Tag: flagranza di reato

Trinitapoli, sorpreso all’interno azienda agricola a rubare, arrestato – StatoQuotidiano.it


StatoQuotidiano.it
Trinitapoli, sorpreso all’interno azienda agricola a rubare, arrestato
StatoQuotidiano.it
Trinitapoli – I Carabinieri hanno tratto in arresto in flagranza di reato T.I., nigeriano, 44 anni,, per il reato di furto aggravato, in quanto sorpreso all’interno dell’azienda “La Fenice” ubicata nell’omonima contrada, mentre si impossessava di
Trinitapoli, “visita” un’azienda: arrestato africanoDaunia Newstutte le notizie (2) »

Piazza dei Miracoli sotto assedio: turisti presi d’assalto da immigrati


La Nazione
I Carabinieri della Stazione di Pisa hanno tratto in arresto in flagranza di reato di tentato furto aggravato due cittadini georgiani (A.D., 28 anni, e B.G., 37 anni), entrambi gravati da numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio.

E’ diventata una lotta senza quartiere quella tra i Carabinieri di Pisa e le bande di borseggiatori quotidianamente impegnate a tentare di fare razzia di borselli e oggetti di valore dei turisti che ogni giorno affollano Piazza dei Miracoli. Un vero problema  per l’immagine della città che i militari del Comando Compagnia combattono tutti i giorni con militari in borghese dislocati su autobus e tra la folla del centro storico, in particolare quella che gremisce la piazza della Torre Pendente. La tattica dei borseggiatori è sempre la stessa: approfittando della confusione e confondendosi tra la nutrita folla dei turisti, a piccoli gruppi accerchiano l’ignaro visitatore all’interno dell’autobus o nella piazza e in un attimo gli fanno sparire il portafoglio o il borsello.

E proprio nel corso dell’ennesimo servizio, i Carabinieri della Stazione di Pisa ne hanno sorpresi altri due che, dopo aver infilato le mani nella tasca posteriore del pantalone di un turista britannico, ne stavano estraendo il borsello. Ma i militari hanno tenuto d’occhio i due georgiani e sono riusciti subito a bloccarli.

I due arrestati sono stati trattenuti in camera di sicurezza in attesa del processo con rito direttissimo.

Salgono così a cinque dall’inizio del mese di agosto i borseggiatori arrestati dai Carabinieri della Stazione di Pisa in quella che è diventata una sfida per garantire la legalità e la tranquillità dei visitatori stranieri.   

Droga ed esplosivi, arrestati in città un albanese ed una romena – CoratoLive.it


StatoQuotidiano.it

Droga ed esplosivi, arrestati in città un albanese ed una romena
CoratoLive.it
L'ennesimo arresto è stato eseguito ieri in flagranza di reato. In manette è finita una coppia di stranieri – un 25enne albanese ed una 21enne romena – finiti in carcere con le accuse di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e
Nord barese, 5 arresti dei carabinieriStatoQuotidiano.it

tutte le notizie (2) »

Brindisi: clandestino sorpreso sul tetto di un’abitazione, arrestato – Made in Italy Notizie


Made in Italy Notizie

Brindisi: clandestino sorpreso sul tetto di un'abitazione, arrestato
Made in Italy Notizie
I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Brindisi hanno tratto in arresto in flagranza di reato ABUDUL Raheem, 24enne di origine ghanese senza fissa dimora, per porto di oggetti atti ad offendere, violenza, resistenza

altro »

Arrestati due marocchini mentre rubano all’interno della cementeria – BuongiornoAlghero.it


BuongiornoAlghero.it

Arrestati due marocchini mentre rubano all'interno della cementeria
BuongiornoAlghero.it
I Carabinieri del Provinciale di Sassari nel pomeriggio di ieri, in località Scala di Giocca, hanno arrestato due cittadini marocchini per furto aggravato in flagranza di reato. Noredine Ibnoreda, 43enne pregiudicato, e Mohammed Rimi, 24enne
Italcementi, razzia di rame e acciaio: 2 stranieri nel mirino dei SassariNotizie.com

tutte le notizie (2) »

Centro, georgiano arrestato per furto di un telefonino – BariLive.it

Centro, georgiano arrestato per furto di un telefonino
BariLive.it
Nella mattinata di ieri, personale della locale Squadra Mobile ha tratto in arresto, in flagranza di reato, un cittadino georgiano di anni 29, con precedenti di polizia e in Italia senza fissa dimora. In particolare, l'arrestato è stato bloccato dagli

ARRESTATO UN ECUADORIANO A BARBERINO DI MUGELLO … – MET – Provincia di Firenze (Comunicati Stampa)

