Tag: figlia

Milano che cambia: rissa tra immigrati davanti alla figlia di 9 anni

L’ex convivente citofona e porta la figlia di 9 anni in gelateria, la madre li raggiunge, scatta una lite e volano schiaffi: è successo ieri attorno alle 17.20 in via Ampère. La vittima, una ecuadoriana 51enne, è stata trasportata in codice verde alla clinica Città Studi, l’uomo, connazionale di 44 anni, all’arrivo degli agenti era già fuggito. L’episodio ha inizio con una citofonata dell’ex a casa della donna, “l’ennesima”, ha spiegato lei. A rispondere è stata la figlia di 9 anni, che è poi scesa e con il padre si è recata in una gelateria del quartiere. L’ecuadoriana appena accortasi dell’assenza della bambina è scesa in strada a cercarla trovandola in poi in compagnia del padre. Dopo uno scambio di insulti, i due ex conviventi hanno iniziato a mettersi le mani addosso: la donna è rimasta ferita e l’uomo è fuggito. Oltre agli agenti di Polizia sul posto è intervenuta anche una ambulanza che ha prestato i primi soccorsi trasportando poi la donna alla clinica Città Studi.

 

Denunciato rapimento 18enne da campo rom – ANSA.it


ANSA.it

Denunciato rapimento 18enne da campo rom
ANSA.it
Denunciato rapimento 18enne da campo rom (ANSA) – MILANO, 24 AGO – Una donna bosniaca di 38 anni ha denunciato il rapimento della figlia di 18 anni dal campo nomadi di via Montebisbino, a Bollate di Baranzate (Milano). L'autore del presunto 
Milano/ Coppia rom denuncia rapimento della propria figliaAffaritaliani.it

tutte le notizie (4) »

Picchia moglie e figlia, via da casa – ANSA.it


ANSA.it

Picchia moglie e figlia, via da casa
ANSA.it
Loro lo hanno denunciato e i carabinieri hanno applicato il nuovo decreto legge "contro la violenza di genere", disponendo l'allontanamento d'urgenza dalla casa familiare. Si è verificato a Trecase, nel Napoletano. Il provvedimento è stato adottato per
Nuove norme contro il femminicidio. Picchia la moglie e la figlia Il Mattino
Picchia moglie e figlia, uomo “cacciato” di casa dal giudiceIl Fatto Vesuviano
Napoli: picchia moglie e figlia, denunciato e allontanato da casaLiberoQuotidiano.it
ilgiornalelocale
tutte le notizie (13) »

Ritrovata in un campo nomadi a Roma la 15enne rom scomparsa – La Nazione


La Nazione

Ritrovata in un campo nomadi a Roma la 15enne rom scomparsa
La Nazione
Prato, 23 agosto 2013 – La 15enne rom scomparsa da Prato due giorni fa è stata ritrovata in un campo nomadi di Roma. Lo fanno sapere i carabinieri di Prato ai quali la madre della ragazza aveva fatto denuncia per l'allontanamento della figlia. Secondo 
Scompare a Prato 15enne rom di Bologna, era dai parentiIl Resto del Carlino
Ritrovata la 15enne rom scomparsa da Prato, Manu…InfoOggi
Ritrovata a Roma la minorenne scomparsa dal campo Rom di PratoNove da Firenze
Roma Daily News –Toscana TV –gonews
tutte le notizie (15) »

Picchia la figlia perché fa l’occidentale – Mattino Padova

Picchia la figlia perché fa l'occidentale
Mattino Padova
Non poteva nemmeno usare il Burrocacao perché le labbra lucide, nella cultura di suo padre, non sono concepite. Così come non sono concepiti altri cosmetici, l'iPod, i jeans, i tacchi alti, le uscite con le amiche e le passeggiate in centro con un

Zingara ‘croata’ guida contromano, senza patente e senza assicurazione. Era ai domiciliari.

