Roma: ragazzina stuprata da africano vicino centro profughi

22-07-2015

«Mi ha trascinato dietro il deposito Atac del Pigneto e mi ha violentata. Era un nordafricano». È il drammatico racconto di una ragazza di 18 anni, di Centocelle, soccorsa lunedì pomeriggio, alle 17, dai carabinieri. Gli investigatori dell’Arma ritengono credibile la sua versione dei fatti e danno la caccia all’uomo. Forse un pusher. La giovane è stata accompagnata in ospedale dove i medici le hanno medicato ferite sulle braccia e anche una contusione al naso, provocata forse da un pugno.

Prima attacca discorso, poi l’aggressione

All’altezza del deposito di piazza Caballini, sotto alla Tangenziale est, lo straniero l’avrebbe afferrata e trascinata via dal marciapiede dove i due non potevano essere visti. Era giorno, la strada trafficata, ma nessuno si è accorto di quello che accadeva. La diciottenne sarebbe stata anche minacciata con un’arma. Un incubo durato pochi minuti che sembravano non finire mai.
Dopo la violenza la ragazza ha telefonato al 112 mentre del nordafricano si sono perse le tracce. Al San Giovanni la giovane ha raccontato di essere stata violentata. Era sconvolta, sotto choc. Ma avrebbe fornito alcune indicazioni utili per l’identificazione del nordafricano. E per questo i carabinieri hanno passato al setaccio il Pigneto e le zone vicine.

http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/15_luglio_22/violenza-sessuale-denuncia-choc-mi-ha-stuprata-dietro-deposito-87cc2c4e-3038-11e5-8ebc-a14255a4c77f.shtml

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Roma

RSS Feed Widget

Lascia un commento