Tag: collo

Emergenza rapine a Genova: nordafricani scatenati

Genova. Due rapine in strada a danno di due ragazzi e una giovane che stavano tornando a casa dopo una serata trascorsa fuori con gli amici. La prima aggressione è avvenuta poco prima delle 2 in Vico dietro il Coro delle Vigne, dove una 28enne genovese ha riferito alla polizia di essere stata aggredita da uno straniero presumibilmente marocchino, di circa 30 anni il quale, per strapparle la borsa contenente documenti ed effetti personali, l’ha spinta per terra trascinandola per alcuni metri, procurandole lievi contusioni fuggendo poi a piedi. La ragazza, spaventata e smarrita, ha deciso di andare direttamente in Questura senza richiedere l’ausilio del 113.

Il secondo episodio poco più tardi in Corso Quadrio. Una volante del Commissariato S. Fruttuoso, ha raggiunto il pronto soccorso dell’ospedale S. Martino dove due ragazzi, rispettivamente di 21 e 22 anni, avevano richiesto le cure dopo essere stati aggrediti e feriti con un’arma da taglio da due nordafricani, dopo un tentativo di rapina.

Il maggiore è stato ricoverato e refertato con una prognosi di 15 giorni per ferite al collo, trauma al braccio sinistro e frattura alla mano destra, mentre l’altro è stato medicato per una ferita al gomito con prognosi di 15 giorni e poi dimesso. Gli agenti intervenuti, dopo aver appreso quanto accaduto, si sono messi subito alla ricerca dei due malviventi, senza trovarne traccia.

http://www.genova24.it/2013/03/genova-rapine-violente-in-strada-aggredita-una-ragazza-altri-due-giovani-al-s-martino-48359/

Anziana aggredita e rapinata da Marocchini

Bra (Cuneo) – L’anziana signora passeggiava con il marito per le strade della frazione San Matteo, di Bra, quando all’improvviso, le sono piombati addosso due uomini di nazionalità marocchina, che attirati dalla collana d’oro che la donna portava al collo, sono riusciti a derubarla.
I due malviventi sono quindi scappati a piedi con il gioiello ma è intervenuta una pattuglia dei carabinieri che ha bloccato la fuga dei due marocchini.
I ladri sono stati poi stati arrestati.

http://torino.ogginotizie.it/223065-anziana-aggredita-per-strada-bloccati-e-arrestati/#.UT5ASxw0004

Città di Castello: Romeno picchia la convivente davanti ai bambini

Città di Castello, picchia la compagna davanti ai bambini: arrestato
Umbria 24 News
Ha picchiato la compagna davanti alla sorella e ai bambini per pochi euro e tanti rancori. Le ha provocato gravi lesioni al collo per quanto l'ha stretta forte. E' successo sabato pomeriggio nella zona di S. Giustino, dove un rumeno, F.R di anni 48

altro »

Gioia, ferisce al collo l’ex convivente. Arrestato albanese – Putignano Informatissimo

Gioia, ferisce al collo l'ex convivente. Arrestato albanese
Putignano Informatissimo
carabinieri auto nuova Gioia del Colle (Ba) – I Carabinieri della Stazione di Gioia del Colle hanno arrestato un 28enne incensurato di origini albanesi con l'accusa di tentato omicidio. I militari, intervenuti presso un bar di via Cavour, hanno

altro »

Accoltella bambina di 4 mesi

BERGAMO – Ha ferito con un coltello da cucina la propria figlia di 4 mesi, colpendola al collo.

La madre, una donna sudamericana e residente a Bergamo, è stata tratta in arresto dai carabinieri della locale compagnia con l’accusa di tentato omicidio. L’episodio si è verificato oggi nell’abitazione della donna, al culmine di una violenta lite con il marito. Per fortuna la ferita non è risultata letale per la bambina, che non è in pericolo di vita.

La sudamericana, trentenne, in preda a un raptus ha afferrato il coltello e inferto il fendente al collo della bimba. Il marito l’ha immobilizzata e ha dato l’allarme. La piccola è stata portata all’ospedale Papa Giovanni con un’ambulanza del 118. All’abitazione sono subito arrivati i carabinieri, che hanno arrestato la donna, in stato confusionale.

http://www.ilmessaggero.it/primopiano/cronaca/bambina_accoltellata_collo_bergamo_mamma/notizie/243932.shtml

Cingalese pesta donna a colpi di catena

Riccardi si complimenta con il 'migrante'

LUCCA, – Non ha accettato la separazione dalla moglie e l’ha aggredita al mercato a Lucca. E’ stato denunciato dalla Squadra Mobile della questura di Lucca un uomo cingalese, di 52 anni, residente a San Vito e di professione operaio che, adesso, dovrà rispondere dei reati di minacce, ingiurie e lesioni aggravate dall’uso di un oggetto atto a offendere.

L’uomo da tempo vive in Italia e ha sempre condotto una vita tranquilla, lontano dai problemi con la giustizia. Da più di un anno, però, si è separato dalla moglie, una connazionale di 48 anni che vive a Capannori: la decisione è stata della donna che non ce la faceva più a sopportare quel marito dispotico e violento.

