Tag: altri

Spedizione punitiva (con cane) contro cinque africani: arrestati altri africani

Spedizione punitiva (con cane) contro cinque africani: otto arrestati
Corriere del Mezzogiorno
La segnalazione alla polizia è arrivata dal Pronto Soccorso, dove i medici hanno medicato un africano con una grossa ferita alla testa che ha raccontato di essere stato rapinato. 07 ottobre 2014. Spedizione punitiva (con cane) contro cinque africani

altro »

Piacenza come Stoccolma: volante accerchiata, agenti aggrediti da sudamericani


Piacenza24
Volante accerchiata, agenti aggrediti da una banda di sudamericani
Piacenza24
Piacenza – Due sudamericani denunciati a piede libero per lesioni a pubblico ufficiale, altri identificati al termine di un episodio di certo più grave di quanto non rivelino i numeri o le conseguenze fisiche delle persone coinvolte (per fortuna non altro »

Nomadi scatenati nella metro: 12 arresti in poche ore

Una piaga senza fine: 12 borseggiatori arrestati in poche ore

Castelli Notizie4 ore fa
All’interno della metro “Flaminia”, invece è stata la volta di altri 4 nomadi di cui uno minorenne, provenienti dal campo nomadi di Castel Romano, bloccati dai …

Arrestati 4 nomadi borseggiatori provenienti dal campo nomadi di 

Il Corriere della Città6 ore fa
All’interno della metro “Flaminia”, invece è stata la volta di altri 4 nomadi di cui uno minorenne, provenienti dal campo nomadi di Castel Romano, bloccati dai …

Psicolabile straniero devasta vetrine

Altre vetrinette danneggiate “Qualcuno deve intervenire”

Altre vetrinette danneggiate “Qualcuno deve intervenire”

Tre vetrinette distrutte in via Roma. Sembra che l’autore sia un giovane straniero, già responsabile di danneggiamenti analoghi e affetto da disagio psichico. Proprio il suo particolare stato di salute renderebbe difficili gli interventi volti a prevenire i suoi raid vandalici. Tra i commercianti, però, c’è amarezza: “Quel ragazzo rischia di diventare pericoloso per se stesso e per gli altri”, dice il titolare di un negozio. Servizio su “La Fedeltà” di mercoledì 4 giugno.

http://www.lafedelta.it/Fossano/Altre-vetrinette-danneggiate-Qualcuno-deve-intervenire
C’è ‘amarezza’.

I soldi ai Rom per lasciare l’Italia – Giornalettismo


Giornalettismo

I soldi ai Rom per lasciare l'Italia
Giornalettismo
Per sgomberare 120 rumeni, alcuni Rom e altri no, dall'ex Ospedale Luzzi di Pratolino, nel comune di Vaglia (Firenze), Regione Toscana ha sborsato 100mila euro e l'Asl 10, proprietà della struttura, altri 200mila. A giugno dell'anno scorso, nella non

altro »

Smantellata la banda dei “Sinti”: saccheggiavano l’Astigiano

Fermiamo la violenza degli Zingari

La notte scorsa i Carabinieri della Compagnia di Alba, nell’ambito del rafforzamento del controllo del territorio disposto dal Comando provinciale CC di Cuneo per contrastare furti e rapina, hanno arrestato 4 nomadi “sinti” (2 giovani e 2 ragazze tutti pregiudicati per reati contro il patrimonio abitanti a Canale, in un campo nomadi al confine con la provincia di Asti). Sono accusati di concorso in furto aggravato e continuato.

Sono finiti in carcere il 30enne C.L. ed il 20enne A.A., la 24enne G.P. e la minore 16enne C.A.

Il gruppo di malavitosi, a bordo di un’auto, intorno alla mezzanotte, aveva preso di mira un cantiere edile per la costruzione di villette in fraz. Borbore a Vezza d’Alba rubando gasolio da un escavatore ed altri utensili dopo aver divelto la recinzione del cantiere. Al furto però aveva assistito un automobilista in transito che aveva composto il numero di emergenza 112 ed in zona giungevano tempestivamente due gazzelle del Radiomobile di Alba ed una pattuglia della Stazione di Corneliano d’Alba che avviavano le ricerche dell’auto sospetta.

Mezz’ora dopo, la stessa auto veniva notata a Poirino dove erano stati commessi due furti: uno ai danni del distributore di carburante Total Erg lungo la SS 29 Alba-Torino dove erano stati rubati 200,00 euro in contanti dalla cassa ed altri prodotti esposti ed uno ai danni dell’autolavaggio Car Wash Center di strada Savona 153 dove erano state forzate le gettoniere per il lavaggio automatico ed erano stati rubati 100,00 euro in monete ed altri beni esposti in vendita.

I Carabinieri intercettavano l’auto mentre rientrava dalle scorrerie notturne a Canale d’Alba dove abitano e, dopo un breve inseguimento, li bloccavano. Sull’auto i militari rinvenivano e sequestravano la refurtiva dei tre colpi appena commessi oltre a passamontagna, piedi di porco, cacciaviti ed altri arnesi da scasso usati per commettere i furti. Nelle loro abitazioni di Canale d’Alba i Carabinieri sequestravano un rilevante quantitativo di altra refurtiva derivante da precedenti “colpi” messi a segno dal gruppo di nomadi. In particolare personal-computer, consolle di videogiochi elettronici, computer portatili, capi di abbigliamento e generi alimentari del valore di alcune migliaia di euro.

