Tag: fiumicino

Prete keniano rubava doni fedeli: li spediva ai parenti in Africa

Vendeva i regali d’oro donati dai fedeli alla chiesa di San Nicola di Gioiosa Marea, nel Messinese, per poi spedire il ricavato ai parenti in Africa. Protagonista un sacerdote di 41 anni, originario del Kenya, fermato dai carabinieri a Fiumicino. A incastrarlo alcuni filmati del sistema di video sorveglianza della parrocchia. Sul suo conto corrente registrati movimenti sospetti, tra cui un bonifico di 40mila euro.
Il sacerdote è stato ripreso dalle telecamere mentre entrava nel locale dove erano custoditi i preziosi. I carabinieri hanno verificato che, dopo un furto nel mese di aprile, sul conto corrente del prete erano stati eseguiti diversi versamenti di denaro, tra cui un bonifico internazionale di 40mila euro. Nel corso di una successiva perquisizione domiciliare i militari hanno trovato diverse ricevute di versamenti di denaro contante. Su disposizione dell’autorità giudiziaria di Patti (Messina), il sacerdote, accusato di furto e riciclaggio, è stato rinchiuso nel carcere romano di Regina Coeli.

http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/sicilia/articoli/1116022/furti-in-chiesa-preso-un-prete-keniano.shtml

Quello che fanno tutti i ‘migranti’ con le rimesse.

Fiumicino, sgomberate baracche a rischio Rom accampati sull … – Il Messaggero


Il Messaggero

Fiumicino, sgomberate baracche a rischio Rom accampati sull
Il Messaggero
A Fiumicino vivevano in nove in un accampamento costruito sull'argine del Tevere: alla prima piena, rischiavano di essere travollti. La polizia li ha sgomberati e l'amministrazione locale ha proceduto alla bonifica dell'area. Controlli serrati a

altro »

Abusivo picchia bambina di 3 anni

ROMA – Malmenati e rapinati all’aeroporto di Fiumicino da un abusivo. È la brutta avventura vissuta da una famiglia intercettata all’arrivo da un noleggiatore che, al rifiuto del capofamiglia di salire a bordo del Van su cui si trovavano già altre tre persone. Li ha aggrediti.

Il primo ad essere malmenato è stato l’uomo a cui il tassista abusivo ha dato un pugno e, subito dopo, rapinato di 100 euro. Ad andarci di mezzo, è stata anche la figlia che, trovandosi in braccio alla mamma, ha ricevuto uno schiaffo indirizzato alla moglie che aveva cercato di prendere le difese del marito.

Il noleggiatore, grazie anche alle testimonianze e ad alcuni numeri della targa dell’auto, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per rapina ed estorsione. Per l’abusivo, anche il sequestro del Van e una multa di 2000 euro.

http://voxnews.info/2013/06/22/liberalizzazioni-tassista-abusivo-aggredisce-famiglia/

Egiziano accoltella dipendente: voleva essere “pagato”

FIUMICINO, RECLAMA STIPENDIO MA IL DATORE DI LAVORO LO
Un 24enne egiziano è stato picchiato e accoltellato a Fiumicino dal suo datore di lavoro. Il ragazzo, che lavorava in un ristorante della cittadina laziale, è stato licenziato dopo un acceso diverbio con il gestore del locale che lo ha malmenato e colpito con un coltello. Accompagnato in ospedale è stato medicato per lesioni e fratture multiple, il tutto con una prognosi di 25 giorni. Questo accadeva il 29 aprile scorso, ma la storia si è ripetuta ieri pomeriggio. Il giovane infatti si è recato nuovamente al locale per ritirare i suoi effetti personali ma per la seconda volta è stato attaccato dal ristoratore che lo ha aggredito con coltello da cucina del tipo “tranciante”, lungo circa 50 centimetri.

Stavolta qualcuno, insospettito, ha lanciato l’allarme al 113 e così sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato di Fiumicino, diretto da Filippo Mastropasqua. La vittima ha raccontato l’accaduto ai poliziotti e poi è stata trasportata da un’ambulanza del 118 in ospedale, dove si trova ora ricoverato. Quanto all’aggressore, un egiziano di 37 anni già noto alle forze dell’ordine, è stato condotto al Commissariato e in mattinata sarà processato per direttissima per il reato di lesioni gravi.

Secondo le prime ricostruzioni degli agenti, alla base del litigio ci sarebbe una storia di stipendi non pagati e legittimamente reclamati dal cameriere.
altro »

Fiumicino: donna incinta pestata a sangue da immigrati

<strong>Roma </strong>- Una donna incinta è stata aggredita da due stranieri, un uomo e una donna, al Parco Leonardo, a scopo di rapina. Gli aggressori le hanno spaccato la faccia e rotto il naso colpendola al volto con il casco. La donna è stata ricoverata all’ospedale Grassi, dove i medici le hanno diagnosticato 20 giorni di prognosi ed hanno accertato che il bambino sta bene.

http://voxnews.info/2013/04/26/donna-incinta-aggredita-a-fiumicino/

Ivoriano si dà fuoco in aereoporto e ferisce agente

ROMA – Paura e allarme all’aeroporto «Leonardo da Vinci» per un principio d’incendio. Il Terminal 3 è stato parzialmente danneggiato dalle fiamme quando, negli uffici dell’Agenzia delle dogane un extracomunitario – fermato per controlli – si è improvvisamente dato fuoco. L’uomo ha riportato gravi ustioni anche se è stato subito soccorso da un agente della Polaria che ha spento le fiamme e nell’intervento è rimasto a sua volta ferito a un braccio.

FUMO E PAURA – L’episodio, avvenuto intorno alle 10.20, ha provocato momenti di panico nello scalo tra addetti e passeggeri in transito. L’uomo avrebbe premeditato il demenziale gesto: il giovane della Costa d’Avorio, con in tasca un decreto d’esplusione, aveva infatti in borsa un cartoccio con una piccola tanica di benzina; uscito dalla porta dell’Agenzia delle Dogane si è versato addosso il liquido infiammabile e si è dato fuoco.

L’arrivo dell’ambulanza è stato ritardato dalla presenza di un’auto a noleggio – di un Ncc – che stava scaricando i bagagli di un viaggiatore. Pochi secondi, poi i barellieri sono giunti alla Dogana ed hanno prelevato il giovane africano che è stato subito trasferito nel centro grandi ustionati del Sant’Eugenio. Le fiamme sono state subito spente. Transennata e chiusa inizialmente parte dei check in agli Internazionali – dal banco 313 in poi – ritardate le operazioni di imbarco per alcuni voli. Poi, intorno alle 11.15, l’area imbarchi è stata interamente riaperta ai passeggeri ed è rimasta interdetta soltanto la zona del rogo vicino alle Dogane.

http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/13_febbraio_14/immigrato-si-da-fuoco-fiumicino-2113997376305.shtml

Ora dovremo anche mantenerlo.

Noto spacciatore tunisino sorpreso in Svizzera ed estradato: fu … – Umbria 24 News


tuttoggi.info

Noto spacciatore tunisino sorpreso in Svizzera ed estradato: fu
Umbria 24 News
Un noto spacciatore tunisino, noto alle forze dell'ordine di Perugia, è giunto in questi giorni all'aeroporto di Fiumicino, accompagnato da poliziotti elvetici, estradato dalla Svizzera per essere consegnato alla giustizia Italiana. L'arrivo Ad
Estradato dalla Svizzera arriva a Capanne per scontare una pena Giornale dell’Umbria

tutte le notizie (2) »