Rumeno con furgone trasportava oltre una tonnellata di rame rubato

17-03-2015

Ancora business del rame, fenomeno esploso con l’immigrazione dalla Romania, e che può avere conseguenze drammatiche

ROMAViaggiava sulla via Collatina trasportando un carico di 1145 chili di lastre di rame rubato, su un furgone della Kia. Ma il carico non è passato inosservato ai carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, impegnati in alcuni controlli stradali.
Intimatogli l’alt il conducente del mezzo da lavoro ha però accelerato la sua corsa ingaggiando un inseguimento con i militari dell’Arma. E’ accaduto alle 5:30 di questa mattina, 17 marzo..

FUGA A PIEDI – Un inseguimento terminato all’altezza del civico 383 della via Collatina, quando l’autista del mezzo, braccato dai carabinieri, ha abbandonato il furgone in strada cercando rifugio in un palazzo occupato da cittadini stranieri ( degrado chiama degrado, ndr). Ma si è rivelato un tentativo vano.

Individuato e fermato dai militari dell’Arma, l’autista del mezzo, un 19enne romeno senza fissa dimora, non è riuscito a fornire spiegazioni rispetto alla provenienza dell’oro rosso. Condotto in caserma i carabinieri hanno poi appurato il furto non solo delle lastre di rame, 1145 chili di metallo solitamente usato per le coibentazioni dei tetti, ma anche quello del furgone della Kia, ‘sparito’ lo scorso 13 marzo da via Galeazzo Alessi, a Tor Pignattara.
http://www.romatoday.it/cronaca/furgone-rame-rubato-via-collatina.html

Un’altra piaga dell’Italia al tempo di Schengen e clandestini. Piaga molto pericolosa, perché spesso il rame viene rubato dai binari ferroviari, con conseguenze potenzialmente drammatiche.

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Roma

RSS Feed Widget

Lascia un commento