Tag: don bosco

Agenti selvaggiamente aggrediti da marocchini

Quattro marocchini sorpresi dalla polizia municipale , in una roulotte in localita’ Montachiello, ( Pisa ), nella zona artigianale, mentre dormivano nella loro roulotte, hanno aggredito gli agenti, lussando la spalla ad uno di essi che ne avra’ per un mese. Tre dei quattro marocchini sono stati poi arrestati mentre un quarto e’ riuscito a fuggire. Gli stesso extracomunitari, pruripregiudicati, clandestini hanno poi continuato a dare in escandescenza nel carcere Don Bosco di Pisa. Il sindaco Filippeschi ha espresso solidarieta’ agli agenti selvaggiamente feriti, da quelle che possiamo definire tranquillamente definire belve. Crediamo che la situazione a Pisa, sia oggettivamente fuori controllo, con una presenza di clandestini magrebini, tutti puscher stimata in migliaia di unita’. Risse, spaccio, accoltellamenti, furti, scippi , rapine, Pisa ha paura, ed il governo, il ministro dell’ Interno, sono vivamente cercati dalla …Sciarelli a ” Chi l’ ha visto ? “

http://voxnews.info/2013/07/05/montachiello-pisa-selvaggia-aggressione-agli-agenti-della-polizia-municipale-di-pisa/

Via Fiorentina, irruzione in appartamento: latitante inchiodato dalla … – PisaToday


PisaToday

Via Fiorentina, irruzione in appartamento: latitante inchiodato dalla
PisaToday
di un altro individuo. Alla fine però si è arreso e ha comunicato il suo vero nome. L'arrestato è stato condotto nel carcere Don Bosco a disposizione della Procura Generale presso la Corte di Appello di Firenze, in attesa della sua estradizione in
Carabinieri fingono esercenti ed arrestano un ricercato in ambito gonews

tutte le notizie (2) »

Ecco perché i delinquenti romeni vengono in Italia

In Romania, se rifiuti di fare l’alcol test alla guida, ti prendi 3 anni e mezzo di carcere, e le autorità locali ti cercano in tutta Europa! Da noi, ammazzi gli italiani e il giorno dopo sei fuori. Al Don Bosco di Pisa sono stati accompagnati, come hanno spiegato i carabinieri, un romeno di 39 anni e un polacco. Quest’ultimo era ricercato a livello internazionale per una truffa compiuta nel suo paese d’origine. Il romeno invece è finito nei guai – deve scontare addirittura una condanna a tre anni e sei mesi di carcere – per essersi rifiutato, durante un controllo nel suo Paese d’origine, di sottoporsi a un controllo con l’alcoltest. Atteggiamento questo punito, evidentemente, in maniera pesante, a giudicare dalla sentenza passata in giudicato.

http://iltirreno.gelocal.it/pontedera/cronaca/2013/02/07/news/non-fece-il-test-per-l-alcol-arrestato-1.6491049