Tag: da troppo tempo

Pisa: ospedale è dormitorio di immigrati, rissa a coltellate inmezzo a pazienti terrorizzati


PisaToday

Rissa Pronto Soccorso Pisa

Una notte da codice rosso nella sala d’attesa del Pronto Soccorso dell’ospedale Cisanello di Pisa, sempre più ricovero per senzatetto che utilizzano i divanetti come giaciglio per dormire. Una situazione più volte denunciata. Sabato notte però si è scatenato il finimondo con una fuoriosa rissa che ha coinvolto alcuni stranieri. Il tutto davanti agli occhi impauriti delle persone che stavano attendendo di essere visitate.

Un primo accenno di lite intorno all’una, forse per l’occupazione dei divanetti, la guardia giurata ha però riportato la calma. Qualche ora dopo poi è scoppiata una vera e propria rissa, con tanto di coltelli. Le guardie giurate di turno hanno utilizzato lo spray urticante per cercare di placare gli animi, fino all’intervento delle forze dell’ordine che hanno ammanettato alcune persone. Diversi contusi sia tra senzatetto che tra le forze dell’ordine, mentre lo spray urticante ha fatto sentire i suoi effetti anche tra i pazienti in attesa e tra il personale medico e infermieristico, con pruriti, tosse e starnuti.

Una situazione, quella del Pronto Soccorso, che si protrae da troppo tempo e per la quale il personale ha scritto una lettera alla direzione aziendale affinchè intervenga in maniera risolutiva.

Potrebbe interessarti:http://www.pisatoday.it/cronaca/rissa-pronto-soccorso-pisa-2-marzo-2014.html

Ciampino: è allarme sicurezza, zingari scatenati

CIAMPINO furti o tentati tali registrati la scorsa notte hanno spinto i cittadini ad anticipare l’incontro sulla sicurezza a lunedì prossimo.Quello che ha interessato il quartiere Folgarella la notte appena passata sembra essere stato un vero e proprio raid. Tre tentati furti e uno portato a segno sembra essere il bilancio, quanto mai allarmante, di una situazione che pesa da troppo tempo sulle spalle dei cittadini, e che fa paura.

In tutti e quattro gli episodi, avvenuti tutti verso l’1,30, i ladri avrebbero cercato di intrufolarsi nelle abitazioni nonostante all’interno ci fossero gli ignari proprietari, che svegliati dai rumori, hanno messo in fuga i malviventi. E’ andata bene invece in un’abitazione di via Donizetti, dove i ladri hanno potuto fare razzia mentre i padroni di casa dormivano tranquillamente in camera, portando via 2 cellulari, qualche contante e un paio di pantaloni.

Un modus operandi che crea non poco timore, per l’imprevedibilità dei colpi tentati o portati a compimento, quando pare concreta la possibilità di trovarsi faccia a faccia con un ladro. La paura, in una zona già fortemente allarmata da un aumento esponenziale comprovato dei furti (LEGGI), corre veloce sui social network tanto che l’incontro cittadino sul tema della sicurezza programmato per il mese di ottobre è stato anticipato al prossimo lunedì 23 settembre.

“Al centro del dibattito – fanno sapere gli organizzatori – l’aumento della criminalità, il campo Nomadi “La Barbuta” e l’inquinamento ambientale che loro producono con i continui roghi all’interno del campo stesso.

Per decidere eventuali azioni da intraprendere per cercare di far sentire la nostra voce. Chiediamo un aumento della sicurezza, più forze dell’ordine a presidiare il territorio, soprattutto nelle ore notturne.

Chiediamo prevenzione, controllo e certezza della pena. Siamo stanchi dei continui furti, siamo stanchi di essere importunati fuori dai supermercati, fuori dalle poste, per strada dai venditori di calzini che ti seguono per parecchi metri. Siamo stanchi di dover sempre subire senza essere tutelati da nessuno”.

All’incontro, che non ha colore politico, sono stati invitati anche gli assessori Testa e Sisti. L’appuntamento è per lunedì alle 19.30 in piazza della Pace.

http://www.ilmamilio.it/m/it/attualita/primo-piano/16997-ciampino,-quattro-colpi-in-una-notte-%C3%A8-la-goccia-che-fa-traboccare-il-vaso.html

Carabinieri staccano l’acqua corrente agli zingari: “Sono più ricchi degli italiani!”

ROMA – I Carabinieri contro gli zingari del campo nomadi di Roma: “Possiedono Ferrari e Porsche, il Comune la smetta di concedere loro benefici”

Si dice che la Kyenge, appena saputa la notizia, sia diventata nera… di rabbia. I Carabinieri di Roma infatti, hanno deciso di effettuare maggiori controlli al campo nomadi di Castel Romano, ultimamente teatro di incendi, risse e aggressioni.

E hanno scoperto che tanti zingari che di giorno mendicano e chiedono l’elemosina poi tornano a casa con macchine di lusso. Addirittura alcuni sono stati visti tornare al campo rom con Porsche e Ferrari. E così sono subito scattati i provvedimenti per contrastare un andazzo che stava andando avanti da troppo tempo.

Per prima cosa, visto che gli zingari non pagavano le bollette dell’acqua, è stato staccato al campo l’allaccio per disporre dell’acqua corrente. Ma altri provvedimenti sono in cantiere: è stato infatti chiesto al Comune di valutare se davvero esistono ancora i presupposti per concedere alle famiglie di nomadi le case prefabbricate, dato che molte di loro hanno cospicue risorse finanziare e vivono meglio di molti italiani che avrebbero davvero bisogno di aiuto.

Inoltre, per contrastare i continui episodi di criminalità (in poco tempo è stato speso oltre un milione di euro proprio a causa di vandalismi e danneggiamenti al campo rom), ci saranno accertamenti sulla situazione penale degli “ospiti”: tanti infatti sarebbero i pregiudicati, alcuni addirittura con decreto di espulsione dall’Italia, che stanno tranquillamente perpetrando i loro crimini nella zona.

http://www.mattinonline.ch/i-carabinieri-staccano-lacqua-corrente-agli-zingari-sono-piu-ricchi-degli-italiani/