Tag: Carabiniere

Spara a bandito, magistrati indagano agente!

FIRENZE, 29 APR – Il carabiniere che ha ferito un bandito in fuga, ieri sera nel Valdarno, e’ ora indagato dalla procura per lesioni. Il ferito e’ un ricercato romeno. E’ stato colpito da uno sparo ad una spalla mentre scappava con un complice a un posto di blocco. L’uomo, 27 anni, deve scontare un’ordinanza di custodia in carcere del gip di Roma per clonazione di bancomat. Il militare ha sparato due colpi con la mitraglietta: uno in aria, l’altro ha ferito il delinquente.

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2013/04/29/Bandito-ferito-Toscana-indagato-Cc_8629810.html

Milano, mega rissa fra 30 immigrati: ferito carabiniere

Milano, 18/04/2013 – Un immigrato  dice “bella figa” alla fidanzata di un altro immigrato e ne nasce una rissa paurosa che coinvolge circa trenta immigrati provenienti dalla Romania. Ferito un carabiniere intervenuto con i colleghi per placare la furia “migrante”.

Pisapia: "nessun problema sicurezza"

Una sorta di inferno. E’ questa la descrizione più ricorrente tra le numerose segnalazioni di residenti spaventati che, nella notte, hanno chiamato il 112 per una maxi rissa fuori da un locale in via Prato Magno, tra via Padova e viale Monza. Le testimonianze parlano di una trentina di persone coinvolte in sprangate, bastonate, pugni, calci. 

Sul posto sono così giunte diverse gazzelle dei carabinieri che hanno placato un maxi pestaggio collettivo tra cittadini romeni fuori da una discoteca frequentata solitamente da persone dell’Est Europa. Alla fine, dopo aver riportato la calma, sono state arrestate per rissa aggravata sette persone (tra i 20 e i 40 anni) e altre due – tutti cittadini romeni – sono state denunciate con la medesima accusa. I due denunciati sono minorenni, e hanno riportato una prognosi di 7 giorni. Anche un carabiniere è stato ferito a un ginocchio nel tentativo di separare i contendenti. Pare che tutti sia nato per un apprezzamento “forte” a una ragazza di uno degli avventori. Da lì, alcol e ragazzini “su di giri” hanno fatto il resto.

http://www.milanotoday.it/cronaca/rissa-romeni-via-prato-magno.html

In realtà è l’immigrazione a “fare il resto”.

Arrestato borseggioatore seriale: è un Algerino

Strappa la borsa a una donna, arrestato. Ieri sera, un Carabiniere in borghese della Stazione Roma Porta Portese ha arrestato un cittadino algerino, di 30 anni, con l’accusa di rapina impropria. Lo straniero, operaio, già noto alle forze dell’ordine

Tenta di scippare una donna, poi ferisce un carabiniere: arrestato immigrato

Tenta di scippare una donna, poi ferisce un carabiniere: 25enne
Primonumero.it
L’immigrato si trovava in Italia pur essendo stato sottoposto a un decreto di esplusione lo scorso dicembre. E’ finito Il tunisino è stato quindi arrestato per tentato furto con strappo, resistenza a pubblico ufficiale e violazione del  

Zingari svaligiano negozio, carabiniere spara: ucciso criminale


Un rapinatore morto e altri due arrestati. E’ accaduto nel corso della notte a Cancello Arnone dove i carabinieri hanno sorpreso una banda di malviventi mentre tentava  di svaligiare un negozio di telefonia.
La persona deceduta è un uomo di 42 anni di etnia rom. L’uomo, con altri tre complici anche loro rom, di cui due bloccati dai carabinieri, stava tentando di rubare in un negozio di elettronica in via Roma.
Alcuni giovani che si erano accorti di quanto stava accadendo hanno avvertito la centrale operativa di Casal di Principe. Sul posto sono arrivate alcune pattuglie di militari mentre i  malviventi si davano alla fuga.
I carabinieri li hanno inseguiti e, nel tentativo di fermare l’autovettura, sono stati speronati. Hanno così sparato dei colpi di pistola in aria e poi in direzione dell’autovettura in fuga. Uno degli occupanti è rimasto ferito.
Trasportato  nella clinica privata di Pineta Grande, sul litorale domizio, l’uomo è deceduto poco dopo. Arrestati altri due rom, mentre un quarto che è stato visto imbracciare un fucile, è riuscito a fuggire.
Dalla scorsa notte i militari stanno dando la caccia al fuggitivo, con ricerche, ancora in corso, che vedono impegnati numerosi carabinieri.
Il magistrato di turno della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, intervenuto sul posto, ha disposto l’arresto dei due cittadini di nazionalità rom per il reato di rapina impropria.