A quel punto, l’uomo, invece di rassegnarsi alla fine della storia con la moglie, ha iniziato a minacciarla, arrivando perfino ad aggredirla per la strada. La Procura, visto quello che era accaduto, ha ottenuto dal giudice per le indagini preliminari che l’uomo non potesse avvicinarsi alla ex moglie.

Una restrizione già abbastanza pesante, ma che non è bastata ad arrestare l’ira dell’uomo: qualche settimana fa, in un giorno di mercato, l’uomo ha incrociato fuori Porta Elisa la ex e, non appena l’ha vista, ha iniziato a offenderla pesantemente e minacciarla di morte. Immediata la reazione della donna che ha chiamato il 113 con il cellulare, ma l’operaio, per paura di beccarsi un’altra denuncia, si è rapidamente allontanato dal posto e ha preso la direzione del centro.

La donna si è tranquillizzata e ha deciso di farsi la sua passeggiata al mercato. Non sono passati nemmeno 20 minuti, che ha incontrato nuovamente l’ex marito che l’ha colpita al collo con una catena per poi darsi rapidamente alla fuga.

La quarantottenne è stata soccorsa e al Pronto Soccorso l’hanno giudicata guaribile in alcuni giorni dal forte colpo subito. Ovviamente ha sporto denuncia e, al termine degli accertamenti effettuati dalla Squadra Mobile di Lucca, l’uomo è stato di nuovo denunciato e ora rischia che il provvedimento già preso nei suoi confronti si inasprisca ulteriormente.

http://www.loschermo.it/articoli/view/49197

Roma, poliziotto in coma per aver sedato rissa: caccia agli aggressori – Il Messaggero


Il Mattino

Roma, poliziotto in coma per aver sedato rissa: caccia agli aggressori
Il Messaggero
Le quattro «belve» che nella notte di Capodanno hanno massacrato di botte un ispettore di polizia che tentava di sedare una rissa esplosa per strada a Marino hanno il fiato sul collo. Gliinvestigatori della Squadra Mobile hanno l'identità di almeno due
Poliziotto massacrato per sventare una rissaInfoOggi
Roma, poliziotto massacrato voleva fermare una rissaIl Mattino
Ispettore di Polizia tenta di sedare rissa, ma viene massacrato. E' in Dazebao
Tg1 – www.tg1.rai.it –Mediterranews –RomaToday
tutte le notizie (36) »

Si ribella al furto: giovane accoltellato da Marocchino

Tentato omicidio a Riccione, ravennate ferito al fegato con un collo di bottiglia da Marocchino

Riccione – Verso le 6.30, al Cocoricò, un giovane ravennate si è accorto che un marocchino stava cercando di rubargli il portafoglio. Ne è nata una lite, immediatamente interrotta dai buttafuori che, vergognosamente, hanno fatto uscire entrambi dal locale e non il solo ladro.
Una volta fuori dal locale, il marocchino ha impugnato un collo di bottiglia e lo ha brandito contro il giovane ravennate, ferendolo al fegato. In questo momento i medici lo stanno operando.
L’aggressore ha tentato la fuga, ma è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio.

http://www.ilrestodelcarlino.it/rimini/provincia/2012/09/02/766386-riccione-risse-tentato-omicidio-cocorico.shtml

Non solo Roma: anche a Genova un’aggressione

Sestri Ponente: donna aggredita mentre porta a spasso il cane

Genova – Aveva portato fuori il cane, in vico Acqua Calda, a Sestri Ponente, quando improvvisamente un uomo le ha strappato la collanina dal collo ed è fuggito.
E’ successo ieri sera a Sestri, intorno alle ore 21.20. A subire l’aggressione una genovese di 52 anni, che, dopo essere stata assistita, è stata invitata a sporgere denuncia.
L’aggressore, sudamericano, dopo averle strappato la catenina dal collo è fuggito facendo perdere le proprie tracce. Gli agenti dell’U.P.G. intervenuti hanno effettuato numerosi giri nella zona richiedendo l’ausilio delle altre pattuglie, senza però alcun riscontro.
Si tratta dell’ennesimo caso di scippo nella città che ha raggiunto il triste primato di “capitale italiana degli scippi”, prima in Italia per borseggiatori e furti in strada.

http://www.genovatoday.it/cronaca/scippo-donna-sestri-ponente.html

Scusa che ora e’ ? E la pestano

Violenta rapina ieri, in pieno giorno, in via Procaccini, quartiere Navile. Vittima una 31enne aggredita e derubata da due moldavi. Bottino una collana preziosa.

I banditi hanno avvicinato la malcapitata con la scusa di sapere che ora fosse. Rivolgendosi a lei in lingua romena le hanno chiesto: ‘Scusa che ora è?”. La giovane non ha fatto in tempo a sollevare gli occhi dall’orologio che si è sentita sferrare un pugno in pieno sterno. Poi i due le si sono avventati addosso, strappandole dal collo la catenina, del valore di circa 500 euro. Hanno poi tentato anche di sfilarle un bracciale, ma le grida della donna li hanno convinti ad allontanarsi.

La 31enne, che ha riportato alcune escoriazioni al collo e al polso destro, ha denunciato il fatto alla polizia, che ora è al lavoro per risalire all’identità dei due responsabili.

http://www.bolognatoday.it/cronaca/rapine-bologna-via-procaccini-navile.html