Sotto al letto droga e soldi per 25 mila euro

11-04-2015

JESOLO. Il caro vecchio materasso è sempre il nascondiglio prediletto: sotto il letto – nella sua casa di via Oriente –  teneva 138 grammi di cocaina purissima e l’occorrente per tagliarla. Sotto il tappetino scendiletto, oltre 3 mila euro in contanti.

Fatti due conti, i poliziotti del commissariato di Jesolo stimano che  Bozrati Mohamed Habib – cittadino tunisino di 37 anni, vecchia conoscenza della Polizia jesolana perché già responsabile di innumerevoli episodi di spaccio, soprattutto cocaina – avesse tra le mani droga che venduta sulla piazza jesolana gli avrebbe fruttato 25 mila euro al dettaglio. Così giovedì sono scattate le manette e ora l’uomo si trova in carcere a Santa Maria Maggiore.

Gli investigatori del commissariato di via Aquileia  lo stavano tenendo d’occhio già da tempo. I suoi movimenti abitudinari erano sospetti: l’uomo era solito uscire con la propria autovettura e poi vagare lungo percorsi definiti dagli agenti “improbabili”, come se si sentisse seguito….come in effetti era. Verso mezzogiorno di giovedì, lo hanno visto imbarcare in auto un uomo e ripartire di gran lena. A quel punto, l’hanno fermato: il 37enne ha subito consegnato agli agenti due bustine di cocaina che teneva nel portafoglio, dove aveva anche 560 euro.

Troppa lesta disponibilità da parte dell’uomo, tanto che i poliziotti hanno deciso di estendere il controllo aalla sua abitazione. E qui, la sopresa:  in camera da letto sono spuntati fuori un bilancino di precisione, 4 sacchettini con sostanza cristallizzata bianca in sasso e 16  sacchettini con polvere bianca dello stesso tipo, ovvero singole dosi pronte per essere vendute. Il narcotest ha poi rilevato essere cocaina. Inoltre, sotto il tappetino scendiletto c’erano ben 3 mila euro.

“Bottino” finale del sequestro: quasi 138 grammi di cocaina, gran parte della quale allo stato puro, tre telefoni cellulari dalle cui rubriche e telefonate gli investigatori sperano di riuscire a ricostruire il giro di fornitori e clienti del tunisino.

Al termine degli atti redatti nei suoi confronti, l’uomo è stato condotto al carcere veneziano di Santa Maria Maggiore a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

http://nuovavenezia.gelocal.it/venezia/cronaca/2015/04/10/news/jesolo-sotto-al-letto-droga-e-soldi-per-25-mila-euro-1.11208995

ARTICOLI CORRELATI

Crimini Immigrati, Venezia

RSS Feed Widget

Lascia un commento