ARRESTATO UN ECUADORIANO A BARBERINO DI MUGELLO
MET – Provincia di Firenze (Comunicati Stampa)
I Carabinieri della Stazione di Barberino di Mugello, nel corso della nottata di lunedì 24 giugno hanno arrestato in flagranza di reato, un ecuadoriano per furto ed utilizzo fraudolento di carte di pagamento. Si tratta di un operaio di 30 anni

Mugello: arrestato ecuadoriano

ARRESTATO UN ECUADORIANO A BARBERINO DI MUGELLO
MET – Provincia di Firenze (Comunicati Stampa)
I Carabinieri della Stazione di Barberino di Mugello, nel corso della nottata di lunedì 24 giugno hanno arrestato in flagranza di reato, un ecuadoriano per furto ed utilizzo fraudolento di carte di pagamento. Si tratta di un operaio di 30 anni

altro »

Genova: sgominata banda di trafficanti di droga senegalesi

Genova 19 giugno 2013 – Si è appena conclusa un’operazione della Guardia di Finanza di Genova, riguardante un intenso traffico di droga nel centro storico cittadino, dove un gruppo di senegalesi aveva creato una capillare rete di distribuzione dello stupefacente, per lo più cocaina e “crack”, risultati provenire dalla Spagna.

Le indagini sono state avviate in relazione all’arresto di tre spacciatori di droga senegalesi, in tre distinte occasioni, nei mesi di febbraio e marzo di quest’anno, nella zona della Maddalena. Lo sviluppo delle investigazioni, su delega della locale Procura della Repubblica, progredite anche con l’ausilio di indagini tecniche, ha consentito di ricostruire le dinamiche dell’approvvigionamento e dello spaccio di droga, in cui risultavano coinvolti come artefici dell’attività illecita, due cittadini di origine senegalese, radicati nel centro storico cittadino, che la acquistavano da un loro connazionale di Torino, per poi immetterla nel “circuito distributivo” genovese.

Il fornitore torinese dello stupefacente, avvalendosi di alcune donne, che fungevano da “corrieri”, riforniva i propri connazionali genovesi almeno 2 volte al mese. L’attività investigativa, nel mese di maggio scorso, aveva consentito di individuare un corriere proveniente dalla Spagna, una donna senegalese, segnalata ai finanzieri in servizio all’aeroporto di arrivo in Italia, Linate, che l’hanno arrestata in flagranza di reato, trovandola in possesso di  1,1 chili di cocaina, confezionata in ovuli, nascosti nel bagaglio al seguito.

L’11 giugno scorso, un’altra donna di nazionalità nigeriana, mandata a Genova dal fornitore torinese per una delle periodiche consegne di cocaina ai connazionali indagati, è stata localizzata nei pressi dell’abitazione dei destinatari della droga  ed arrestata in quanto aveva nascosto addosso circa mezzo chilogrammo di cocaina, nonché 20 grammi di “crack”. L’operazione, essendo stato delineato un quadro probatorio supportato da plurimi riscontri, si è conclusa lo stesso giorno con i fermi dei due trafficanti genovesi e del fornitore torinese.

La perquisizione delle abitazioni degli arrestati ha consentito di sequestrare ulteriori 10 grammi di cocaina; 40 grammi di “sostanze da taglio”; 2 bilancini di precisione, che servivano per pesare la droga; 47.000 euro in contanti, provento dello spaccio degli stupefacenti; un’autovettura, che, in vari casi, era stata utilizzata per il trasporto della droga; 34 telefoni cellulari e 20 schede SIM, che servivano per mantenere i contatti connessi all’esercizio delle attività illecite.

http://www.genova24.it/2013/06/cocaina-e-crack-nel-centro-storico-stroncato-cartello-senegalese-maxi-sequestro-di-droga-e-contanti-52449/

Tenta di rapire bimbo di 4 anni dalle braccia dei genitori

SASSARI. Resistenza, lesioni a pubblico ufficiale, rifiuto di fornire le proprie generalità, ma soprattutto tentato sequestro di persona – di un bambino di quattro anni -. Ieri sera alle 20.15 gli agenti della Sezione Volanti hanno arrestato in flagranza di reato Madì Muratti, 27enne albanese senza fissa dimora.

Gli agenti, su indicazione di alcuni cittadini, hanno intercettato l’uomo che poco prima aveva tentato di sottrarre  ai genitori un bambino di quattro anni, afferrandolo e strattonandolo, non riuscendo però nel proprio intento per la pronta reazione dei familiari del minore, oggetto di pesanti offese e minacce.  Nel corso dell’intervento anche gli agenti sono stati offesi e aggrediti. Dopo le formalità di rito, il giovane straniero è stato condotto presso il carcere di san Sebastiano a disposizione del Giudice.