Spacciava eroina nel nord Italia, arrestato albanese

12-04-2015

CADELBOSCO SOPRA. Cinquantaquattro ordinanze di custodia cautelare, 48 corrieri arrestati in flagranza, 162 indagati e oltre 26 chili di droga sequestrata, di cui 23 suddivisi tra eroina “brown sugar” e “rosa”, 3 chili di hashish e 700 grammi di cocaina, oltre a 70 chili di sostanza da taglio.

Questi i numeri dell’operazione Bisht (che in albanese significa “Codino”), condotta nel settembre del 2013 in nove città: Modena, Bari, Ferrara, Milano, Parma, Piacenza, Siracusa,  Trieste e Reggio Emilia. Le indagini avevano permesso di risalire a un gruppo variegato, capeggiato da soggetti di spicco del narcotraffico internazionale, e composto da albanesi e nordafricani che rifornivano l’Emilia Romagna e gran parte del Nord Italia di eroina “rosa” e “brown sugar”.

Per i fatti commessi a Modena tra il novembre e il dicembre del 2010, è finito in manette anche un 30enne di origine albanese e residente a Cadelbosco Sopra. I carabinieri  lo hanno arrestato dopo l’ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura di Modena.

Nel  luglio del 2014 l’uomo era stato condannato a 5 anni di reclusione per il reato di concorso in detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, ma la condanna è divenuta esecutiva solo lo scorso 25 marzo. Ricevuto il provvedimento, i carabinieri di Cadelbosco Sopra hanno portato il 30enne in carcere: vi resterà per  4 anni, 7 mesi e 29 giorni.

http://gazzettadireggio.gelocal.it/reggio/cronaca/2015/04/12/news/spacciava-eroina-in-nord-italia-arrestato-un-30enne-1.11220617

ARTICOLI CORRELATI

Crimini Immigrati, Reggio Emilia

RSS Feed Widget

Lascia un commento