PERUGIA, 18 AGO 2013 – A 18 anni, nota alle forze di polizia con 64 identità per reati contro il patrimonio, guidava senza patente e contromano un’auto priva di assicurazione intestata a un pregiudicato intestatario di 174 vetture sul quale sono in corso accertamenti: la giovane, nomade croata, è stata arrestata a Perugia perchè evasa dai domiciliari.In questura ha tentato di evitare il carcere perchè sta allattando una figlia di tre mesi, ma la struttura di Capanne è attrezzata per ospitare i bambini.

http://www.ansa.it/web/notizie/regioni/umbria/2013/08/18/Evasa-domiciliari-guida-senza-patente_9170011.html

‘Femminicidio’: immigrato pesta moglie e figlia

E’ accusato di aver maltrattato ripetutamente la moglie, anche davanti alla figlia di 10 anni. Per questo motivo un ucraino di 33 anni, residente a Terni, è stato allontanato da casa. La misura cautelare prevede anche il divieto di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla moglie. A maggio la donna è dovuta ricorrere alle cure del pronto soccorso dopo essere stata picchiata.

 

 

 

altro »

‘Femminicidio’: romeno massacra moglie e figlie, nasi rotti e teste spaccate

Lissone – Ha aggredito la moglie e le figlie per futili motivi. Un romeno di 54 anni di Lissone è stato arrestato lunedì sera dai carabinieri per lesioni personali. I militari sono arrivati nel suo appartamento su segnalazione telefonica. Hanno sorpreso l’uomo mentre colpiva a schiaffi e pugni la moglie, anche lei romena, di 49 anni e le due figlie di 25 e 24 anni. Le donne sono state portate in ospedale al San Gerardo di Monza e medicate per le feite riportare. La più grave è la figlia di 24 anni, a cui stata riscontrata la frattura del naso, oltre ad un trauma cranico e facciale. Per lei la prognosi è di 25 giorni. Per la mamma e l’altra figlia invece la prognosi è di 15 giorni.

http://www.ilcittadinomb.it/stories/Cronaca/aggredisce-moglie-e-figlie-arrestato-rumeno-a-lissone_1020062_11/

 

 

Egiziano clandestino adesca bambina su Facebook e la stupra in albergo

Milano 09 agosto 2013 – Un egiziano di 26 anni, S.M., ha adescato su Facebook una ragazzina di 13 convincendola a seguirlo in albergo per una notte: ora è stato arrestato per atti sessuali con minore di 14 anni e sottrazione della ragazzina alla potestà dei genitori.

I genitori si sono accorti della scomparsa della figlia nella notte tra il 29 e il 30 maggio 2013 e si sono rivolti immediatamente ai carabinieri che hanno fatto partire le indagini, con le intercettazioni telefoniche per ricostruire i contatti tra l’uomo e la vittima, fino all’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Secondo gli investigatori l’uomo, senza fissa dimora e irregolare in Italia, ha quattro “alias” diversi su Facebook. Per lunedì è previsto l’interrogatorio davanti al gip.

E non è finita. Secondo l’ordinanza del gip Simone Luerti, infatti, sono in corso accertamenti “sul ruolo” di una amica della 13enne, di “due amiche di quest’ultima (di anni 11 e 12 e di due amici di S. (l’egiziano arrestato, n.d.r.), tutti da identificare, presenti ai fatti e coinvolti in atti sessuali nel medesimo albergo”. Si profila quindi il coinvolgimento di altre persone – amici dell’egiziano – ma anche di altre ragazzine. Si è anche saputo che S. si sentiva con la 13enne al telefono fino a luglio.

Da ultimo, all’uomo era stato intimato di lasciare l’Italia entro 7 giorni il 10 marzo 2013. E non era il primo provvedimento di espulsione: un altro l’aveva copito circa tre anni fa.

http://www.milanotoday.it/cronaca/pedofilo-facebook-arrestato.html

 

Segrega donna italiana e la picchia: era ai domiciliari

Marocchini in parlamento

Marocchini in parlamento

Segrega la compagna e la picchia

Un marocchino 33enne è stato arrestato dai carabinieri di San Miniato, Pisa, per violenze nei confronti della compagna. L’uomo, che si trovava ai domiciliari per ricettazione, prima ha costretta la donna, italiana, a smettere di frequentare altre persone e poi ha iniziato a picchiarla, minacciando ritorsioni sulla loro figlia più piccola se lo avesse denunciato. Dopo l’ultimo episodio di violenza, la donna è fuggita e si è rivolta ai militari.

Agli arresti domiciliari picchia la conviventeLa Nazione

tutte le notizie (6) »

 

Chi è causa del suo mal, pianga se stesso. A chi l’avvisava, avrà dato del ‘razzista’.