continua il racconto del vicentino -. Scendendo, però, mia moglie ha notato l’aggressore fuori dal cinema; appena l’ha vista ha cercato nuovamente di aggredirla. Fortunatamente questa volta però è stato prontamente bloccato da persone che in quel momento stavano assistendo al nostro dramma». L’uomo si è quindi recato con la moglie al pronto soccorso dell’ospedale di Vicenza, dove sono stati curati. «Mia moglie si ritrova con un forte shock emotivo e una mano e un braccio tumefatti, nonché 89 euro di ticket da pagare». A causa del morso, il vicentino, come di prassi in questi casi, sta assumendo degli antibiotici e dovrà sottoporsi ad una serie di analisi per scongiurare l’eventuale contagio da infezioni. «Mi chiedo – continua amareggiato – come un tranquillo sabato sera possa trasformarsi in un incubo che, speriamo, solo il tempo potrà guarire.

http://www.ilgiornaledivicenza.it/stories/dalla_home/557638_morso_al_collo_dallaggressore_al_cinema/

Interessante sia capitato durante la proiezione del film Elysium. Che narra di una Los Angeles post-immigrazione, in preda alla totale anarchia e abitata quasi esclusivamente da messicani, e con i ricchi bianchi – sui bianchi poveri il film non dice nulla, ma sappiamo benissimo la fine che avranno fatto – per mantenere il proprio benessere, fuggiti in una stazione geostazionaria.

Svuotacarceri: romeno recidivo entra ed esce dal carcere

VICENZA. Di nuovo lui. I poliziotti non hanno nemmeno bisogno di chiedergli più i documenti. Lo hanno fermato così tante volte negli ultimi giorni che, ormai, conoscono a memoria tutti i suoi dati: nome, cognome, data di nascita, nazionalità e, soprattutto, precedenti. Nicolae Nicula, romeno di 28 anni, è stato arrestato dalla polizia con l’accusa di furto aggravato. Di nuovo un colpo al market? No, questa volta ha messo le mani su una bicicletta. Portato in carcere, nella giornata di oggi dovrà presentarsi davanti al giudice Pesenti per il processo per direttissima. L’ALLARME. Sono le 3.15 quando un residente in corso Padova viene svegliato da un forte rumore. Va alla finestra a controllare e vede un uomo che scuote con forza una grondaia, tanto che pensa a un furto di rame. In realtà l’obiettivo era la bicicletta che il proprietario, con la catena, aveva fissato appunto alla grondaia. Pochi minuti dopo intervengono i poliziotti e bloccano il romeno mentre cerca di scappare via, pedalando più veloce che può. Bici sotto sequestro e arresto. Perché questa volta non se la cava con la solita denuncia, come era successo solo il giorno prima. I PRECEDENTI. Lunedì, infatti, Nicula è stato indagato con l’accusa di aver messo a segno, venerdì pomeriggio, un colpo al Prix di Torri di Quartesolo. Il dipendente ha raccontato alla polizia di aver visto entrare due uomini nel pomeriggio: mentre uno cercava di distrarlo, pagando una lattina di birra e facendo un po’ di confusione alla cassa, l’altro riempiva a gran velocità una borsa di liquori e generi alimentari. Non è un caso che la vittima li abbia riconosciuti e dunque denunciati. Tornato a casa dopo il lavoro, l’uomo aveva aperto il Giornale di Vicenza e, sorpresa, aveva visto le foto dei due.

http://www.ilgiornaledivicenza.it/stories/dalla_home/552697_raffica_di_furti_per_un_romenosecondo_arresto_in_soli_sei_giorni/

Alcolici a immigrati ubriachi, 50 le denunce – Il Giornale di Vicenza

Alcolici agli ubriachi, 50 le denunce
Il Giornale di Vicenza
ha avviato una serie di indagini su titolari di bar e locali accusati d'aver somministrato bevande violando la legge. Fra maggio e giugno giro di vite delle forze dell'ordine a Vicenza, Schio e Thiene: quasi la metà degli indagati sono immigrati

altro »

«Vuoi droga?» Poi lo rapina – Il Giornale di Vicenza

«Vuoi droga?» Poi lo rapina
Il Giornale di Vicenza
GLI ARRESTI. Ieri pomeriggio, in manette, sono finiti i due stranieri Banse Ganio di 19 anni e Coulibaly Bassane di 26. Spariti invece gli altri tre complici, un italiano e due immigrati, sempre di origine africana. Uno dei due fermati, durante la fuga

Retata a luci rosse, arresti e 53 multe – Il Giornale di Vicenza

Retata a luci rosse, arresti e 53 multe
Il Giornale di Vicenza
L'ESPULSIONE. E così, qualche giorno fa, Maria Brindusa, romena di 23 anni, è stata accompagnata all'aeroporto e rispedita in patria. Il provvedimento è stato eseguito dall'ufficio immigrazione, mentre gli agenti delle volanti, dopo averla rintracciata

altro »

Retata a luci rosse, arresti e 53 multe Una squillo espulsa per … – Il Giornale di Vicenza

Retata a luci rosse, arresti e 53 multe Una squillo espulsa per
Il Giornale di Vicenza
L'ESPULSIONE. E così, qualche giorno fa, Maria Brindusa, romena di 23 anni, è stata accompagnata all'aeroporto e rispedita in patria. Il provvedimento è stato eseguito dall'ufficio immigrazione, mentre gli agenti delle volanti, dopo averla rintracciata

Schio, il caso nomadi finisce in prefettura – Il Giornale di Vicenza

Schio, il caso nomadi finisce in prefettura
Il Giornale di Vicenza
Lo spinoso quanto delicato problema dei nomadi finisce sul tavolo della prefettura di Vicenza, da dove ieri mattina è uscita un'idea chiara e condivisa per gestire la situazione: lavorare in modalità sovracomunale per eliminare i disagi. All'incontro

Nomadi, controlli a tappeto a Schio – Il Giornale di Vicenza

Nomadi, controlli a tappeto a Schio
Il Giornale di Vicenza
Già da diverso tempo infatti numerosi imprenditori del territorio avevano segnalato situazioni di degrado e sporcizia (rinvenute deiezioni umane e materiale sporco di sangue) in corrispondenza degli accampamenti nomadi, che spesso vengono allestiti 

altro »

Chiede l’elemosina al bar, ma insiste troppo e picchia i vigili. Arrestato – Il Giornale di Vicenza

Chiede l'elemosina al bar, ma insiste troppo e picchia i vigili. Arrestato
Il Giornale di Vicenza
Successivamente identificato per Uyigwe Mathew Omo, ghanese di 32 anni, con precedenti di polizia, domiciliato a Padova e irregolare in Italia, l'uomo è stato quindi arrestato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, e infine assicurato nei