Tag: chiave

Sorprende in casa banditi che la aggrediscono: li fa arrestare

VICENZA. Forse per un attimo se l´è presa con il marito e ha pensato che, sbadatamente, non avesse chiuso a chiave la porta. Ma è stata questione di un secondo. Perché, appena è entrata in casa, ha capito subito che lui non aveva colpa. Non ha neppure avuto il tempo di appoggiare i sacchetti della spesa che ha visto sbucare, in fondo al corridoio, dalla sua camera da letto, due uomini. Tutto è successo molto in fretta. Sono corsi verso di lei, l´hanno spinta violentemente da parte facendola cadere a terra e poi sono scappati giù per le scale. Il suo appartamento era nel caos: avevano rovistato ovunque alla ricerca di soldi e gioielli. E ne avevano trovati parecchi. Pochi istanti e l´avrebbero fatta franca. Non hanno fatto i conti con la prontezza di riflessi della donna, che oltre a dare subito l´allarme al 113, ha anche “guidato” gli agenti perché, dalla finestra di casa, ha seguito la fuga dei due uomini. E così, in pochi minuti, la banda è stata accerchiata ed arrestata.
IN CARCERE. Lunedì pomeriggio le volanti della polizia hanno bloccato tre volti noti, tutti residenti nella zona di Reggio Emilia: Zaal Khatchapuridze, 42 anni, nato in Georgia; il connazionale Tornike Bitsadze, 21 anni e il russo Mihail Munteanu, 45 anni. Devono rispondere di rapina aggravata in concorso. A mettere a segno il colpo sarebbero stati questi ultimi mentre Zaal Khatchapuridze li avrebbe aspettati in macchina poco lontano. Gli agenti sono riusciti a fermarli in via Fratelli Bandiera: la macchina, una Mercedes 190, era già accesa e i tre stavano per scappare.
IL COLPO. Sono le 16.35 quando la pensionata torna a casa, nel suo appartamento al quarto piano in via Medici. Si insospettisce perché la porta blindata non è chiusa a chiave. Lei e il marito sono prudenti e danno sempre quattro mandate. Pensa a una dimenticanza ma, appena entrata, capisce che non è così. Il salotto è a soqquadro, sbucano due uomini. È uno choc: i sacchetti della spesa le cadono a terra e lei riesce solo ad urlare: «Che cosa sta succedendo?» Poi viene spinta a terra, con violenza. Non si muove, teme vogliano picchiarla ancora ma per fortuna scappano e lei, senza perdere tempo, dà l´allarme e dalla finestra segue la loro fuga.

 

http://www.ilgiornaledivicenza.it/stories/dalla_home/535026_banditi_in_casa_pensionataguida_gli_agenti_e_li_fa_arrestare/

Firenze: sequestra e picchia la ex

Firenze, 6 maggio 2013 – Non voleva che incontrasse il nuovo fidanzato. Così si è recato con una scusa a casa dell’ex compagna, l’ha chiusa a chiave in una stanza e l’ha picchiata. L’autore del gesto è un 34enne di origini tunisine. La donna, tedesca
Sequestra e picchia la ex compagna. Arrestato un 34ennegonews

tutte le notizie (2) »