Immigrati scatenati: in quattro su un furgone razziano in provincia di Mantova

<strong>SERRAVALLE</strong> – Non si arrestano le incursioni di ladri d’appartamento nel Destra Secchia. Sono tornati in azione anche domenica sera, ancora lungo la provinciale Ostigliese, una delle direttrici preferite dalla malavita forse per la velocità con cui si possono raggiungere i luoghi dal colpire e poi fuggire. Stavolta ai ladri è andata male. Il fiuto dei carabinieri, o forse anche qualche soffiata arrivata dai residenti, ha portato i militari a intervenire per controllare un furgone della Mercedes, modello Vito, che era parcheggiato all’ingresso dell’abitato di Libiola, dalle parti di via Folengo.
I militari sono arrivati per il controllo attorno alla mezzanotte di domenica. Hanno accertato che il furgone in questione era stato rubato nelle ore precedenti a Volta Mantovana.
Mentre facevano questi controlli, i carabinieri hanno buttato un occhio in giro per capire a chi potesse appartenere. Ed ecco, improvviso, il colpo di scena.
Quattro persone sono a pochi metri di distanza intente a forzare il cancello lungo la recinzione posteriore di un’abitazione. Non appena vedono i carabinieri, hanno uno scatto felino e fuggono via. Impossibile recuperare il furgone, i malviventi, descritti come quattro immigrati dell’Est, devono scappare a piedi. Tre si buttano subito nelle campagne, il buio diventa valido alleato per far perdere le propri tracce.
Ma il quarto giovane, forse il più indietro nella fuga, viene agguantato. Il carabiniere lo tiene stretto. Pare fatta. Invece il ragazzo inizia a ribellarsi e inizia una colluttazione. Il malvivente mena colpi forti fino a che non riesce a divincolarsi e a scappare.
Nel frattempo in strada esce la gente, i residenti di via Folengo richiamati dalle grida e dai rumori. Si cerca di capire quali case possano essere state visitate. Tra quelle più vicine alla zona d’azione della gang c’è la casa del vicesindaco Tiberio Capucci.
A quanto emerge da una prima ricostruzione, pare che a Libiola ci siano stati solo tentativi di furti. Ma la lunga notte delle scorribande di ladri non è finita. Attorno alle due di notte viene segnalata la presenza di altri ladri, stavolta in località Caselle. Anche un bar sarebbe finito nel mirino dei saccheggiatori. Una notte carica di tensione, per tutti. Con le forze dell’ordine impegnate da ieri mattina a ricostruire il percorso dei malviventi e di risalire all’identità dei fuggitivi. Il furgone è stato invece sottoposto a sequestro.

http://voxnews.info/2013/02/05/banda-di-ladri-su-un-furgone-terrorizza-libiola-e-caselle/

Roma, evadono dal carcere e prendono a martellate uno xenofilo

Sono evasi dall’istituto penale minorile di Casal del Marmo dopo aver colpito un volontario alla testa con un martello, ma sono stati bloccati poco dopo dalla polizia penitenziaria con l’aiuto di un carabiniere fuori dal servizio. A tentare la fuga sono stati due giovani romeni, entrambi maggiorenni (negli istituti penali minorili sono presenti detenuti fino a 21 anni di età). I due sono stati arrestati per evasione e lesioni, ma l’accusa potrebbe aggravarsi per tentato omicidio dopo il referto medico del volontario ferito. La vittima ha perso conoscenza per diversi minuti ed è poi rinvenuto nel pronto soccorso dell’ospedale San Filippo Neri. Ha riportato un trauma cranico alla nuca e una profonda ferita al volto, sotto lo zigomo.I due giovani romeni sono scappati intorno alle 12, mentre erano impegnati all’interno del carcere in un’attività rieducativa: dopo aver ferito alla testa il volontario con un martello, hanno scavalcato un muro. Gli evasi sono stati bloccati in due diversi momenti nei pressi della stazione Monte Mario, poco distante dal luogo della fuga. Probabilmente, erano intenzionati a salire su un treno. Decisivo ai fini dell’arresto, l’aiuto di un carabiniere in borghese che si trovava sul posto.

http://roma.repubblica.it/cronaca/2013/01/29/news/evadono_da_carcere_minorile_presi-51528886/

Il “volontario” avrà imparato la lezione? La xenofilia può portare anche alla morte.

Montesilvano, nigeriano senza casa picchia i carabinieri per farsi … – Il Centro


Newnotizie

Montesilvano, nigeriano senza casa picchia i carabinieri per farsi
Il Centro
Pescara · Montesilvano · Spoltore · Penne · Città Sant'Angelo · Cepagatti · Lista completa · I luoghi de Il Centro. Sei in: Il Centro · Pescara · Cronaca; Montesilvano, nigeriano senza casa picchia i carabinieri per farsi arrestare. E-mail; Stampa
Nigeriano senza casa picchia i Carabinieri per andare in carcereNewnotizie
Bari: senza biglietto su treno picchia carabiniere, arrestatoLiberoQuotidiano.it

tutte le notizie (14) »

Nigeriano senza biglietto aggredisce controllore e agenti

Treno Bari-Lecce: extracomunitario senza biglietto aggredisce carabiniere

Viaggia sul treno senza biglietto, e scoperto, aggredisce un carabiniere. E’ accaduto ieri su un treno della linea Bari-Lecce, dove i militari dell’Arma hanno arrestato un 27enne nigeriano con l’accusa di violenza e resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e interruzione di pubblico servizio.

Quando il controllore si è avvicinato chiedendogli di mostrare il biglietto, l’uomo si è rifiutato di farlo, inveendo e aggredendolo verbalmente. Un carabiniere libero dal servizio, che aveva assistito alla scena, si è avvicinato per cercare di sedare la discussione. A quel punto però il 27enne lo ha aggredito, scagliandosi contro di lui. Sul posto è quindi intervenuta una pattuglia dell’Arma, che ha arrestato il 27enne.

Il militare, invece, è soccorso presso l’ospedale San Paolo e dimesso con una prognosi di 5 giorni per lesioni agli arti superiori e ad una gamba.

Riccardi si complimenta con il 'migrante'

Potrebbe interessarti:http://www.baritoday.it/cronaca/treno-bari-lecce-extracomunicario-aggredisce-carabiniere.html
Leggi le altre notizie su:http://www.baritoday.it/

Piazza verdi: pusher scambia Carabiniere per acquirente e gli offre … – BolognaToday


BolognaToday

Piazza verdi: pusher scambia Carabiniere per acquirente e gli offre
BolognaToday
Due pusher sono stati arrestati per spaccio in Piazza Verdi la scorsa notte. Erano in possesso di hashish e Rivotril i due giovani marocchini di 31 e 26 anni, senza fissa dimora e con precedenti di polizia, che si sono rivolti proprio a un Carabiniere

altro »