Spiagge sicure: abusivi circondano e pestano vigile, auto distrutte

23-08-2014

 

auto-danneggiate

ULTIM’ORA – Guerriglia urbana a Lido di Fermo. La rivolta dei venditori abusivi. Circondano un vigile urbano, spaccano la macchina e lo prendono a schiaffi e spintoni. Danni alle auto in sosta.

 

Follia e attimi di paura questa mattina a Lido di Fermo, sul lungomare centrale. Quella che doveva essere una normale operazione di routine messa in atto in sinergia tra commissariato, guardia di finanza e polizia municipale si è trasformata in una scena di guerriglia urbana. Il vigile urbano fermano Alberto Rogante, mentre era in servizio a bordo della sua auto, è stato prima accerchiato da un gruppo di extracomunitari armati di sassi poi una volta aperto lo sportello è stato spintonato e preso a schiaffi. Extracomunitari che si sono poi sfogati contro le auto in sosta.

Per capire bene cosa è successo bisogna ricostruire la giornata odierna. Erano da poco passate le 8 di questa mattina quando è stato messo in atto un servizio di routine per il contrasto del fenomeno dei venditori ambulanti in spiaggia. Commissariato di Fermo, Guardia di Finanza e Polizia Municipale hanno avviato una serie di controlli nella spiaggia di Lido di Fermo contro la vendita di merce contraffatta, non in regola con la certificazione europea e d’importazione cinese. Tutto è filato liscio. Al termine dell’operazione le forze dell’ordine hanno provveduto, come sempre accade, all’identificazione degli extracomunitari e al sequestro della merce. Insomma, nulla di nuovo e tutto nella norma. La mattinata è proseguita senza problemi fino ad arrivare a poco dopo mezzogiorno. Un’auto della polizia municipale di Fermo, guidata dal vigile Alberto Rogante, stava percorrendo il lungomare di Lido, nei pressi del Camping 4 Cerchi, quando improvvisamente una decina di extracomunitari si sono messi in mezzo alla strada bloccandogli di fatto il passaggio. A quel punto Rogante è stato costretto a fermarsi. Extracomunitari che avevano in mano pietre e bastoni.

 

Con sangue freddo il vigile ha subito cercato di prendere in mano la situazione per evitare che degenerasse. Venditori abusivi che hanno iniziato ad inveire contro il vigile chiedendo indietro il materiale sequestrato nel corso dell’operazione della mattina. A quel punto la violenza ha preso il sopravvento. Il gruppetto ha iniziato a danneggiare l’auto della Municipale prendendola a calci e pugni e spaccando uno specchietto. A quel punto Rogante, senza immaginare una possibile aggressione fisica, ha abbassato il finestrino ed aperto la portiera. Extracomunitari che subito hanno iniziato a prendere a spintoni e schiaffi il vigile fermano. Immediatamente è stata chiamata la polizia arrivata sul posto con ben quattro volanti. Insieme a loro anche la Guarda di Finanza di Fermo.  Rogante fortunatamente non ha riportato gravi lesioni e non è stato necessario neanche il ricovero in ospedale. Non è finita qui. Extracomunitari che se la solo presa anche contro le auto in sosta. Turisti e residenti si sono visti gli specchietti delle auto distrutti, i vetri spaccati o la carrozzeria rigata o abbozzata. Una rivolta, quella degli extracomunitari, arrivata proprio a seguito del sequestro di stamattina.

http://www.informazione.tv/it/Cronaca/art/52218-guerriglia-urbana-a-lido-di-fermo-la-rivolta-dei-venditori-abusivi-circondano-un-vigile-urbano-spaccano-la-macchina-e-lo-prendono-a-schiaffi-e-spintoni-danni-anche-alle-auto-in-sosta/

 

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Fermo

RSS Feed Widget

Lascia un commento