Sequestrano intera famiglia: picchiano a sangue padre, calci al cagnolino

18-02-2015

Rapina in una villetta alla periferia di Roma la scorsa notte. Intorno alle 2,30 cinque stranieri, armati di pistola e coltelli, sono entrati nella villa col volto coperto da passamontagna. Ferito alla testa con il calcio della pistola il proprietario 49enne. Secondo quanto si è appreso, i malviventi avrebbero esploso un colpo a scopo intimidatorio.
In casa c’erano il proprietario, la moglie e la figlia. I rapinatori sono scappati con l’incasso di tre giorni del ristorante di cui l’uomo è titolare. Sulla vicenda indagano gli agenti del commissariato Primavalle. La polizia ha trovato un proiettile in una poltrona dell’abitazione che i malviventi hanno sparato a scopo intimidatorio. Sono in corso indagini per risalire alla banda composta probabilmente da stranieri

http://www.ansa.it/lazio/notizie/2015/02/16/rapina-in-villaferito-proprietario_52ae06c4-8e7e-4a14-84e5-670f878a70c8.html

Rapina da ”arancia meccanica” a Ottavia. Cinque criminali incappucciati, armati di pistola e coltelli, a notte fonda hanno fatto irruzione in una villa prendendo in ostaggio il proprietario, la figlia 18enne e la moglie. Una rapina dalla violenza inaudita. I banditi hanno anche sparato due colpi di pistola per terrorizzare ancor di più gli ostaggi e hanno picchiato a sangue l’uomo. E’ accaduto nella notte fra domenica e lunedì in via Esperia Sperani, in un villino ristrutturato a borgo antico. A finire nella spirale violenta dei banditi Fabrizio Fiaoni, 49 anni, ristoratore molto conosciuto in zona, che da anni gestisce con successo il ristorante ”La locanda del Gatto Nero” in via Palmarola, frequentato da attori e ”vip”.

Erano le 2.30 quando il commando armato ha preso in ostaggio il padrone di casa mentre rincasava con i soldi dell’incasso. L’uomo è entrato in auto nel villino azionando il cancello elettronico, è entrato in casa ed è subito riuscito per portare fuori il cagnolino. A quel punto i rapinatori sono entrati in azione: hanno preso con la forza il capofamiglia e l’hanno portato all’interno, poi hanno svegliato la moglie e la figlia. Un incubo durato un’ora. L’uomo è stato percosso al capo dai banditi che hanno preso a calci il cagnolino che abbaiava contro di loro mentre picchiavano il ristoratore. Poi sono partiti i colpi di pistola: sembra che i criminali abbiano sparato vicino alla figlia per incutere ancora più timore. Un proiettile si è conficcato nel divano.

http://www.ilmessaggero.it/ROMA/CRONACA/roma_rapina_villa_commando_prende_famiglia_in_ostaggio_ottavia/notizie/1185802.shtml

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Roma

RSS Feed Widget

Lascia un commento