Sbarca a Lampedusa e stupra impiegata Caritas

06-04-2014

SENIGALLIA – Tentata violenza sessuale alla Caritas diocesana di Senigallia. Fermato dai carabinieri un extracomunitario che poco prima delle 13 all’interno della Caritas diocesana ha tentato di abusare di una signora che collabora con la struttura di piazzale della Vittoria.

La donna, sotto choc, è stata condotta al Pronto soccorso, ma non ha riportato ferite, mentre lo straniero, originario della Costa D’Avorio, si trova ora nella caserma di via Marchetti. Tempestivo l’intervento dei volontari e l’arrivo di carabinieri e polizia.

Il responsabile del gesto è un rifugiato politico originario del Ghana, S.B., di 32 anni, che è stato arrestato in flagranza di reato dai carabinieri per sequestro di persona e violenza sessuale. L’uomo, già noto alle forze di polizia e con permesso di soggiorno scaduto, avrebbe tentato di abusare di una donna romena che stava facendo le pulizie nei locali della Caritas. Dopo averla chiusa in bagno, avrebbe tentato ripetutamente di violentarla senza riuscire nell’intento, procurandole lesioni al collo ed escoriazioni.

La donna, subito soccorsa da alcune persone presenti nella struttura e dai carabinieri nel frattempo intervenuti, è stata portata in ospedale in stato di choc e dimessa con una prognosi di 7 giorni. L’arrestato si trova ora nel carcere di Montacuto.

http://www.ilmessaggero.it/marche/marche_senigallia_caritas_violenza_aggressione_abusi_sessuali/notizie/616395.shtml

ARTICOLI CORRELATI

Ancona, EVIDENZA

RSS Feed Widget

Lascia un commento