Gli arrestati, su disposizione del pm di turno Laura Deodato sono stati condotti al carcere di Alba gli uomini mentre la maggiorenne alla sezione femminile del carcere delle Vallette e la minorenne al Centro di Accoglienza per Minori. Sul loro conto sono tuttora in corso indagini da parte dei Carabinieri di Alba in quanto potrebbero essere gli autori di altri furti notturni in danno di attività commerciali, bar e ditte perpetrati negli ultimi tempi ad Alba, Bra e nei comuni delle vicine province di Asti e Torino.

http://www.atnews.it/2012/12/06/leggi-notizia/argomenti/cronaca-3/articolo/scoperta-banda-di-sinti-pendolari-del-crimine-i-furti-anche-nellastigiano.html

Topi d’appartamento albanesi scatenati, altri due furti nel pavese

I ministri Riccardi e Cancellieri soddisfatti dagli effetti della loro Sanatoria

Pavia, 20 novembre 2012 – Refurtiva pericolosa. L’allarme furti che prosegue un po’ su tutto il territorio provinciale da parte di una banda composta da slavi albanesi pericolosi, non riguarda solo i già gravi danni ai proprietari delle case svaligiate, ma anche le ancor più preoccupanti possibili conseguenze dell’utilizzo da parte dei criminali di alcuni tipi di refurtiva. In particolare armi, ma anche altri oggetti che possono essere poi usati in altri tipi di colpi. Come la borsa con il simbolo della Guardia di finanza e il portamanette (di quelli da agganciare alla cintura, sempre con il logo delle Fiamme gialle) che sono stati rubati domenica a Vidigulfo, nella casa di un finanziere che presta servizio a Milano.

Il furto è stato messo a segno durante l’assenza dei proprietari, nel tardo pomeriggio tra le 18.30 e le 19.30. E facendo l’amara scoperta del furto subìto, il finanziere residente a Vidigulfo ha dovuto constatare la mancanza dalla sua casa anche di questi due oggetti con il simbolo delle Fiamme gialle. Oggetti che, nelle mani di criminali, potrebbero essere rivenduti e quindi utilizzati per mettere a segno truffe ai danni di anziani, ai quali gli impostori si potrebbero dunque spacciare per rappresentanti delle forze dell’ordine e carpirne così la fiducia per poi derubarli.

Ancor più grave, però, la messa in circolazione sul mercato della criminalità delle armi rubate. Un altro furto, messo a segno ad Albuzzano nel week-end, ha infatti tra la refurtiva anche una pistola. Una calibro 38, con tanto di 20 proiettili. Nello sporgere la denuncia per il furto subìto, il proprietario, che deteneva l’arma regolarmente, ha ammesso ai carabinieri della stazione di Belgioioso che custodiva l’arma in una scatola. Senza dunque quei requisiti di sicurezza che deve invece rispettare chi tiene in casa un’arma da fuoco. Così i militari non hanno potuto fare altro, dopo aver raccolto la denuncia del furto, che denunciare a loro volta A.M., 75enne di Albuzzano, per l’omessa custodia dell’arma. Non è la prima volta che un derubato viene a sua volta denunciato, anzi si stanno moltiplicando i furti di armi nelle abitazioni svaligiate. Un dato che preoccupa le stesse forze dell’ordine, per la conseguente immissione sul mercato illecito della criminalità di armi che certamente, dopo essere state rese anonime verrano utilizzate per commettere altri reati.

http://www.ilgiorno.it/pavia/cronaca/2012/11/20/804914-pavese-furti-vidigulfo-albruzzano.shtml

Reggio Calabria, altri invasori salvati su un barcone

Reggio Calabria, immigrati salvati su un barcone, Arrestati gli scafisti
Libero News
La Guardia di finanza ha già individuato e tratto in arresto almeno cinque persone, considerate gli scafisti alla guida del peschereccio d'altura che aveva a bordo 169 persone, tra cui 25 donne e 33 bambini. L'imbarcazione è stata intercettata in

altro »

Ce ne portano altri 17: Pakistani!

Per chi lavora la GC?

ROMA – La Guardia costiera ha soccorso nel pomeriggio 17 migranti invasori su una piccola imbarcazione di 5 metri alla deriva a circa 25 miglia al largo di Santa Maria di Leuca, in Puglia. Sono tutti uomini, adulti, di origine pachistana. Le condizioni del mare mosso e l’alto numero di persone stipate sulla piccola unita’ hanno reso difficili le operazioni di trasbordo.

http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Cronache_e_politica/Salvati-migranti-barca-metri/04-11-2012/1-A_003383479.shtml

Bari: immigrati feriscono a botte e coltellate altri due immigrati


BariToday

Bari: feriscono a botte e coltellate due immigrati, arrestati tre rumeni
LiberoQuotidiano.it
Bari, 23 ott. (Adnkronos) – Un altro episodio di violenza si e' consumato la notte scorsa nel centro di Bari, il quarto in meno di 24 ore. Tre rumeni sono stati arrestati per rapina aggravata in concorso e lesioni personali aggravate, dopo aver
Via Nicolai: rapinano e accoltellano due migranti, arrestatiBariToday
Ancora aggressioni a migranti nel Murattiano Catturati tre romeniBariSera

tutte le notizie (5) »